Pensieri per un amore finito o disamor che dir si voglia

1) Pensiero di Vodka, letto da Woo, 27/01/2010

A casa, a casa sono rimaste le sue ciabattine di spugna.

Gliele avevo comprate per non farla camminare scalza e dimenticava sempre di portarle.

Oggi ho preso una busta gialla e ce ne ho messo dentro una delle due.

Francobolli prioritari e domani sarà da lei.
Apprezzerà, in fondo è giusto che abbia la metà delle nostre cose.
Non eravamo sposati, non vivevamo insieme,
ma il nostro amore non merita rancori né stupide rivalse.
Sono ferito dall’abbandono, ma quel che giusto è giusto,
e una pantofola a testa sarà un bel ricordo per entrambi.
Un ricordo dell’amore sconfitto marca Defonseca.
Pochi potrebbero vantare un trofeo del genere.
Quasi nessuno nel mondo dei non feticisti.
Per lo spazzolino da denti sono indeciso:
se lo spezzo in due le lascio il tronchetto con le setole
o quello con il manico?
Mi serve un divorzista…
Forse lui può consigliarmi.
Non vorrei mai che pensasse che mi tengo i suoi effetti personali in ostaggio. Se torna da me non sarà per questo.
E bisogna avere stile anche nei momenti peggiori;
non come il mio vicino Sebastiano che quando lei lo ha lasciato si è tenuto tutta la sua collezione di scatole di assorbenti.
Erano 3000 scatole: gliele ha rotte tutte.
E Anche a me con questi gesti incoscienti.
Ho deciso; le lascio il pezzo con le setole.

Domani, domani glielo mando.

2) “Il vivo vede i vivi” dicevano gli antichi greci, che da noi è diventato il molto più esplicito “chi muore giace e chi vive si dà pace”.

Si dice che un amore è veramente finito quando non t’interessa più sapere con chi si è consolato, e in effetti è proprio così. Giusto stamane avevo voglia di dire:

“Felicità è… quando tocchi un’antica ferita e scopri che, finalmente, non fa più male”

“Felicità è… alzarsi con sulle labbra un sorriso che il tuo passato non potrà più spegnere” 😉

(Ifigenia, 28/01/2010)

3) La prossima volta lo lascio d’estate. Eh no, perché io tutto posso sopportare tutto, ma non l’escursione termica. Troppa la differenza di temperatura con lui e senza di lui, quando fuori nevica.

A letto funzionava bene, nel senso che lui dormiva, ma in compenso non andava mai sotto i 37°, così che abbarbicarsi a lui faceva bastare il piumino che avevo.

Ora fa freddo, e vorrei richiamarlo, ma pare brutto, che gli dico, che il secondo piumone è troppo in alto e non ho più la scala?

Lo chiamo, poi vediamo come butta. Mentre sto per digitare il numero suonano alla porta, è il vicino. A questo punto gli chiedo se ha una scala da prestarmi, e lui non solo ce l’ha, ma si offre pure di arrampicarsi a tirare giù il piumone.

Carino il vicino… quasi quasi la prossima volta, se continua a essere così disponibile, il piumone glielo faccio rimettere su 😉

(Inventato per l’occasione da Ifigenia,
il racconto è di pura fantasia… )

41 commenti

  1. balibar

    Comincio con un grande artista. A dire il vero pensavo all’interpretazione di Battiato, ma l’originale, in fondo, mi piace di più.

    Che bello l’effetto vecchio film, vero?

    "Mi piace"

    • Bellissimo questo video che ci hai proposto, la canzone è assolutamente magica e certo che ci piace di più De André, “La canzone dell’amore perduto” è di De Andre, E’ De André, a prescindere dalla mia passione per Battiato.

      Grazie….

      "Mi piace"

  2. balibar

    Eh, ce ne sono molte altre che avrebbero fatto da incipit a questa pagina.

    Le posteremo pian piano. 😀

    "Mi piace"

    • Questa era simpatica. Però un’altra ci si potrebbe aggiungere. Ci cimentiamo?

      "Mi piace"

  3. rosigna

    Questa canzone significa tanto per me.

    Quasi parla … questa musica!

    Il mio commento e’ off topic … ma e’ come se, attraverso di essa, Qualcuno abbia voluto dirmi qualcosa … e stasera ne avevo bisogno 🙂 Grazie a tutti e due!!!

    "Mi piace"

  4. rosigna

    WOW!!!! … in contemporanea!!! 😀

    "Mi piace"

  5. A parte la difficoltà di reperire chi ha scritto cosa… che comunque poco cambia del senso di abbandono che trasmette il post, che tra l’altro trovo molto delicato. Bravo/a chiunque tu sia 😉
    Per quanto riguarda la rubrica mi sembra molto azzeccata, suppongo che esistano molti modi di vivere, sopportare, sconfiggere un amore finito. Non che io sia un’esperta, anche se comunque mi è capitato 🙂 e se sorrido è perchè genericamente porto gli amori fino a limiti impensabili, insomma sono fedele e mi so dedicare per natura, salvo qualche eccezione umana. Ci sono amori che finiscono e niente si può fare che sopravviverli, altri che sono talmente usurati da far sembrare (anche se non lo ammetteresti mai) la fine una liberazione.
    Rimangono dubbi e rimpianti, anche se sei tu a farli finire, ci si chiede sempre dove si è sbagliato e come si può fare per uscirne meno massacrati… se un modo c’è non si legge in un manuale, la ricetta si compone al momento, certo che se ci si rinnamora a stretto giro, beh allora il gioco è fatto 😉
    Auguri ai sofferenti
    Ross

    "Mi piace"

    • Grazie, cara Rossaura, per il tuo commento veramente esaustivo e pertinente 😉

      Ma tu, un raccontino semiserio (si accettano solo semiseri) su come esorcizzare un amore finito ce lo vuoi fare? Per me la storia della ciabatta Defonseca e il mezzo spazzolino è mitica: veramente bravo/brava, chiunque sia!

      "Mi piace"

  6. Un raccontino semiserio esorcizzante??? Magari stavolta invece di una ciabatta Defonseca si potrebbero annusare due calzini dimenticati sotto il letto? Oppure una canotta macchiata di sugo i boxer dimenticati li ho esclusi a priori 🙂 ?
    Come donna poi non mi adatto a dividere niente pertanto quello che resta sotto il letto è solo mio e me lo gestisco io 😉
    Beh se po’ fa!
    Ciao Ross

    "Mi piace"

    • “quello che resta sotto il letto è solo mio”? Cara Rossaura, ma tu provochi!

      Quello che resta sotto il letto è solo tuo, mentre quello che c’era sopra se lo sta godendo qualcun’altro? Sgrunt!

      La prossima volta do all’altra le ciabatte, e io mi tengo lui!!!

      "Mi piace"

  7. Hehehe… quello che stava sopra il letto lo salviamo? Mica sempre ne vale la pena… e poi un paio di ciabatte possono essere sempre utili, lui non è detto 😀

    "Mi piace"

  8. Ma io dicevo solo per i 37° (v. terzo pensiero), mica per altro! Un piumone è sempre meglio di un paio di ciabatte, a casa poi si può camminare anche scalzi, ma dormire al freddo e al gelo…

    Ci perdonino i signori maschietti, qui stiamo solo giocando, sdrammatizzando l’evento che solitamente fa più soffrire l’umanità: la fine di un amore.

    E poi, vale anche al contrario! 😉

    "Mi piace"

  9. balibar

    Sensibili amiche (visto che per il momento la partecipazione è solo femminile), non voglio farvi metter mano ai fazzoletti,
    ma questa è la seconda di De André, Battiato version.

    Semiseria? Totally 🙂

    "Mi piace"

  10. Allora noi serviamo soltanto come scaldini o come scalatori di armadi?
    E dire che io i piumoni li avevo messi tutti ad altezza… di moglie!
    Un mio amico diceva che gli amori non finiscono mai, vanno soltanto in “stendbai” e così non riescono più a scaricare gli aggiornamenti.
    Basterebbe schiacciare il “cuicplei” e ripartirebbero subito…

    "Mi piace"

    • Forse hai ragione, il problema è che non l’ho mai trovato il suo “cuicplei” 😆

      "Mi piace"

  11. L’amore non finisce mai. Uno lo mette da parte in un cassetto, ma rimane sempre.
    E quando uno ha un’età come la mia e un’ampia collezione di storie alle spalle, quasi non ce la fa a gestire tutti questi cassetti.
    Semiseriamente, Variabile.

    "Mi piace"

    • @variabile:è esattamente così, non si finisce mai di amare qualcuno che si è amato veramente a fondo e per quello che è veramente, semplicemente si colloca in un’altra zona della nostra mente e della nostra vita. Cassetto, lo chiami tu, ma potrebbe essere un cassetto molto in alto, e non ce la faremo mai più a salire, o troppo in basso, e non ce la faremo mai più a chinarci.

      "Mi piace"

  12. ah che ragazzino sentimentale. sembro Califano.

    "Mi piace"

  13. e mi autorispondo pure. forte!

    "Mi piace"

  14. rosigna

    @variabile: Califano ragazzino sentimentale? Magari Baglioni … ma Califano no!
    Riguardo ai cassetti, mettici su delle etichette con i nomi: almeno quelli non rischi di sbagliarli, sai le donne ci tengono!!!

    "Mi piace"

    • @rosigna, eh già le donne ci tengono! 😆 😆 😆

      (una volta mio padre nel sonno pronunciò ripetutamente il nome di un’altra donna. Al risveglio mia madre gli chiese spiegazioni, lui le assicurò di non conoscere nessuna che rispondesse a quel nome, e mia madre o se la bevve davvero o fece finta: d’altra parte, puoi accusare qualcono di ciò che ha sognato??? 🙄 )

      "Mi piace"

  15. il segreto è non conoscerli, i nomi.
    (dovrei fare il paroliere..o il parolaio)

    "Mi piace"

  16. rosigna

    @variabile: aaaaaaaaah … ma allora devi essere proprio bravo come paroliere/parolaio …

    "Mi piace"

  17. fantastico, come parolaio 🙂

    "Mi piace"

  18. rosigna

    Mitico! A quando la prossima pubblicazione? 😀

    "Mi piace"

  19. Devo sentire Mondadori. “Parole, opere ed omissioni”: ho già pensato al titolo.
    Sono molto avanti con le parole e con le omissioni 🙂

    "Mi piace"

  20. (si nota che ho tralasciato pensieri?)

    "Mi piace"

    • Piucchaltro hai tralasciato le opere… 😆

      "Mi piace"

  21. rosigna

    😆 😆 😆

    "Mi piace"

  22. ma preferisco le omissioni, in un gioco di “non vedo – non vedo”.

    "Mi piace"

  23. rosigna

    Capisco. Un accanito fan della “mosca cieca”, dunque.

    "Mi piace"

  24. esatto. Con le arie di Califano in sottofondo.
    “le arie di Califano”..mi piace.
    (scusa, padrona di casa, se scarabocchio sul tuo diarietto)

    "Mi piace"

    • Ma figurati, giusto stavo pensando di dire qualcosa per un amore finito, ma è talmente finito da non ricordarmi neanch’io come si chiama… si chiamava… si chiamasse… si fosse chiamato…

      "Mi piace"

    • Insomma, variabile e Rosigna, la vogliamo scrivere una letterina per un amore finito, vero o presunto non importa?

      Io ci provo (tornerò a breve su questi schermi).

      "Mi piace"

  25. rosigna

    … hai contato tanto eh? 😉

    … lettera per un amore finito … ci pensero’ …

    "Mi piace"

  26. Questo post è stupendo, è divertente accattivante, dolorante, ironico…potrebbe essere una pubblicità!
    Lo so la vita non lo è, però dai poi ci si consola, e le ciabattine ci sono di tanti tipi e colori, si possono sempre trovare nuove!
    😉 buongiorno mondo di IFI

    kate

    "Mi piace"

  27. il metro di misura è quando non t’è venuto in mente neppure una volta per almeno una settimana. allora non ci sono ciabattine che tengano! 😀
    mi hai fatto venire in mente quella canzone di battisti mogol che diceva: e nel far le valigie ricordati di non scordare, qualche cosa di tuo che a te poi mi faccia pensare…

    "Mi piace"

    • Penso che un amore sia finito quando non t’importa di sapere se e con chi si è consolato.

      Credo che sia finita quando lo incontri con un’altra e la trovi pure simpatica (anche perché constatiamo che “lei” non è minimamente alla nostra altezza… 😆 )

      "Mi piace"

Che ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: