Questione di ex

Questo slideshow richiede JavaScript.

Oggi ho letto da Farnocchia un post il cui argomento è intrigante: i rapporti con l’ex.

Dunque, intanto bisogna fare dei distinguo: lunga storia o flirt? Lasciati per esaurimento della storia o per torti fatti o subìti?

E se la nostra nuova fiamma è gelosa, come comportarci? Difendere la nostra indipendenza e il nostro diritto a non costringerci ad abbandonare chi non vogliamo, o capire i suoi sentimenti e non voler ferire, non mettere in gioco sentimenti nuovi e vivi per quelli vecchi o morti?

Beh, qui veramente potrei dire che ogni storia è a sé.

Tanto per cominciare, io direi una cosa: se la cosa non è davvero finita, se il rapporto è ambiguo, direi che continuare a frequentarsi significa farsi del male. Ci tarpa le ali, ci lega a una speranza, ci impedisce anche di guardarci intorno, di elaborare il lutto.

Ci sono persone che passano la vita sperando che lui/lei ritornino come prima: quello è proprio masochismo, scusatemi se sono troppo diretta, ma vuol dire proprio buttar via la vita!  Stare in un angolo aspettando che lui/lei si accorga che… si accorga di che?

Però, se con una persona la storia è stata lunga e profonda, anche quando sarà irrimediabilmente e irrecuperabilmente finita, se è finita per esaurimento, senza che uno dei due abbia fatto torti all’altro, senza che ci sia rancore, perché l’altro dovrebbe diventare un perfetto estraneo? E’ forse la persona che più ci conosce, e con cui più abbiamo confidenza. Come ho detto da Farny, un familiare. Fraterno.

E poi, se abbiamo frequentato la sua famiglia per anni, mi pare veramente che perdere tutti sia un dispiacere ulteriore, e del tutto gratuito.

Una cosa però notavo. Mentre non avevo problemi a frequentare i miei ex quando ero in compagnia, da quando sto sola ho come una sorta di rancore ulteriore nei loro confronti, nessuna voglia di avere a che fare con loro.

Fermo restando che non tornerai mai con nessuno di loro, mi diventa più vivo e più grave che un po’ la vita me l’hanno rovinata, che avevamo costruito, o avuto la possibilità di costruire, qualcosa di valido, e invece hanno distrutto tutto. Io oggi sono solo anche perché loro sono stati BIIIIIP, e allora sapete che c’è?

 Ognuno a casetta propria.

23 commenti

  1. Martina

    Se una storia non è davvero finita, perché finirla?

    "Mi piace"

    • Per esempio, perché dall’altra parte è finita, e rimanere appesi a un filo è autolesionismo.

      Oppure, perché abbiamo deciso a tavolino di troncare, perché lui è sposato/violente/adultero/drogato/giocatore compulsivo/ etc. etc. etc.

      Le storie non finiscono quasi mai di netto. Le storie finiscono perché non funzionano e allora, se dopo aver fatto ogni possibile tentativo per salvare la coppia, interviene qualcosa che fa prendere la decisione di interrompere, (che spesso è la presenza di un altro/un’altra che dà l’appiglio), di un periodo di elaborazione del lutto si ha bisogno.

      "Mi piace"

  2. Credo che per alcuni sia meglio troncare di netto, metterci una pietra sopra e non tornarci più su. Le ragioni del perchè una storia finisce, quasi sempre, le conosci bene. E allora perchè faticare per farsene una ragione. Sinceramente ho avuto solo un ex che ho generato io col quale ho tentato soprattutto i primi tempi di scrollarmelo di dosso senza troppo offenderlo, già per lui era sufficinete la terribile offesa che preferivo starmene sola piuttosto che in sua compagnia. Quello che invece mi ha fatto diventare ex… a parte il fatto che si è comportato davvero come una “beep” qualunque, ma almeno l’avevo letto e scritto come un libro aperto, gli ho fatto i ponti d’oro e mi sono sentita in qualche modo sollevata. Non credo dipenda dalla profondità del rapporto, perchè più profondo è, più la delusione rende “imbarazzante” ogni contatto. Se le cose devono chiudersi è sicuramente meglio chiuderle subito. Sarà che l’esperienza rende più coriacei 🙂 Meglio tagliarsi un dito prima che la cancrena mi prenda il braccio… D’altra parte il meschino, proprio per il mio comportamento, mi ha accusato di essere insensibile e dura. Almeno così si sarà consolato a ragione con la sua nuova fiamma no? Si sarà sentita autorizzato e avrà potuto convincersi che la sua vita con me era un incubo. Se gli serviva per cancellare i sensi di colpa… beh perchè non darglielo? Alla fine come si è visto mi ha fatto un favore enorme 😉
    Per la famiglia però c’è un problema. Io sono l’unica persona che gli rimane visto che lui è sparito e non si è fatto più sentire. Sua madre non chiama perchè forse sospetta che l’abbia assassinato e buttato in canale (cosa che si sarebbe pure meritato) suo padre invece mi chiama e sembra ricevere sicurezza dal sentire la mia voce… va beh dai un po’ crocerossino lo sono sempre no? 😉

    "Mi piace"

    • @Ross: che dirti, io lotto talmente tanto per far andare una storia, che quando finisce sono talmente ammaccata che decisamente non desidero ripetere l’esperienza.

      Passando un ragionevole periodo di lutto, il lui in questione è talmente trasparente che, lo vedo o non lo vedo, per me è la stessa cosa.

      Mi dà un fastidio enorme quando tentano di riallacciare, memore di come è finita la storia e di come m’hanno fatto patire. Per quanto riguarda invece la famiglia, due dei miei ex avevano anche figli, è crudele dover perdere anche loro. L’Otello in questione, proibì al figlio, che mi adorava, di invitarmi al suo matrimonio. Quel figlio mi adorava, e io poi ero stata testimone e complice della sua storia d’amore.

      Quando morì, credo fui io la prima persona, o una delle prime, che il figlio chiamò: beh, almeno una testimonianza che il mio affetto non l’avevo seminato invano.

      Per amore del figlio, mi risparmiai di dirgli che non ero sconvolta dal dolore…

      "Mi piace"

  3. In molti sono convinti che il taglio netto sia la cosa migliore, ma credo che uno debba fare semplicemente quello che sente sia meglio per il bene di entrambi. Personalmente sono stata io a lasciare, e dopo un primo momento di distanza forzata perchè tutti ci dicevano che era giusto così, abbiamo deciso di “riavvicinarci” anche se in modalità diversa da prima. Le cose che avevamo in comune, le amicizie, gli interessi, ci sono ancora e li coltiviamo insieme (qualcuno addirittura pensa che siamo tornati a fare coppia), ma anche se la situazione è “ambigua” per gli altri, tra di noi l’abbiamo chiarita bene. E ci sta bene così. Forse i problemi potrebbero insorgere se e quando incontreremo qualcun’altro/a che non dovesse accettare il nostro rapporto, ma sarà un problema che affronteremo quando si presenterà. Per ora ci frequentiamo e frequentiamo anche le rispettive famiglie, e spero che un legame comunque forte non debba trasformarsi in qualcosa di doloroso

    "Mi piace"

    • @goldie: gli equilibri si creano mano a mano.

      Quando si ha una nuova fiamma, i nuovi equilibri devono essere mediati dal rispetto dell’uno per il passato dell’altro, ma anche da quello per il presente.

      Troppa gente è capace di rovinare un nuovo rapporto per l’ingerenza che permette all’ex.

      "Mi piace"

  4. quando ci saranno nuove fiamme, per me o per lui, cercherò di fare attenzione per ferire e infastidire gli altri il meno possibile… e spero di ricevere lo stesso trattamento. certo, il futuro mi spaventa un po’, ma proverò ad affrontarlo a testa alta e con un po’ più di spirito di quanto non abbia fatto in passato

    "Mi piace"

    • @goldie: in quei casi si naviga a vista, certo è che ci vorrà molto buon senso, e molto rispetto per tutti.

      La cosa migliore è che la nuova fiamma arrivasse per tutti e due contemporaneamente, taglierebbe la testa al toro: magari, in quattro, sareste un buon gruppo di amici.

      In tre, forse, sarebbe sbilanciato, soprattutto se la persona rimasta single vivesse questa “singletudine” come solitudine non scelta.

      "Mi piace"

  5. Non ho mai nascosto che io i miei ex li ucciderei tutti……….ma veramente….nessuno escluso tranne uno forse che in qualche modo salverei, forse per il bene che gli ho voluto………………..per il resto strage!

    Quindi non ho commenti 😉

    "Mi piace"

    • @kate: ma che c’entra, anch’io li ammazzerei tutti. Solo che, finché sono vivi, non sento nessun bisogno di evitarli. Trasparenti.

      "Mi piace"

  6. Nel mio caso sono stata io a mettere la parola “fine” alle storie realmente importanti del passato. Storie che sono durate a lungo. Una quasi 8 anni e una circa 20 anni. Nel primo caso l’ho lasciato perché mi ero innamorata di un altro, di colui che è diventato il padre di mie figlie. L’ex l’ha presa malissimo, dopo aver fatto di tutto e di più per convincermi a tornare con lui, quando ha capito che era davvero finita, non mi ha voluto più né vedere né sentire. E’ morto all’inizio di quest’anno e per me è stato un grande dolore. Anche quando finisce l’amore io continuo a voler bene, sempre e comunque.
    Nel secondo caso si tratta del padre di mie figlie. Pensavo di essermi innamorata di un altro. Di certo non amavo più lui. Siamo in buoni rapporti. Ottimi. Ogni tanto si litiga ancora. Da un anno lui ha una nuova compagna e io sono felice per lui. So di avergli fatto del male, quindi…
    In entrambi i casi so di aver fatto del male che loro non meritavano. Ma come si fa quando una storia finisce? Io non sono capace di fingere.

    "Mi piace"

    • Beh, io sono come il tuo primo ex. Se per me la storia non è finita, se il fatto che l’altro mi lasci mi arriva come una pugnalata al cuore, una tegola in testa che mi lascia a terra, certo che faccio di tutto per salvare il rapporto, ma certo poi che, se non ci riesco, non lo voglio più né vedere né sentire, perché farmi del male?

      Tu dici “Come si fa quando una storia finisce?”. Non direi che si tratti di fingere, semplicemente in una storia importante, in cui c’è in gioco un matrimonio e/o dei figli, bisogna mettere in conto che ci possano essere momenti di stanca, e che in questi, spesso e volentieri, ci rientri anche il pensiero di un altro, un’attrazione immediata, coinvolgente, al di là che uno la traduca o meno in fatti.

      Si spera che quando due persone decidono di fare insieme un passo importante, quello che le unisce sia più dell’amore: l’amore non basta, questo oramai dovrebbe essere un fatto noto, acclarato, chiarito e conclamato.

      Due persone in genere, in un contesto importante, decidono soprattutto di costruire, di “investire nel progetto famiglia”. Quando l’amore non c’è più, e comunque la persona che hai accanto è una persona cui vuoi bene, di cui ti fidi, che hai a cuore e che ti ha a cuore, con cui devi crescere dei figli, o semplicemente hai messo su una casa, un progetto… Bada bene, non sto dicendo che due debbano rimanere insieme per pagare il mutuo, ma soltanto che il progetto di vita comune, il “patto comune”, dovrebbero essere al di sopra e al di là dell’altalena dei sentimenti.

      Mi disse un’anziana signora: “La persona che sposi deve essere una persona con cui vai d’accordo e con cui stai bene, di cui ti fidi, perché l’amore va e viene, e allora quando va deve essere un grande amico quello che ti ritrovi accanto”.

      Morale della favola, senza pretendere che ciò che penso io sia giusto, io non lascerei mai un uomo perché non lo amo più, e neanche lo tradirei né porterei mai avanti storie parallele.
      Se invece mi rende infelice, mi tarpa le ali, mi manca di rispetto, allora lo lascio anche se ne sono innamorata folle (questo per rispondere anche a Martina che chiedeva perché, se la storia non è finita, ci si dovrebbe lasciare).

      "Mi piace"

  7. Ifi, non è facile spiegare in poche righe buona parte della mia vita.
    Nel primo caso lui voleva sposarmi, io ero giovane e non me la sono sentita. Mi ero resa conto che le cose non potevano andare come avrebbe voluto lui ancora prima di conoscere un collega, appena arrivato da fuori. Ancora prima di rendermi conto che mi stavo innamorando di un altro.
    Nel secondo caso io e il padre di mie figlie non eravamo più felici insieme, non eravamo più una coppia. Non c’era più alcun tipo di complicità e stava per subentrare il rancore e l’astio. Non si poteva continuare così e a posteriori anche lui mi ha dato ragione.
    Sono consapevole che l’innamoramento non dura una vita. Ma deve esistere e persistere un qulcosa che tenga la coppia unita. Lui pensava solo al lavoro, viveva del lavoro e non c’era mai o quasi mai. Non gliene voglio fare una colpa, perché sono la prima ad ammettere che errori sono stati commessi equamente da entrambe le parti. Non potevamo continuare a rovinarci la vita e, prima di tutto, a rovinarla a nostre figlie che stavano già ampiamente manifestando il loro malessere.
    Abbiamo preso una decisione difficile, molto difficile. Forse sarebbe stato più facile continuare così e fare finta di niente. Ma io non penso sia giusto.

    "Mi piace"

    • No, neanch’io penso sia giusto. Probabilmente la vostra decisione è stata quella migliore.

      Se tu mi dici che stavano subentrando rancore e astio, e che le figlie ne stavano già risentendo, forse un’altra soluzione non c’era.

      "Mi piace"

  8. Io credo che un po’ d’amore rimanga sempre “appiccicato addosso” alle persone che si sono amate…. per questo sono una sostenitrice dei rapporti “fraterni”… certo è più facile gestirli quando ci si “organizza” nuovamente… ma trovo sia tenero mantenere un contatto con chi per un periodo è stato “la nostra ragione di vita”.
    ciao:-)

    "Mi piace"

    • La penso anch’io così anche se, generalmente, non mi si scolla no di dosso né l’antico affetto né gli antichi rancori.

      Io non me ne vado ma, se proprio devo, la casetta di tutti i sentimenti la metto in valigia e la porto con me.

      "Mi piace"

  9. larosaviola

    Come al solito, è un discorso diverso per ogni persona.Sarebbe il sogno di quasi tutti rimanere innocentemente amici dei propri ex, andare d’accordo con la nuova fiamma e via discorrendo.Secondo me è tutta una questione di rispetto.Per quanto mi riguarda ho mantenuto pochi rapporti con gli ex, perché trovo quasi sempre ipocrita un’amicizia dopo che l’amore è finito, appunto perché di amore si trattava e non di amicizia.I miei ex con cui ho mantenuto rapporti hanno la ragazza, mi è capitato una richiesta di consigli sul loro nuovo rapporto, io mi sono limitata quasi sempre a frasi del tipo “l’importante è che tu sia felice”.Non sono gelosa delle ex del mio fidanzato, non tollero però intromissioni nella nostra vita di coppia, né una morbosità da parte delle ex in questione(poi se fidanzate lo trovo ancora più inquietante e irrispettoso verso i loro partner), posso tollerare tutto questo quasi più se fatto in modo chiaro, piuttosto che con ambiguità, frasi metaforiche e frecciatine qui e lì. Dissi a una tale ex “una persona intelligente capisce da sola il rispetto nei confronti dell’ex partner e il limite tra rapporto civile o rispetto.”
    è comunque questione di fortuna trovare delle ex ragionevoli!

    "Mi piace"

    • @rosaviola: a me della felicità dei miei ex importa ben poco, anzi, auguro loro tutta l’infelicità del mondo e, a scelta, o tanta solitudine o una donna che li faccia pentire d’essere venuti al mondo.

      Forse sarà perché con nessuno dei miei ex è finita semplicemente perché è finita, per stanchezza o per noia, ma sempre dopo tanto dolore. Provocato da loro, ovviamente.

      "Mi piace"

  10. larosaviola

    ciccia, ho sbagliato la parola partner, in due commenti tra l’altro!huahuahuahuahua

    "Mi piace"

    • Uno l’ho trovato e l’ho corretto, l’altro non sono riuscita a rintracciarlo. Pazienza, noi siamo molto tolleranti coi nostri errori! 😆

      "Mi piace"

  11. larosaviola

    ho sbagliato su un altro blog! 😀

    "Mi piace"

    • @rosaviola: ma che c’importa degli altri blog, take it easy!

      "Mi piace"

  12. larosaviola

    adoro viaggiare indietro nel tempo!

    "Mi piace"

Che ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: