La zia s’è addobbata

Addobbarsi

Va beh, ve lo dico io, visto che lei non ne parla.

La zia s’è addobbata, ma malamente, e secondo il suo stile “si va avanti ad ogni costo” si è rialzata ed è andata al lavoro.

Con un osso rotto.

Quando poi a casa ha chiesto di essere portata al pronto soccorso non è stata presa sul serio, finché al quinto giorno è scoppiata in un pianto dirotto singhiozzando “Non ce la faccio più a vivere”.

Non era la frattura a farle male, ma la mancanza totale di aiuto: tra un pasto saltato e un altro, per il minimo indispensabile ha dovuto alzarsi e farselo.

Poi, finalmente, le cure, un minimo di presa d’atto della realtà da parte dei familiari (ma proprio minimo) e ora è lì, come non l’ho mai vista, che singhiozza “Io non sono capace di vivere”.

La vecchia leonessa, trasformata in un micetto smarrito, che sa che in qualche modo dovrà rimettersi in piedi e fare tutto più o meno da sola.

Oggi l’ha fatto.

E’ andata con le stampelle in cucina, e l’ha rigovernata.

E poi si è rimessa a letto, dolorante, meditando e rimeditando sulla sua vita, e su come portarla, in qualche modo, avanti.

 

 

17 commenti

  1. Mi dispiace davvero, è una situazione assurda e inconcepibile!

    Mi piace

    • Non hai idea… l’è tutto sbagliato, l’è tutto da rifare!

      Mi piace

  2. Mi spiace molto. Spero si rimetta presto e non si stanchi troppo. In certe situazioni è inutile fare i supereroi (parlo io che non mi do mai per vinta…) perché così la guarigione si allontana sempre più.
    Un abbraccio.

    Mi piace

    • Oggi non si è risparmiata… non appena ha potuto poggiare il piede in terra ha iniziato a trottare… caliamo un velo pietoso!

      Piace a 1 persona

  3. Forse mi sono persa qualcosa perchè non so di chi tu stia parlando. Una zia che ha sempre fatto a meno di tutti ed ora invece si trova nella situazione di aver bisogno degli altri?
    Nella vita bisogna pensare che può capitarci all’improvviso qualcosa che ci mette a terra e quindi coltivare relazioni e disponibilità verso gli altri che si spera ci diano una mano nel bisogno. Mi spiace per questa persona e la capisco anche perchè mi accorgo ogni giorno che passa quanto sia duro non avere familiari vicino su cui contare specie se si sta male.

    Mi piace

  4. Che tristezza.

    Mi piace

  5. cavaliereerrante

    Eggià … ‘sta vecchia Zia ( che poi sarebbe la sora Diemme … lo specifico per Lucetta ) trotta per la casa seppur impastoiata e limitata dalle grucce : però vorrei sapere dove, e come, si è rotto l’ osso ??? Inciampando malamente in una buca urbana ??? Oppure scivolando sul gradino di un autobus preso, come al solito, di corsa per non far tardi al lavoro ???
    In entrambi i casi, dovrebbe citare per i danni il Comune di Roma, ossia la sindachessa Virginia Raggi, a cui compete sia il rattoppo delle tantissime buche della città, sia che i gradini degli autobus e/o dei tram siano dotati di “strisce-antiscivolo” ! Se invece è scivolata in casa … beh allora trattasi di jella, ed in tal caso la sfiga è dovuta al sor Atty, il quale, invitato dalla Zia a non farsi più vedere fra le pareti domestiche … si è evidentemente vendicato lanciandole il malocchio ! 😳

    Mi piace

  6. cavaliereerrante

    Beh … Ifi, come sta la vecchia ziona ???
    E’ guarita dall’ azzoppamento ‘?? ;-D
    O ancora non deambula ??? 😳

    Mi piace

    • Deambula col tutore, ma è intrattabile.

      Mi piace

  7. cavaliereerrante

    Aò … abbine cura, mi raccomando, visto che ora si sta struggendo al pensiero della vecchiaia, lei che è una specie di panterone travestita da pecorella …. ‘sta benedetta donna, quanta pazienza che ci vuole ! 😦

    Mi piace

  8. cavaliereerrante

    Ifi … ehm … ma la tua ziona, alias la mitica Diemme, deambula a la bbene in mejio … oppure, appollaiata sulle stampelle … se move pe’ casa bbuttanno la gamba ‘n farzo come ‘n uscjello senza la zampa ??? 😳

    Mi piace

    • E’ già tornata al lavoro, ma non sta bene. Mi dispiace proprio tanto, non so vederla così.

      Mi piace

  9. cavaliereerrante

    Benedetta donna, fà tutto e a tutti dà …. ma nessuno è in grado di aiutare lei ! 😦

    Mi piace

  10. E mo’ come sta?
    Ha rimuginato a sufficienza e s’è decisa a trascorrere un uichend di puro sollazzo sessuale, al fine di dimenticare le sfighe della vita, oppure sta ancora lì a pensare? 😐 😐 😐

    Mi piace

    • Tu la conosci, sta ancora là a pensare, a litigare con Attila e guastarsi il sangue. Eppure il weekend da te suggerito sono sicura pure io che la rimetterebbe al mondo!

      Mi piace

  11. cavaliereerrante

    EVVIVA il sano, comodo e confortante WEEK-END SESSUALE, ABBASSO le stampelle, i tutoir e …. ehm … ATTILA !!! 😀

    Mi piace

Che ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: