Archivi della categoria: Riflessioni

Bilanci (e non bilancia)

La bilancia la lascio alla prozia, ma ai bilanci nessuno sfugge. Ora mi chiedo, ma se qualcuno vi chiedesse come vi siete giocati la vostra vita, se sentite tutto sommato di non aver sbagliato molto, se vi ritenete umanamente soddisfatti oppure no, voi sapreste rispondere? Io no. Insomma, se giudico in assoluto, valutando le possibilità …

Continua a leggere

Ruby in lacrime, la sua verità

Scusatemi, sarò socialmente insensibile, ma certe notizie non m’interessano proprio. Ho letto sul sito dell’ansa l’articolo dal titolo “Karima El Mahroug in lacrime davanti tribunale”, e ancora non ho capito, sia che sia zoccola sia che non lo sia, cosa debba interessare al mondo. Se ha avuto rapporti e con chi, se è stata pagata …

Continua a leggere

Gli esami di Stato

E ti ci avvicini, ogni giorno di più. E di quel film che ci fece tanto ridere, e per me così carico di ricordi e rimpianti, stai diventando protagonista. Qualche giorno fa c’è stato il consiglio di classe, e ho visto i tuoi insegnanti ansiosi, per non dire in panico. Dicono che non siete pronti …

Continua a leggere

La prima volta alle urne

E’ che la mia Sissi è una ragazza responsabile. Da tanto si informava leggendo i programmi di tutti i partiti, e mi chiedeva consiglio: povera creatura, anche in questa occasione abbandonata a se stessa! “Mamma, guardiamo i programmi insieme?”. “Ma che ti guardi i programmi, tanto sono solo chiacchiere cui non daranno seguito. Bisogna guardare …

Continua a leggere

E mica solo Erika De Nardo

Una borsa di studio a Elisabetta Ballarin: salita alla ribalta della cronaca e incarcerata per omicidio e partecipazione alla setta satanica delle Bestie di Satana,  riceve un permio di 6.000 euro. Mia figlia, leggendo la notizia, ha commentato: E io magari dovrò fare la cameriera per mantenermi… Io gliel’ho detto a mia figlia, se proprio …

Continua a leggere

I figli sono sempre “piezz ‘e còre”?

Leggo il post di Melodie sulla nostalgia di lei madre per sua figlia, e mi sale una rabbia, o forse un dolore, o forse un rimpianto, che non vi dico. Veramente non è stato il post di Sara la causa scatenante, bensì il compleanno di mia figlia. E già, perché lei ora ha esattamente l’età …

Continua a leggere

Natale

Buongiorno. Già. ma dov’è andato lo spirito natalizio? Io spero che qualcuno sia riuscito a mantenerlo. Parlo di quella cosa che si respira nell’aria, quella magia che ti fa piacere ancora le strade illuminate e non ti porta invece a pensare a quanta corrente consumerà il Comune e quanto inciderà sulla tua busta paga, che …

Continua a leggere

La povertà

Non volevo, a Natale, buttare giù un mattone, e invece, forse, col Natale ci sta: non era forse Gesù pauperrimo? Non nacque forse in una stalla, scaldato dal fiato del bue e dell’asinello? Ecco, ci siamo, giungo subito al punto: scaldato. Un mio amico ieri ha buttato là questa domanda, che cos’è secondo me la …

Continua a leggere

La globalizzazione

Letta oggi: Sicuramente avete sentito parlare di globalizzazione e sono anche sicuro che vi sarete più volte chiesti “ma che cos’e’ esattamente questa globalizzazione?”. Allora prendiamo un evento a caso, per esempio la morte della Principessa Diana. Principessa inglese con fidanzato egiziano che fa incidente all’interno di un tunnel francese, dentro una macchina tedesca, con …

Continua a leggere

Tre ore di studio?

Credo di essere tra le poche madri che con i figli ha il problema che studiano troppo. Qualche giorno fa, dopo non so quante notti che Sissi ha tirato a studiare fino alle due di notte (iniziando alle tre del pomeriggio), si è sentita male per strada, quasi svenuta, tremava come una foglia e non …

Continua a leggere

Libera mente

Oggi su fb ho letto questa grande verità: Gli uguali cercano di sembrare diversi, i diversi tentano di sembrare uguali. I liberi se ne fregano. Felice di essere libera  😀

Continua a leggere

Downgrade?

Non è che il progresso mi convinca tanto. Anzi, questo tipo di progresso, più vado avanti meno mi convince. QUANDO L’UOMO AVRA’ ABBATTUTO L’ULTIMO ALBERO,  PESCATO L’ULTIMO PESCE,   INQUINATO L’ULTIMO FIUME, SOLO ALLORA SI ACCORGERA’ CHE IL DENARO NON SI PUÒ MANGIARE. (attribuita a Toro seduto) Io aggiungerei che il denaro non si può neanche …

Continua a leggere

Diario del capitano: il ritorno.

Cari amici, le cose vanno fatte cotte e mangiate, non si può rimandare all’infinito! E già, perché le vacanze da quel dì che sono finite, il quadernone con gli appunti non so neanche più dove sia, né la memoria mi aiuta. Tornammo, ricordo che fu il solito dramma per i bagagli, lui che urlava, la …

Continua a leggere

La principessa triste

Rileggevo la favola propostaci tempo fa da Quarch sulla principessa triste. L’ho riletta oggi, ma già da qualche tempo ripensavo alle tante fiabe che abbiamo sentito su una principessa prima sempre allegra, che poi a un certo punto diventa triste, con il re e la regina non sanno cosa fare per riportarle l’antico sorriso, e …

Continua a leggere

Quest’estate che non vuole finire…

Credo corresse l’81 quando un carissimo amico, vivendo un periodo particolarmente di grazia, parlò di quell’ “estate che non voleva finire”. Eravamo giovani, pieni di sogni, ma quella fu un’estate speciale, vissuta alla giornata, davvero alla “carpe diem”. Quest’estate per me è stata un po’ così, non perché mi abbia riservato chissà cosa, ma perché …

Continua a leggere

Andare via

A volte uno fa la mossa di andar via solo perché ha bisogno di sentire qualcuno che lo tiri per la manica dicendo “Resta!”. Se ciò non accade, tocca tenere il punto e andare via…

Continua a leggere

13 Maggio, festa della mamma

Grazie mamma per tutto quello che hai fatto per me e, soprattutto, hai permesso mi fosse fatto.

Continua a leggere

L’Italia che reagisce

Non è che lo approvi, intendiamoci, ma non ne posso più di sentire di povera gente che si suicida. Vorrei un’Italia che reagisse, che picchettasse Equitalia, che andasse, anziché alle urne, davanti al Parlamento, con striscioni e piatti in mano, pretendendo che vengano riempiti tre volte al giorno (di cibo, naturalmente). Solo pochi giorni fa …

Continua a leggere

Gioia precaria

Oggi Bali sarà a Roma, per qualche giorno. Viene, come ormai ogni anno, in prossimità del mio compleanno, per festeggiarlo insieme. Ieri si è stupito che non mi sentiva particolarmente su. Il fatto è che oramai, per me, è troppo dura quando va via. Mi pare come per mia figlia, quando parla del padre, che …

Continua a leggere

Non chiedermi chi sono

Qualche giorno fa ho avuto una mezza discussione con una persona (della blogosfera), la quale sosteneva che, insomma, avendo avuto pure contatti privati, conoscendo io la sua identità, e che diamine, il minimo dell’educazione era rivelargli la mia! Non l’ho fatto, e ritengo che questo abbia guastato il rapporto. La stessa cosa accadde qualche anno …

Continua a leggere