Il divano n. 5 – Sotto l’ombrellone

Cari amici,

è da un po’ di tempo che trascuriamo il nostro angolo delle chiacchiere, ovvero il regno dell’off topic e del libero pensiero.

Spesso ne ho risentito il bisogno, oggi un po’ di più. Gli argomenti mi si affollano in testa, ma non mi va di scrivere trattati, vorrei parlarne così, vorrei che ci rincontrassimo qui, come ai vecchi tempi, solo per chiacchierare del più e del meno.

Sotto l’ombrellone.

Oggi poi, forse, andrò in piscina davvero, stare un po’ al sole mi rimetterebbe al mondo.

Comincio a muovermi, chissà che non riesca ad organizzarmi. Forse persino a trovare la sacca del mare con dentro tutto l’occorrente. 😉

135 commenti

  1. Ebbene sì, a luglio ci voleva di rilassarci un po’ sotto l’ombrellone, e riprendere le nostre sane chiacchiere a briglia sciolta!

    "Mi piace"

  2. cavaliereerrante

    E’ vero @Ifigenia … ed è tanto tempo ormai che non ci sediamo più qui da te, “all’ ombra delle fanciulle in fiore” ….
    Di alcune, ed anche di alcuni, ho una nostalgia struggente, a tratti amara … specie quando, come in questo momento, la malinconia agisce in me come la lama di un coltello …. ma anche questo è vita, e passerà ! 🙂
    Tu, come stai ???
    E il nostro @Balibar ???

    "Mi piace"

    • Bali oggi ancora non l’ho sentito e, siccome sono una ben nota ansiosa, mi preoccupo subito.

      Ma a chi ti riferisci con la nostalgia? La nostra Rosigna ci pensa sempre, ogni tanto la sento e ci manda i saluti. Gli impegni quotidiani la sottraggono a noi, ma tornerà.

      A me manca tanto anche Iole, che pure aveva difficoltà ad interagire via internet. Che vuoi, la vita ci concede queste isole felici, e poi ci conduce altrove: meno male che la terra e rotonda, forse il webmondo pure, prima o poi ripasseremo tutti 😉

      "Mi piace"

  3. cavaliereerrante

    Beh mi riferisco anche ad un “ragazzone forte, leale e buono come pochi, che suppongo impegnato altrove ( la vita, non finisce mai di porre sfide a Ragazzi in gamba di quella tempra, “rarissima” in un giovane come lui … da questi pretende sempre tutto ed anche di più ! ), ma sento nel mio cuore che ci legge appena può, e spezza un poco la mia egoistica nostalgia, la certezza che lui sà che il nostro volergli struggentemente bene, ed il nostro sincero apprezzarlo per ciò che concretamente vale, è sempre qui, per lui come sia, per lui cui stiamo accanto …. sì, penso sappia questo con certezza, e questo pensiero gli sarà gradito !

    "Mi piace"

  4. Io sto leggendo “Il maestro e Margherita”, del quale dicono sia un capolavoro: a me non riesce ad andare giù.

    Qualcuno di voi l’ha letto e sa dirmene qualcosa?

    "Mi piace"

  5. cavaliereerrante

    @Aquila, lo ritiene INDISPENSABILE, @Martina lo tiene sempre sul suo comodino, ma per me, Amica mia, è molto, ma molto di più : è uno dei sei libri essenziali della mia vita ( e cioè : 1) Odissea di Omero – 2) A la recherche du temps perdu di Proust – 3) Ulisse di Joyce – 4) L’ uomo qualunque di Musil – 5) La montagna incantata di Mann e per l’ appunto 6) Il Maestro e Margherita di Bulgakov, un Medico, uno Scrittore immenso ), che rileggo ogni volta, ed ogni volta stupefacendomi e commuovendomi fino alle lacrime !
    Si tratta di un libro “apparentemente” difficile, un opera composta da tre opere diverse che, svolgendosi in situazioni e/o epoche distinte ( almeno quella di Pilato e Hanozri, cioè Gesù, nella Jerushakajim dell’ anno 33 Post Christum Natum ), si riaffacciano si rintrecciano in un accorato fondersi l’ una con l’ altra, fino alla cavalcata finale di angeli e demoni verso l’ infinito del tempo e dello spazio .
    La prima storia, descrive la Mosca degli anni ’20, depressa e stagnante grande metropoli resa cadavere dal Comunismo staliniano, fino che Mr. Woland ( e cioè Satana in persona ) non viene a rimuovere le acque sconvolgendo con i suoi aiutanti diavoli ( esilaranti, irresistibili !!! ) quella disumana inerzia dell’ anima . La seconda, parla dello svolgersi del famoso processo a Gesù terminato con la sua condanna a morte sulla croce, e con il disperato, inusuale rapporto d’ amore fra Pilato e Gesù destinato a chiudersi col perdono di Hanozri in una scena da brividi descritta alla fine del libro . In questa parte ‘storica’, Bulgakov, a me che ritenevo di essere un profondo conoscitore della storia di Roma e delle sue legioni, mi ha annichilito, facendomi sentire un modesto ‘parvenu’, tanto grande e capillare è la sua conoscenza del mondo dell’ impero romano .
    La terza infine, fantastica, mai letta prima in un libro, racconta lo straziante, appassionato amore di Margherita per il Maestro !
    Leggilo attentamente, @Ifi, leggilo magari in una, due pagine al giorno … è un libro che può darti tanto !!!

    "Mi piace"

    • Beh, se siete tutti così d’accordo, mi toccherà impegnarmi….

      L’amico che me l’ha consigliato, ancora più entusiasta di te, è uno con cui ho grandi affinità in campo letterario, e del cui giudizio pertanto mi fido. Ciononostante, sono a pagina 178, ancora non mi tira… 🙄

      "Mi piace"

  6. cavaliereerrante

    Più entusiasta di me ?!? 😯
    Ma io non parlavo di entusiasmo, io parlavo di vita, e forse non mi sono spiegato bene come non di rado mi capita !
    Stai a pagina 178 e non ti tira ???
    Torna a pagina 1 e rileggi pian piano quanto hai già letto …. senza fretta alcuna ( quello, non è un libro qualunque …. ), e rifletti su quel “Io, c’ ero, in quel primo mattino del giorno quattordici del mese primaverile di Nisan …. “, che Mr. Woland dice all’ esterrefatto Berlioz, aprendo, con la pagina successiva, il sipario alla Storia vera, ed alle inaspettate emozioni di quel fatale giorno che mise l’ uno davanti all’ altro Pilato, avvolto nell suo mantello “da cavaliere” bianco foderato di rosso e seduto sullo scranno della Sala Udienze del Palazzo di Erode il Grande in Jerushalajim, ed il lacero, tumefatto Hanozri che lo fissa negli occhi !!!
    Ma scusami @Ifi, hai capito bene cosa stia avvenendo fra i due, e cosa sia scaturito in testa ( e nel cuore ) di Pilato dopo l’ immediato scioglimento della sua emicrania … e quando poi, dopo aver letto il seguito dell’ accusa che lo Scriba gli porge, gli appaiono il volto e le cicatrici di Tiberio ed ascolta il rimbombo inarrestabile, anche per lui il Governatore di Roma in Galilea, di quelle parole come un tuono “LESA MAESTA’ … !!!!” ????

    "Mi piace"

  7. Io l’ho letto 25 anni fa e mi ero proposta di rileggerlo. L’ho ricominciato e a pagina 50 circa lèho abbandonato per dedicarmi alla lettura di altri libri.. ecco perché è da un mese sul mio comodino 😆
    in questo momento sono tutta presa coi Wu Ming 😉

    "Mi piace"

  8. cavaliereerrante

    @Ifi-post … ehm … ci sospiri : ” Forse persino a trovare la sacca del mare con dentro tutto l’occorrente.” ?!? 😯
    Bella mia, i casi sono due :
    1) O trovi “una sacca del mare” … 😛
    2) O trovi “il mare in una sacca” … 😥
    Scegli Tu !!!! :mrgreen:

    @Martina-9 : @Wu Ming ?!? 8)
    Per caso … è un parente di @Kung Fù ??? 😯
    Ma non è pericoloso ???

    "Mi piace"

  9. “Il maestro e margherita” va letto nei modi e nei tempi giusti.
    A volte si pensa che il lettore debba adattarsi ai libri.
    Niente di più sbagliato. E’ il libro che ci viene incontro. E’ lui che decide quando farsi leggere.
    Pensa te che io ho smesso “cent’anni di solitudine” all’ultimo capitolo.
    Capisciammè? Mi mancava soltanto l’ultimo capitolo e ho piantato lì.
    Quindi tu puoi anche tralasciare il tuo…

    "Mi piace"

    • Credo che sia quello che farò. Ho letto nove pagine ancora, e proprio non mi prende.

      D’altra parte, ance un libro come “La storia”, di Elsa Morante, mi fu ostico inizialmente e invece poi mi appassionò, e lo annovero tra i più bei libri mai letti.

      Questo sto andando avanti a fatica, deconcetrazione massima.

      "Mi piace"

  10. cavaliereerrante

    @Aquila-11 …. ehm …. sei un …. sei un ….
    SAGGIO !!!! 😛
    @Ifigenia-12 …. deconcentrazione massima ?!? 😯
    MOLLA I PAPPAFICHI !!!! :mrgreen:
    @Martina-?!?
    AHO’ MA ‘NDO STA ?!?
    CHI E’ STATO QUER …. EHM …. QUER FIJO DE ‘NA …. EHM …. CHE TE SE PRESE TUTTA QUANTA ?!?
    @WU MING ?!? 😯
    Chedè … ‘na specie de vaso preggjato ???
    Mah …. comincjamjo maluccjo co’ sto salotto novo de zecca !
    @Aquila …. sii meno saggjo e tornamjo sur concreto !!!! 😆

    "Mi piace"

  11. effetivamente Garcia Marquez non è per tutti.

    "Mi piace"

  12. Io sto leggendo “Nessuno si salva da solo” della Mazzantini. L’ho iniziato sotto l’ombrellone ma non ce la faccio proprio a leggerlo. Sarà che questo per me è un momento no … di solito divoro i libri, se la lettura mi appassiona, non riesco a smettere. Ma questo libro, secondo me, è orribile.

    @ Ify
    Anche per me “La storia” è un romanzo difficile ma bellissimo. Da rileggere.

    Buona notte … vediamo se riesco a leggere qualche pagina prima di addormentarmi … 😉

    "Mi piace"

    • @Marisa: neanch’io impazzisco per la Mazzantini, e il suo primo libro è stato l’unico, delle mie pile dei libri cui sono legata come avessero un’ania (e secondo me ce l’hanno), di cui mi sono disfatta a cuor leggero.

      Per quanto riguarda “La storia”, che credo sia il libro che ho amato più in assoluto, l’approccio è stato difficile. L’ho preso e riposto non so quante volte, proprio non scorreva, e poi all’improvviso è scoppiato l’amore, e me lo sono divorata, e ancora e ancora e ancora….

      Un altro libro che ho amato visceralmente è stato “Vino e pane”, di Ignazio Silone, mentre nel novero dei libri che comunque mi hanno coinvolto aggiungrei “E venne chiamata due cuori”, di Marlo Morgan, “Fontamara” sempre di Silone e “Cristo si è fermato ad Eboli”, di Carlo Levi. Ho amato “Se questo è un uomo”, di Primo Levi, ma non sono riuscita a digerirne il sequel, “La tregua”.

      Bellissimo anche “Hitler, la sua battaglia”, di Silvio Bertoldi.

      "Mi piace"

  13. Bruno, sono romanzi storici. Hanno un sito molto articolato, se lo cerchi puoi trovare molto loro materiale online. E’ uno pseudonimo,sotto cui si celano vari scrittori, scrivono i loro libri a più mani. Uno di loro, con lo pseudonimo “Luther Blisset” (sì, come il calciatore) ha scritto il famoso e bellissimo “Q”, tradotto in molte lingue (diventato best seller in Inglese).

    "Mi piace"

  14. La Storia è uno dei libri più belli che abbia letto,infatti l’ho riletto più volte. Penso che pochi libri mi abbiano coinvolto emotivamente come quello…

    "Mi piace"

  15. cavaliereerrante

    @Martina-16 : grazie dell’ informazione ! Ne terrò conto …. 😛
    @Ifigenia-12 : come te, quando lessi la Storia alla fine del 1976, cercavo di incontrare con ogni mezzo la Morante ( che pure era Scrittrice che amavo ! ) per tirarglielo in fronte, se non fosse stato che ero già Cavaliere Errante non restio alla fragilità femminile e anche perchè, per sollevare quel mattone di 608 paginone e scagliarlo addosso ad uno, ci sarebbe voluto un paranco 😥 , mentre ora che da un mese lo sto rileggendo ( sono arrivato a pagina 535 ! ), lo trovo un libro meraviglioso, fra i più belli e commoventi che abbia mai letto !
    @Marisamoles-15 … ehm … dormi già cara Amica ?!? Lo sospettavo, giacchè non c’ è – fatta salva la massima “de gustis non disputandum” ! – un sonnifero più letale dei libri della @Mazzantini :mrgreen:

    "Mi piace"

    • @Ser Bruno: tu pensa che “La storia” è ambientato nel quartiere in cui sono nata 🙂

      "Mi piace"

  16. @ Cavaliere

    Guarda, sarei anche contenta se il libro della Mazzantini facesse l’effetto del sonnifero, visto che soffro d’insonnia. E invece no. 😦
    Comunque ieri sera ero talmente stanca da non avere la forza di leggere nemmeno una riga.

    "Mi piace"

  17. cavaliereerrante

    Beh … carissima @Marisa … “De gustis non disputandum est” … ma continuo a credere, se posso dire così, che non ti sei persa granchè “non leggendo nemmeno una riga” … della @Mazzantini, una scrittrice, a mio fallibilissimo giudizio, più o meno come tantissime/tantissimi altre/altri …. che poco tengono, poco danno . 😀

    "Mi piace"

  18. Non ho letto “Il maestro e Margherita” ma anche a me ne hanno parlato molto bene… però sono d’accordo sul fatto che c’è tempo e tempo per leggere ogni singolo libro…
    ho aspettato circa trent’anni per farmi travolgere dal “Piccolo Principe”… beh, ora lo colleziono nelle diverse lingue…
    ancora, ho cominciato a leggere “Q”, di cui parlava Martina, e l’ho trovato un capolavoro… impegni lavorativi mi consentivano però di leggerne poche pagine e neanche tutti i giorni… ergo, l’ho lasciato, in attesa di leggerlo – un giorno – tutto d’un fiato…

    "Mi piace"

    • @Kalos: di primo acchito, “Il piccolo principe” sebra un libro per bambini delle elementari.

      Bisogna rileggerlo dopo che tanti anni che sbattiamo il grugno contro la vita, il mondo e chi lo abita, per capire come quel libro stia cercando di farci capire come ci stiamo assimilando, perdendo, e tenti di recuperarci alla bellezza della semplicità e degli affetti più sinceri.

      "Mi piace"

  19. Io ho letto “Il piccolo principe” l’anno scorso, più che altro perché “tirato per la giacca” da tutti quelli che sostenevano fosse un capolavoro.
    A me non ha detto niente di particolare.
    Ho faticato a leggerlo, non l’ho capito e non ho capito cosa ci si trovi di eccezionale in questo libro.
    Ma forse non era il momento adatto per me.
    In fondo, i libri sono come le mele: bisogna sempre assaggiarli una seconda volta (lo disse Eva a quel “ciula” di Adamo…)

    "Mi piace"

    • @Aquila: beh, considerando la risposta appena data a Kalos… insomma, forse on ti sei ancora perso e non ne hai bisogno 😉

      "Mi piace"

  20. cavaliereerrante

    Ah …. Amico mio …. ora capisco il tuo insistere a proporre “Torte di mele” della Nonna ! :mrgreen:

    "Mi piace"

  21. “Della nonna”, mica “della donna”… :mrgreen:

    "Mi piace"

  22. cavaliereerrante

    Della “nonna”, eh …. 8)
    FURBACCHIONE !!! :mrgreen:
    Se dicevi “torta della donna”, aquila d’ un parapadano, creavi rivalità e/o gelosie, quindi correvi il rischio di mangiarti la torta “da solo” !!! 😆

    "Mi piace"

  23. Accidenti da quant’è che manco! Cercherò di recuperare.

    Intanto buonasera a tutti. Sono reduce da una giornata di corso tenuto in lingua ostrogota, cioè in quel linguaggio tecnico italianizzato per cui alla fine non capisci un accidente, non dei concetti, che sono pure banali, ma proprio dei termini in cui cui vengono esposti.

    Per farla breve, ho detto chiaro e tondo al docente “Lei mi sta spiegando come fare un uovo al tegamino in cinese, e se chiedo spiegazioni pare che io non riesca a capire una cosa banale come cuocere un uovo:E’ IL CINESE CHE NON CAPISCO, sia chiaro”.

    I termini usati nel corso credo saranno oggetto di un prossimo post, per ora accontentatevi di un assaggio come “reffare” e “overraidare”.

    Una cosa avrei capito benissimo da questo corso se già non l’avessi saputa da prima: HO DECISAMENTE SBAGLIATO MESTIERE! 😯

    Torno per rispondere a tutti, il discorso dei libri mi piace proprio, e quello di quando leggerli è decisamente un argomento interessante: ancora un po’ di pazienza, domo una pila di piatti e torno. 😀

    "Mi piace"

  24. cavaliereerrante

    Il libro, è un pezzo d’ anima ! Ed ognuno
    si lega a lui, se trova un’ emozione …
    sì come a lui non la può dar nessuno
    quale che sia e quanta la lezione !

    "Mi piace"

    • @Ser Bruno: è vero però che il libro assume un valore diverso a seconda del momento in cui lo leggiamo, e deve essere quello in cui alla nostra anima riesce a legarsi.

      "Mi piace"

  25. cavaliereerrante

    Sicut est …. Amica mia !
    C’ è in quelle pagine, sfogliando le quali abbiamo riso o versato lacrime, in quelle pagine che abbiamo studiato talvolta con l’ ansia di un esame o su cui abbiamo gioito emozionandoci, un frammento significativo del nostro vissuto, un sottile filo che lega indissolubilmente, quella carta amata e odorata e accarezzata e custodita con cura e protetta dalle intemperie e dagli insulti del tempo, all’ anima nostra .
    Così, il libro vive, e ci accompagna … sempre !

    "Mi piace"

    • Mi sono ricordata di un altro libro che mi ha appassionato, da cui è stato tratto pure un film: “Mai senza mia figlia”, di Betty Mahmoody.

      Un’americana e sua figlia vengono rapite dal marito iraniano, e tenute prigioniere a Teheran: tra mille abusi, coraggio e peripezie, riusciranno a tornare negli Stati Uniti: da non perdere.

      "Mi piace"

  26. cavaliereerrante

    All’ ombra delle fanciulle in fiore …
    Illic laeti semper manebimus !!!! 😛

    "Mi piace"

  27. rosigna

    Io sto leggendo “Togliamo il disturbo” di Paola Mastrocola … un’analisi ironicamente triste sul mondo odierno della scuola. Secondo me lei scrive moooolto bene … il fatto è che a volte devo fermarmi perchè mi assale un malumore terribile pensando a quello che è e sta diventando la scuola …

    Poi mi trovo molto d’accordo sui libri che sono piaciuti a Ify … anch’io ho adorato “E venne chiamata due cuori”. Però devo dire che degli ultimi libri letti quello che per una serie di motivi ho sentito più “mio” è stato “Come mi batte forte il tuo cuore” di Benedetta Tobagi.

    … e sono anche d’accordo sul fatto che è il libro che sceglie il momento adatto per essere letto. Ci sono anche libri che non sono riuscita a leggere e penso che non leggerò mai. Uno di questi è “I fiori blu” di Raymond Queneau .. l’ho iniziato 2 o 3 volte ma non sono mai riuscita ad andare oltre le 20 pagine. Alla fine ci ho rinunciato definitivamente.

    "Mi piace"

    • @Rosigna: terrò presente i tuoi suggerimenti (dove c’è Rosigna, c’è casa 😀 ).

      "Mi piace"

  28. rosigna

    là là là
    là là là là
    là là là là là là là
    là là là
    là là là là
    là là là
    là là là là

    … buonasera signori e signore, e dopo la pausa pubblicitaria riprendiamo la nostra trasmissione LIBRI: COME, DOVE, QUANDO

    "Mi piace"

  29. cavaliereerrante

    @Rosigna ( 1.348.976° benvenuta !!! 😆 ) lode a te, per aver letto il libro di @Benedetta Tobagi, un Libro con la “elle” maiuscola, scritto assai bene, ma soprattutto “nobile”, un testo che, se la Scuola Pubblica fosse degna della sua funzione, si dovrebbe adottare in tutti gli ordini di studio !
    Ma detto questo, leggo che leggete non pochi “cosiddetti” bestsellers, libri destinati, passato il prurito della moda, il tempo implacabilmente destinerà al macero !
    Possibile che nessuno/nessuna di voi abbia letto lo straccio di un libro di P.D.James ( Phillis Dorothy James ), una novantenne Signora fatta “Sua Pari” dalla Regina Elisabetta II d’ Inghilterra “per straordinari meriti acquisiti nel settore della Sanità Pubblica Inglese”, e che a tutt’ oggi, in aggiunta, è uno degli Scrittori mondiali più letti e venduti ???
    E non sento neanche nominare ( ah …. queste nuove generazioni che braccano le @mazzantini, i @moccia ed altri azzeccagarbugli del genere ), il grandissimo catalano @Manuel Vazquez Montalbàn, così amato da @Andrea Camilleri ( attualmente, per la critica e per il pubblico che divora i suoi libri, il nostro massimo scrittore vivente, forse insieme al solo @Antonio Trabucchi ) da fargli chiamare “Commissario Montalbano” il suo personaggio più celebre ?
    Nè citare Margareth Doody, vendutissima in tutto il mondo ed edita in Italia dalla Sellerio, che una ventina d’ anni fa iniziò il ciclo di “Aristotele Investigatore”, creando libri gialli ambientati nell’ antica Grecia ( 4° secolo A.C. ), descrivendo la quotidianità di quei Greci con una precisione documentata tale, da far sentire me, reputato dagli altri un raffinato ‘grecista’, un modesto parvenu ?
    Ah …. o tempora, o mores !!!
    Mala tempora currunt de Litteris, etiamsi de gustis non disputandum sit !
    😥

    "Mi piace"

  30. rosigna

    @cavaliere … siccome non si discute riguardo ai gusti … non discutiamone!!! Ma possiamo sicuramente cogliere i tuoi spunti per eventuali letture estive …

    Su su … non piangere!!!!!

    "Mi piace"

  31. ma ma ma… io ADORO Queneau! Rosy, leggi “Troppo buoni con le donne”, una presa in giro al vetriolo della rivolta del 1916 in Irlanda, divertentissimo e tagliente…. vedi che quello lo finisci eccome 😉

    "Mi piace"

  32. rosigna

    Ok Martina … se lo dici tu ci credo!!!! Proverò e ti farò sapere 🙂

    "Mi piace"

  33. Niente ombrellone per me…ancora scrivania, ufficio, pc, colleghi, insomma, solito tran tran…ma seguirò volentieri le vostre conversazioni…grazie a ifigenia per aver curiosato nel mio blog. Il tuo, adesso che l’ho scoperto, non lo mollo più. a presto.

    "Mi piace"

  34. cavaliereerrante

    Conosco quel tran tran che rende le giornate sempre uguali a se stesse ( a luglio poi … è pestifero !!! ), cara @emmecarla, per aver diretto l’ Ufficio Tecnico di una grande Banca a Roma in Via del Corso, sò quindi di che parli .
    D’ estate, io lo vincevo diversificando ( e prolungandole fino ad ore antelucane ) le mie serate fuori con gli amici o, quando volevo riposare bene, restandomene in casa e leggendo buoni autori tipo Manuel Vazquez Montalbàn, il cui malinconico eroe Pepe Carvalho non di rado mi trascinava per le ramblas di una Barcellona da sogno !

    "Mi piace"

    • Vi lascio amenamente chiacchierare, e vi so la buonanotte

      zzzzzzzzzzzz (sta per “emoticon assonnato”).

      "Mi piace"

  35. Bello il template estivo…

    "Mi piace"

  36. cavaliereerrante

    @Kalo … ehm … accomodarsi con te su un divano, omettere qualsiasi bevanda che non zia il tuo magico “Alezio” …. berselo gustandolo a piccoli sorsi e parlare fra noi non epidermicamente, non ostante i tuoi impegni di lavoro ed i miei, di tutto e di niente, beh è cosa a cui non potrei mai rinunciare !
    Porta i miei affettuosi saluti a @Fede …. se si è ripresa … ehm … dall’ impegnite che le hai attaccato Tu col tuo lavoro pressante ! 🙂

    Ps. Cara “pisola” @Ifigenia, lungi da me invadere la privacy … ma mi piacerebbe sapere se il mio grande, giovane Amico ( quel Ragazzone entusiasta della vita “on the road” … ) ha in parte o in tutto risolto i suoi problemi . Mi è sufficiente saperlo “per linee generali”, bastandomi soprattutto sapere se ci legge, avendo la certezza che gli vogliamo bene e lo stimiamo per quanto vale e …. che ci manca tanto !

    "Mi piace"

    • @Ser Bruno: non credo se la passi bene… però ti prego, continuiamo il discorso in privato, anche se non so nulla più di questo. Silenzio, silenzio, silenzio, che non è un gran bel segnale 😦

      "Mi piace"

  37. cavaliereerrante

    Proprio questo volevo !
    Nessuna mia intenzione di scrutare nel privato di qualcuno/qualcuna, sia pure di una persona che stimo ed a cui ho imparato, qui, a voler bene .
    Mi basta questo …. grazie @Ifi !
    @Bruno “senza Ser” …. 😛

    "Mi piace"

    • @Bruno: @Ser, o non @Essèr, questo è il @Dilemm 😯

      "Mi piace"

  38. cavaliereerrante

    E perchè ?!?
    @Bruno …. e nessun dilemma !
    Un po’ come “Il nome della rosa” !!!! :mrgreen:

    "Mi piace"

  39. @cavaliereerrante:
    gli impegni sono di lavoro, ahimé, “in senso lato”…
    per la bevanda, anche se non è un Alezio doc, non fa niente…
    magari un “Prosecco di Valdobbiadene” come aperitivo…
    se è un rosso va benissimo un “Primitivo di Manduria”, un “Breganze dei colli berici “(imprescindibile sul “baccalà alla vicentina”) ovvero una “Cagnina di Romagna” (ottima con le caldarroste);
    sui bianchi un “Bolina” (che gusto generalmente su un piatto di “cavatelli agli scampi”), un “Gambellara” o anche il più noto “Est Est Est”
    come vino da dessert un “Recioto” ovvero un classico “Passito di Pantelleria” (che mi viene fornito da un mio cliente che in quell’isola ha una casetta)
    per lo spumante, “Muller Thurgau” o lo spumante che fa mio padre…
    Prosit!

    "Mi piace"

  40. dani

    Qui si parla di libri… Con i libri ho attraversato periodi un pò strani. Appassionata per lunghi periodi ho alternato altri di minore intensità ma sempre di rilievo. Negli ultimi anni ho perso l’entusiasmo. Continuo a leggere ma pochi libri riescono a coinvolgermi.. Ecco mi manca il convolgimento che provavo una volta. Di recente sono riusciti ad assorbirmi la trilogia di Stieg Larsson e .. abbastanza “La cura Schopenhauer” di Irvin Yalom.
    Ora sto leggendo “Memorie di una maitresse americana” di nell Kimball. Mi piace…
    Ma ritroverò mai quella splendida sensazione di assorbimento totale?? 😦

    "Mi piace"

  41. Dani: e certo che puoi trovare un assorbimento totale!
    Con il mio, di libro! :mrgreen:
    (Ehm… giuro che non vuole essere un intervento pubblicitario… 😳 )

    "Mi piace"

  42. dani

    eggià ne sono sicura .. 🙂
    mi sono capitati un pò di impicci ma andrò presto in libreria..
    ricordi la promessa che mi hanno fatto?

    "Mi piace"

  43. Se te l’avesse fatta un uomo, staresti tranquilla, ma tra voi donne…

    "Mi piace"

    • @Aquila e Dani: grazie per tenere vivo e allegro il mio divano!

      Io in questo momento sono fuori fase, ma prometto che domani mi verrò anch’io ad accomodare un po’ qua 😀

      "Mi piace"

  44. Ma qui circolano cinque o sei “Dani”. Come faccio a sapere qual’è quella… che è proprio quella? :mrgreen:
    (ce dovete mettere la foto!)

    "Mi piace"

  45. Fai come se fossi a casa tua!
    Magari ti facciamo trovare un bel frizzantino come aperitivo…

    "Mi piace"

  46. Cari amici,

    per farmi perdonare l’ultimo post serioso e lacrimoso, vi invito a seguire le istruzioni date da questo blogger, e il sorriso ci sarà di sicuro!

    http://giulioverde.wordpress.com/2011/08/08/umorismo-di-google-maps/

    "Mi piace"

  47. Ma che mattacchioni quelli di Google… io ho un amico che ci lavora, adesso capisco perché passa così tanto tempo su Facebook 😀 😀 😀

    "Mi piace"

  48. Evabbeh, vada per la torta di mele…
    Farò la sauna…

    "Mi piace"

    • @Aquila: Ieri mia figlia ha fatto un plume-cake favoloso, peccato non averlo potuto dividere con voi 😀

      "Mi piace"

  49. Caspita!
    Il plumcheic è uno dei miei dolci preferiti!
    Quindi vuoi dire che chi si prende te eredita anche una chef-in-progress?
    (O viceversa, chi si prende tua figlia eredita anche una suocera-in-happyness?)
    :mrgreen:

    "Mi piace"

    • @aquila: eh sì, è tutto un pacchetto! 😆

      "Mi piace"

  50. @Martina.
    In questi giorni infuria la polemica fra Vasco Rossi e Ligabue (sollevata dal primo).
    A quel che mi sembra di capire l’uno ti è indifferente e l’altro non lo sopporti. 😕
    Anche qui è difficile scindere le canzoni dalla persona/personaggio, inevitabilmente si parla di show-business.
    Il Blasco ha affermato che il Liga “è un bicchiere di talento in un mare di presunzione”.
    Sentivo alla radio un ascoltatore che diceva di aver lavorato con entrambi e che Vasco aveva ragione.
    Ora io non so niente di Ligabue, però non mi sembra troppo scontato o banale: nessun accenno ai buoni sentimenti, ma neanche a quelli troppo “alternativi”.
    Alcune canzoni hanno il sapore del Dejà vu, più introspettivo.

    Vasco ha campato sulle cose tipo “Siamo solo noi” (noi contro, noi che abbiamo capito la vita, noi sfigati per colpa della “società”) , “C’è chi dice no” e cose simili.
    Io l’ho musicalmente conosciuto ai tempi di “Non siamo mica gli americani” e “La nostra relazione”, giovane sconosciuto che girava con nastri demo per le radio bolognesi. Ed era tutta un’altra storia.

    Di fatto la crisi creativa si è fatta sentire presto, ed ora quando sento la strofa di una canzone, indovino già come sarà la successiva. Tipo “,,,sigmorina, quella mano lì, prova a metterla qua e qualcosa accadrà”. 😡
    Ho conosciuto persone che hanno suonato con lui e, probabilmente, è più compagnone di Ligabue, a patto che ci sia il “condimento” giusto.

    Il Liga fa meno gossip e, anche se qualcuno mi ha detto che è ” disonesto intellettualmente” (che non capisco cosa voglia dire) varia di tematiche.
    Conoscendo un po’ l’ambiente non dubito che possa avere presunzione e manie di protagonismo.
    Però Vasco si è preso il ruolo di Guida e Guru, generazione dopo generazione, il Liga fa solo il suo sporco lavoro.

    Scusa, magari ho preso a pretesto questo tuo commento per togliermi ‘sto dente.
    Quello che voglio dire è che Ligabue può non piacere musicalmente, ma la cosa dovrebbe fermarsi lì, mentre per altri cantanti diventa una questione, se vuoi, anche sociologica.
    In osteria, andiamoci insieme e lasciamo a casa tutti e due. 😀

    Magari il mitico Pan avrebbe avuto un’opinione più professionale da illustrarci.

    Ps: il mio nominare CL era da associare alle persone come la Costanza.
    Ify, frequentava sia i ciellini che quelli della Fgci. Ecco, per me era moralmente impossibile e a tutt’oggi faccio fatica a capirlo.
    Quando si diceva “il personale è politico”. 😦

    "Mi piace"

    • @Bali: rispondo solo all’ultima parte (su tutto il resto concordo, nel senso che non conosco nessuno dei due, però Vasco mi ta sulle balle “a pelle”, e le tue motivazioni sono ineccepibili).

      Io non frequentavo “ciellini” o giovani comunisti, io frequentavo – e frequento – persone. Le persone che frequento io sono persone oneste, motivate, impegnate, in buona fede. Sono persone intelligenti, disponibili (un po’ più verso chi la pensa come loro…) e del loro colore, epidermico o politico che sia, non m’importa.

      Ho pagato nella vita un conto salato per non essermi mai schierata, nel senso di non aver mai fatto parte, più o meno ciecamente, di un partito o di un qualsivoglia gruppo. Giudico persone e fatti singolarmente, volta per volta, e questo ha creato non pochi problemi a chi vorrebbe “inquadrarmi” e non riesce. Se un partito porta avanti una campagna, una petizione, per qualcosa in cui credo, a me non importa un fico secco se la campagna è firmata Partito Democratico o Alleanza Nazionale (anche se ammetto che, per partiti come la Lega, dovrei un bel po’ turarmi il naso).

      Io mi considero una libera pensatrice, e rispetto il libero pensiero altrui. Non ci vedo nulla di incompatibile ad andare a preparare i pasti alla mensa universitaria con gli amici ciellini e a vendere il pomeriggio gadget alla Festa delll’Unità con gli amici giovani comunisti.

      Non ho mai partecipato con gli uni ad adorazioni di Cristo né con i secondi a campagne a favore dell’aborto, io personalmente non mi identifico né con gli uni né con gli altri, e infatti né degli uni né degli altri faccio parte, ciò non toglie che non mi senta affatto “inquinata” dal frequentare i loro membri e rappresentanti.

      Spero di essermi spiegata.

      "Mi piace"

  51. La prossima volta parliamo di questa tua simpatia 😀 :

    "Mi piace"

  52. Ahahah, caro Bali, ma sì quando si va in osteria? 😉
    eh lo sapevo che per voi della padania subappenninica il Liga è intoccabile 😀
    Allora, lui non mi è mai piaciuto neanche vent’anni fa, quando faceva parte dei tamarri-truzzoni del rock italiano. Per chi non fosse dell’alta lombardia, il truzzone è una sorta di coatto della peggio specie, appunto uno che mette la musica in auto a tutto volume, abbassa i finestrini e si apre la camicia sui peli del petto. Per carità la definizione “truzzo” non ha accezioni politiche, infatti trovavi spesso la fattispecie pure alle feste dell’Unità. Difatti il Liga io me lo immaginavo a far la fila per uno gnocco fritto (gnocco al maschile, eh! 😀 )… 😛
    Adesso, in venti anni di assenza dal suolo italico me lo sono ritrovato trasformato, eh si, forse vuol fare un po’ troppo l’intellettuale, si è forse dimenticato di quando si slacciava le camicie sotto ai giubbotti di pelle 😆 Dall’altra parte mi sono ritrovata un Vasco che forse è meglio che vada alla bocciofila, come ti ho detto a me non ha mai sconfinferato. Ammetto ero un po’ snob in fatto di musica italiana, ai tempi ascoltavo Diaframma, Litfiba prima che Piero Pelù trascendesse al ruolo di divinità insopportabile e quando ai loro concerti c’erano solo una ventina di persone, e quel supponente di Battiato. Poi tutti quei comunistacci di cantautori, ma se solo avessi previsto tutto questo… 😉
    Ecco per quanto riguarda i ciellini, tralascio il racconto di cosa gli facevamo noi alle superiori. No, concordo al 200%, frequentarli ERA IMPOSSIBILE, quelle spillette con scritto Solidarnosh o comecavolo si scriveva ma dove ti veniva voglia di mettergliele? E poi scusate ai miei (nostri) tempi io i ciellini (che poi produssero l’indegno Formigoni) qui a Milano me li ricordo belli rissosi… insomma ho memorie di qualche “scontro” non solo verbale alle assemblee d’istituto… eh che tempi 😀
    Insomma, bisognerebbe ricordare tutte queste cose davanti ad un bicchiere (o due) di vino, eh? Ma sì, invitiamo anch il Liga… basta che non canti.

    Dimenticavo, nella canzone che hai postato prima, si vede lontano un miglio che l’ha scritta un uomo che si fa… le seghe mentali (ho finito il libro! 🙂 ). Una donna avrebbe scritto: “ma piantala con ste menate, da’ qua quella valigia che te la porto io sennò perdi il treno, che ne hai già persi troppi”.
    Rendo l’idea? 😉

    "Mi piace"

  53. Ci siamo incrociati… io DETESTO gli U2!!!! Paul Hewson aka Bono è un supponente che si crede il braccio destro di dio, ma quale braccio, lui E’ Dio! Il suo atteggiamento protagonistico ormai è preso di mira da tutta la satira anglosassone e irlandese. 😉
    Mi piacevano agli inizi, fino a The Unforgettable Fire, prima che diventassero plurimiliardari. andavo anche ai loro concerti, non credere. Poi basta 😉
    Se penso che Bono è stato anche mio vicino di casa…. beh, quasi vicino…. nella stessa zona, diciamo 😉 Però le sue figlie andavano nella stessa scuola dove mio figlio ha fatto la prima elementare per 4 mesi… scuola pubblica, devo dire, tanto di rispetto 🙂

    "Mi piace"

  54. No no, con i ciellini intolleranti SEMPRE (e tu sai quanto io sia un tipo intollerante unicamente al lattosio) esattamente come loro lo erano con tutti gli altri. Piuttosto uno della Lega (moderato, ovviamente). e non scherzo.
    Mi ricordo una leader ciellina alla fine degli anni ’70 nel nostro ameno quartiere della periferia di milano, una di quelle che con la chitarra sempre in mano ti sbatteva in faccia le canzoncine sulla solidarietà, e predicava a tutti, in adorazione ad un nascente Formigoni, la castità assoluta prima del matrimonio. Rimase incinta come una fessa a 17 anni dal suo ragazzo, anche lui ciellino, anche lui “casto”, anche lui chitarra (e ovviamente non solo) in mano all’oratorio di quartiere. Ovviamente non avevano usato contraccezione, perché lo vietava il papa.
    Ma almeno noi leggevamo Porci con le li ed eravamo coerenti… 😈

    "Mi piace"

  55. @Ify, tu, secondo me, fai troppo affidamento alla “buona fede” delle persone.
    Quelle che tu menzioni erano molto di facciata ma di sostanza completamente diversa, almeno a vedere cosa hanno poi inteso costruire, che modello di società.
    Non dico che questo non fosse anche negli ambienti di sinistra, almeno in quelli maggiormente istituzionali, tanto che, all’epoca simpatizzavo con chi se ne stava “un po’ più in là”, tipo Il Manifesto, tanto per interci.
    In ogni caso, come dicevo, per tanto tempo “il privato era politico” perché in strada e nella tua vita, portarvi veramente, almeno per una certa fascia di persone, quello che erani i tuoi ideali.
    Vogliamo parlare delle associazioni imprenditoriali e dei loro fini in cui si legavano i seguaci di Formigoni?
    Poi arrivò “l’individualità” e l’edonismo Craxiano a far di tutta l’erba un fascio e a gridare “io sono io e l’importante è che stia bene io”.
    Ed allora alle elezioni si cominciava a votare più le persone e meno i partiti, sempre più carrozzoni istituzionali.
    Ma a prescindere, una corrente politica o di pensiero tenderà sempre ad un obbiettivo, ad assumere una determinata posizione.
    Fini potrà anche dire cose su cui mi trovo d’accordo, ma lo fa auspicandosi una società che io non voglio.
    E’ pur vero che ormai anche la politica improvvisa le proprie linee guida, perché l’importante è arrivare su una poltrona e non scollarcisi più.

    Quelle che son state le idee degli anni settanta sono state cancellate da qualsiasi palinsesto, vengono citate solo come il periodo nero della violenza.
    In realtà c’era un mucchio di persone che lottavano (nelle piazze e sui posti di lavoro) per scardinare un sistema vecchio e ingiusto e proporne uno più attento alle condizioni di chi lavora. Ce l’aveva quasi fatta con Enrico.
    Ma il sistema ha vinto.
    Poi, come detto, arrivò Craxi e diede a tutti quello che volevano: la superficialità ed un falso quieto vivere.
    Ovviamente al giorno d’oggi devo dire che tutto questo è IMHO.
    Una piccola differenza: ieri chi prendeva la parola diceva “noi pensiamo che…” ed era sicuro di non sbagliare. Oggi bisogna dire “io penso che…”

    Live in peace

    "Mi piace"

  56. Ahahahaha @Martina. Le leggende sulle peripezie sessuali dei ciellini all’epoca si sprecavano. 😆
    Eggià porci con le ali…. 🙄

    "Mi piace"

  57. Cavolo, sbaglio le emoticons. Ify me le correggi?

    "Mi piace"

  58. Emoticon corrette.

    Recapitoliamo: io le persone che predicano una cosa e ne fanno sistematicamente un’altra non le reggo, fatto salvo un minimo fisiologico di incoerenza umana.

    Gli ipocriti ci sono sempre stati, sono trasversali a tutto, epoche, società, culture, fasce sociali etc. Noi avevamo “compagni” leader sobillatori (che io non mi sono mai filata) che non hanno aspettato l’età adulta per farsi trovare il posto al sole da papino, ma già dal liceo non partecipavano a scioperi e ad assemblee se dall’interrogazione di quel giorno dipendeva la loro promozione (mentre sobillavano gli altri a disertare in nome di ideali più alti, e che entrare per personale opportunismo sarebbe stato diventare servi del sistema).

    Io ho sempre detto che preferisco un sano mafioso, che almeno fa il suo mestiere, a un magistrato corrotto, preferisco un delinquente dichiarato a un poliziotto prezzolato o che fa abuso del suo ruolo: almeno i primi non fingono di essere diversi da quello che sono, sai chi hai di fronte, almeno hai una possibilità di difesa.

    Ci sono animaliste con la pelliccia nell’armadio, santarelline che si fanno sodomizzare (magari a pagamento) e che però pretendono di essere vergini, senza parlare di quelli che dichiarano di non essere razzisti “però quelli… ” (che mi fanno apprezzare davvero la Lega e Forza Nuova, il cui intento almeno è dichiarato e sai chi sono e chi stai votando).

    Purtroppo, io ho fiducia in eventuali singoli, ma l’umanità è “grossomodo” ( 😉 ) così, incoerente, fasulla, bisognosa di dare un’immagine “pulita” e non abbastanza forte e determinata da esservi coerente, bisognosa di sentirsi forte, di sentirsi winner (o sublimata dall’essere loser, anche questa sprezzante vittoria dell’essere controcorrente).

    Ne ho visti tanti di incoerenti, troppi. Vi ricordate l’assassino del piccolo Tommy (Mario Alessi mi pare) che diceva in televisione che non vedeva l’ra che venisse ritrovato, che lui per primo avrebbe dato una festa, perché i bambini sono angeli? E lasciamo stare Marrazzo, magari parliamo del vicino di casa…

    Ecco, io a questa incoerenza, a questa falsità imperante e dilagante, non me la sento di dare un marchio, di chiamarla CL o cosa, perché, ripeto, l’ho sempre vista ovunque, ed è assolutamente trasversale.

    "Mi piace"

  59. Toc toc … è permesso? Mi accomodo anch’io per qualche minuto sotto il vostro ombrellone (poi, però devo scappare!) per raccontare la mia esperienza con i ciellini.

    All’università c’era il solito gruppetto, devo dire abbastanza cordiale e non troppo appiccicaticcio. Insomma, vivi e lascia vivere … L’armonia regnava sovrana fra noi finché un giorno, complici le elezioni (universitarie, ovvio), qualcosa si è incrinato. Mi si avvicina una della ragazze che conoscevo e mi chiede se avrei votato per loro (i ciellini). La guardo spalancando gli occhi – della serie “ma che ca**o dici? – e cortesemente rispondo “no, sai, non la penso come voi …”. Oddio! Non l’avessi mai fatto! Quella mi guarda e acida fa “e allora perché ci saluti?”. Allibita rispondo: “perché l’educazione me l’hanno insegnata …”.
    Fine della prima puntata.

    Premessa alla seconda puntata. Io andavo a studiare in un’auletta di lettura davvero piccola. C’erano dei banchi posizionati a ferro di cavallo e un tavolo molto grande all’altra estremità. Cercavo di piazzarmi là perché così alle mie spalle avrei avuto l’enciclopedia dantesca che mi serviva per la tesi che stavo preparando e ogni tomo era pesantissimo, quindi mi faceva comodo sedermi là e avere tutto a protata di mano. Arrivavo presto ed ero la prima ad entrare. Il bidello quasi quasi mi voleva lasciare le chiavi …
    Loro, i ciellini, arrivavano dopo e mal digerivano il fatto che io mi accaparrassi il posto privilegiato (da loro, evidentemente) e lo occupassi quasi completamente con i tomi dell’enciclopedia e tutto il resto del materiale che mi serviva (da notare quanto fosse faticoso preparare una tesi allora … altro che Internet e pc!). Un giorno arriva una delle cielline, che conoscevo bene (qualche anno dopo, tra l’altro, ha avuto la sua rivincita fregandomi il posto a scuola, una cattedra provvisoria che ero convinta mi spettasse, avendo io due bambini piccoli, ma la perfida, era stata più prolifica e ne aveva fatti tre, uno all’anno 😦 ). Quel giorno evidentemente aveva la luna di traverso perché entrando e vedendomi seduta al “mio posto”, mi guarda sprizzando odio da tutti i pori, e fa “maledetta!”.

    Alla faccia della carità cristiana … siamo tutti fratelli, meno che i ciellini.

    "Mi piace"

    • Cara Marisa, intanto benvenuta sul nostro divano, e accomodati pure, fai come fossi a casa tua! Il frigo è pieno serviti pure 🙂

      Purtroppo la mentalità che “Chi non è con me è contro di me” è piuttosto diffusa (mi riferisco alla prima puntata), e io fui minacciata di bastonate da un “compagno” perché non partecipavo a una “manifestazione per la democrazia”: quello che mi racconti purtroppo non mi stupisce, né da parte dei ciellini, né di nessun altro gruppo (comprese le famiglie che, quando discutono con un qualche zio o affine, pretendono schieramenti, pena i voltafaccia).

      Secondo episodio: “Se l’invidia fosse febbre tutto il mondo ce l’avrebbe” è pure un dato di fatto a diffusione universale.

      La gente ama l’umanità, è il vicino di casa quello che non sopporta.

      "Mi piace"

  60. @Ify, che dire: ad ognuno le proprie esperienze e le debite conclusioni.
    Le mie mi hanno fatto vedere come un certo tipo di atteggiamento ipocrita, incoerente e talvolta bastardo era usuale in certi ambienti e meno, ma molto meno in altri.
    Se non altro dalla parte in cui stavo io c’era più apertura al confronto, credo 🙂
    Certo che con chi amichevolmente ti voleva pagare un caffè (in modo sincero) e la sera sarebbe andato a sprangare qualche compagno (Forza Nuova che tu menzioni), non ci parlavo neanche ed anzi, era il mio nemico.
    Si viveva separati da grossi muri, per fortuna.
    Aneddoto: nella Bologna degli anni ’70 era impensabile dichiararsi missini o inneggiare al periodo fascista (che direi è anticostituzionale). Allora i giovani di allora avevano cominciato a ripararsi sotto le ali del partito liberale. A scuola però, per distinguersi, venivano sempre vestiti in giacca e cravatta (mentre direi che tutti viaggiavamo in jeans) e snobbavano chiunque, ritenendoci poveri pezzenti.
    Ma chi riusciva meglio negli studi? Che lavoro avrà trovato a loro papino?

    Nota: bisogna pensare che allora destra o centro-destra aveva un significato molto diverso rispetto ai giorni nostri.

    Che un leaderino della sinistra più o meno parlamentare non facesse quello che predicava (ed in cui credeva perciò non sobillava, informava 😛 ) era al di fuori di ogni questione: febbre a 40? In piazza si guarisce 😀

    Ma tutto questo appartiene al passato anche se una certa dose d’intolleranza mi è rimasta.
    All’epoca avevo diversi amici romani e mi raccontavano di scenari incredibili ma diversi da quelli della mia Bologna.
    Lo sai, permane in me la sensazione che Roma sia una “piazza” totalmente diversa da quella delle città più a nord.
    No, non sto facendo distinzioni fra nord e sud; chissà, forse la presenza dei ministeri, della maggior parte dell’apparato politico, qualche differenza l’ha prodotta. (mi mantengo su un analisi superficiale, eh).
    Poi anche la propria opinione di allora, non parlo di te, in qualche modo era anche modulata dall’ambiente e dalla famiglia di provenienza (mi pongo ora la domanda).

    Mi piacerebbe se Kalojannis raccontasse qualcosa in merito.
    Io ho qualche testimonianza di Torino e di Milano.

    Sto diventando noioso? Mi fermo qui.
    Certo che questo tuo considerare l’umanità “grossomodo” vuol dire tentare un approccio più antropologico e sociologico: perché alla fine si arriva ad interrogarsi sulla natura dell’uomo.
    E qui si apre una questione che non ti dico. 😀

    Ma forse è meglio rilassarsi un attimo e giocare un po’. :mrgreen:

    "Mi piace"

    • @Bali: sì, io ne faccio più una questione sociologico-antropologica, il fatto che ogni persona rappresenta se stessa non è una cosa che penso solo sulla questione razziale. Certo, uno segue una corrente piuttosto che un’altra in base ai suoi principi e alle sue idee (e a fattori culturali, ceto, posizione di nascita, cosa gli hanno insegnato), ma poi la serietà che ci mette, il cuore, la coerenza, sono fattori personali.

      Abbiamo visto anche durante la guerra, che è uno di quegli eventi drammatici ed estremi che spesso portano a galla la vera natura dell’uomo, di “amici” che hanno tradito e venduto compagni, correligionari, parenti e vicini, e “nemici” che hanno dato la vita per salvarli.

      Sai che io non ho nessuna ispirazione per la massa in quanto massa, e penso solo ai singoli che la compongono.

      "Mi piace"

  61. Concordo completamente con Bali. Erano altri tempi, Ify, molto molto diversi. A Milano, come a Bologna, o stavi a destra o stavi a sinistra. Se stavi a destra, eri fascista. A sinistra, eri compagno. Punto.
    Potevi anche stare in centro. Non per forza con CL. Quelli dell’Azione Cattolica ad esempio erano in gamba, venivano con noi a manifestare contro la base di Comiso 😉 E facevano una tonnellata di volontariato, non stavano nei giochetti di potere che ha descritto Bali, quelli dei Formigoniani. Non stavano a farci le menate contro la contraccezione, come i formigoniani. Quello stesso Formigoni che ha aiutato e protetto una Minetti in regione. E mi fermo qui senno dico cose improprie e parecchio antifemministe 😀
    Vedi, per me essere di sinistra significava qualcosa. Non come adesso, che non si capisce più niente.
    Avevo 15 anni, me lo ricordo ancora, ed il padre di una mia grande amica (siamo ancora molto amiche), marxista DOC, mi mise in braccio il Capitale, proprio il libro (un bel tomone pieno di note) e mi disse LEGGILO. Ovviamente crollai dopo 50 pagine e capii ben poco, ma capii una cosa: che non si poteva scegliere all’acqua di rose. Ci voleva impegno. E chi scieglieva una parte o l’altra non poteva fare il saltimbanco.
    Giusto o sbagliato? Erano altri tempi, non sta qui la questione. Erano i tempi in cui il PCI era ancora finanziato dall’Unione Sovietica. Capeggiato da un uomo PURO, di solidi principi. Che non faceva il saltimbanco. E non lo facevamo neppure noi.
    Io piansi davanti alle immagini dei funerali di Berlinguer. Perché ero stupida? forse. Ma perché ci credevo, anche. E sapevo che quella era la fine, come effettivamente fu, degli ideali puri.
    Quello che venne dopo è storia. Troppo recente, purtroppo. E adesso non c’è più politica, ma cronache di orge, veline e minorenni.
    Quasi quasi, preferivo prima. Quasi quasi, rimpiango anche i ciellini che venivano a protestare alle assemblee di istituto perché noi del Collettivo Donne (che i simpatici maschietti avevano prontamente ridenominato Collettivo NONNE) volevamo un’educazione sessuale e alla contraccezione chiara ed esplicita a scuola. ed ai fascisti non gliene fregava niente, bastava che scopassero :ops:. O quando Rouge, il compagno (in tutti i sensi) della 3 A, di cui nessuno si ricordava il vero nome, mise la bomba incendiaria sotto la sedia di quel professore di Latino reazionario. Ovviamente fatta male, non esplose, fu beccato e fu sospeso. Chissà che fine ha fatto… sarà diventato anche lui avvocato? 🙂
    Ora sono tutta malinconica. Ma che mi avete fatto? 😥 🙂

    "Mi piace"

    • @Martina.

      Mi dispiace che i nostri ricordi ti abbiano rattristato. So che è esistito un ideale comunista, in cui però non sono mai riuscita a rispecchiarmi. Non lo so se all’epoca (credo di avere un cinque anni più di te) si doveva essere di destra o di sinistra, so solo che io non ero né l’uno né l’altro, in compenso sono stata perseguita sia come comunista che come fascista (insomma, non mi sono fatta mancare niente).

      Mi dice un mio amico “Tu non hai idea che cosa significasse pensare di lottare per una società più giusta, pensare di poter davvero far qualcosa per le fasce più deboli”: io non mi limitavo a “pensare”di farlo, io non urlavo in piazza, io lo facevo, andando ad assistere i più deboli e più sfortunati, i bambini abbandonati in brefotrofio (che ora, grazie al cielo, non esiste più).

      Erano quelli di sinistra che mi accusavano di essere fascista, ma non erano quelli di destra che mi accusavano di essere comunista, quello era mio padre, e per quello ce le ho pure prese, mentre “i compagni” si sono limitati a minacciarmi. Sono sempre stata fuori dalle logiche politiche, sono un cane sciolto, però non è che le idee non le abbia chiare.

      Io ci credo che Berlinguer fosse un grand’uomo, ci credo che fosse un puro, ma un partito finanziato dall’Unione Sovietica non mi avrebbe mai attirato (come, intendiamoci, mai mi attirerebbe uno finanziato dal Vaticano 😉 ).

      Berilnguer sarà stato, è stato, un uomo legato ad ideali puri, ma gli ideali puri non sono mai legati esclusivamente a un uomo, sono legati a tutti noi, e non moriranno per la morte di un uomo, non moriranno se noi non ci arrendiamo. Tu dici “la fine degli ideali puri”, e no, non ci sto. Forse in politica, certo, non è mica un caso che io non voti, ma gli ideali puri esistono ancora, e ci sono schiere di persone, di tutti i colori politici e apolitici, che li portano avanti.

      Sono molti, ma sempre una minoranza, troppo pochi per quello che occorre, e bisogna rinforzarne le schiere, ma per rinforzarle dobbiamo anche abbandonare certe dinamiche di partito e certe logiche settoriali, e lottare per qualcosa di più elevato.

      Si lotta per gli esseri umani e, stavolta, “Stay human” lo dico io.

      "Mi piace"

  62. Dai @Martina, non fare così.
    Ingrao è ancora tra noi. 🙂
    Qualche ricordo fa bene, ti convince che non tutto quello che hai fatto o che potrai ancora fare non appoggia su errori.
    Eppoi si sa “…a vent’anni si è stupidi davvero…” (da Eskimo di Guccini che, secondo logica, dovrei postare, tanto per confermare che “Noi” siamo gente che un po’ cede alle nostalgie 😦 ).

    Ed invece preferisco questa:

    Cioè, quando io avevo vent’anni tu eri una bambina e già erano cambiate molte cose. Come ti sei agganciata a questo treno? Ogni tanto me lo chiedo. 😉

    Ps: che ne pensi degli scontri violenti che stanno massacrando la Gran Bretagna?

    "Mi piace"

  63. Vabbè, perché non mi riconosce più il link? Cosa sbaglio? Uno spazio o che?
    Scusa Ify

    "Mi piace"

  64. Ah, forse perché uso due punti anziché il segno di uguale. 💡
    Ify cancella tutto, va. Dankeiù 😀

    "Mi piace"

    • @Bali: link aggiustato (per la seconda volta nella giornata, il mio contabile ti invierà la fattura 😛 ).

      Scusa, ma che dovrei cancellare?

      "Mi piace"

  65. Baliiiiii! Ma che mi combini…. oddio quella canzone…. mi hai aperto una diga!!!
    😥
    “Hanno ammazzato Pablo, Pablo è vivo…”
    Guarda che io e te ci togliamo pochissimi anni… e poi io ero precoce 😆
    Sì S’, la mia nostalgia è dolce….e difatti dai, ti faccio un regalino intriso di dolce nostalgia (non solo a te, a tutti, eh? 😉 ): http://killercat.blogspot.com/2010/01/via-festa-del-perdono.html

    Cosa ne penso degli scontri in GB? Sono degli scontri tra teppisti senza ideologia. E qui devo citare un mio caro amico che ha scritto su fb a proposito: non confondo la rivoluzione con un pomeriggio londinese di shopping gratuito. Direi che ha detto tutto, no?
    Questi sono scontri annunciati, di una nazione in disgregazione, con un tasso molto basso di istruzione, scuole che cadono a pezzi e molto disagio sociale.
    Non mi meraviglia.

    "Mi piace"

  66. Ify, i commenti si sono incrociati, il link è anche per te e ribadisco, non mi avete rattristato, è malinconia buona 😉

    "Mi piace"

  67. Scusate, volevo segnalare anche questo http://killercat.blogspot.com/2010/02/non-vendere-i-tuoi-sogni-mai.html , che è il seguito di quel post, così faccio anche un po’ di pubblicità al libro che merita di essere letto 😉

    "Mi piace"

    • @Martina: ho letto i tuoi post, davvero la nostalgia è tanta, e mi hanno portato ancora a riflettere.

      Sai una cosa? Io e te abbiamo tante cose in comune, compresa quella di aver preso un aereo di troppo.

      E per fortuna che siamo su un altro post, non voglio puù parlare di errori.

      "Mi piace"

  68. @Ify, dicevo che magari potevi cancellare le comunicazioni di servizio. 😦
    Manda, manda la fattura: la LEGGERO’ volentieri.

    Dunque, Berlinguer fu proprio l’artefice dello strappo per staccarsi dall’Unione Sovietica.
    I capi carismatici esistono e una delle loro funzioni direi che è proprio quella mantenere viva e presente l’unione delle persone sotto un ideale (più o meno, eh).
    Quando manca il punto di riferimento l’ideale resta e rimane anche nelle teste e nel cuore della gente ma se viene meno la capacità di organizzarsi ed intervengono situazioni che remano contro (quello che poi è successo negli anni ’80), si disperde.
    Diciamo che era il rappresentante mandatario di un’idea comune.
    E non è stato possibile sostituirlo. Per questo ricordavo l’altro grande “Vecchio”, Pietro Ingrao.

    Allo stesso modo è diverso l’impegno del singolo nel sociale e quello comune nel politico.

    Sta attenta Ify che prossimamente rischi di essere segnalata come blog ad alta frequenza comunista. 😆

    @Martina, grazie. Una bella lettura quella del tuo post. Quella del libro a cui ti riferisci non so, magari provo a cercarlo, magari perché lo consigli tu. 😉

    "Mi piace"

    • @Bali: ad alta frequentazione comunista ma anche, soprattutto grazie alle tirate antiabortiste, alta frequentazione cattolica 😛

      Un giorno o l’altro sarà frequentato pure da qualcuno che la pensi come me 😉

      "Mi piace"

  69. dani

    Bella chiacchierata avete portato avanti.. 🙂
    E io? Ero comunista.. Lo ero perchè ora non sono più niente.. Non si capisce più nulla e sono convinta solo di quello che “non” sono..
    p.s. Ah sì, di una cosa sono convintissima di essere ancora oggi dopo tanti anni. Una vera adoratrice di De Gregori. Ogni volta che sento una sua canzone sono serena e mi commuovo… Infatti è un mio frequente rifugio.. 🙂

    "Mi piace"

    • @Dani: forse è un passaggio obbligato, pèerché mi rendo conto che anche io sono più cosciente di quello che non sono che di quello che sono.

      Per quanto riguarda la musica, il mio mito invece è Guccini, non mi stancherei mai di ascoltarlo, e le sue canzoni proprio me le sento dentro (se la batte di poco con Vecchioni).

      "Mi piace"

  70. Bali, sono sicura che ti piacerebbe (vedi secondo link).
    Insieme al suo seguito, Ser Akel va alla guerra, è tutto incentrato sugli anni di piombo a Milano. Visti dagli occhi di un ragazzino che fu convolto a causa della verginità dei suoi ideali.
    Umberto, assieme ad altri quattro coetanei che avevano la sola colpa di apprtenere ad un centro sociale, fu arrestato per l’omicidio Torregiani. sono sicura che ve lo ricordate. Il loro nome fu fatto da un pentito, che doveva ovviamente proteggere l’infame Cesare Battisti. La Digos gli entrò in casa in piena notte, senza una spiegazione, lo picchiò e lo trascinò in carcere, dove rimase per una settimana. Grazie ad un abile avvocato fu scagionato totalmente, ma altri suoi compagni rimasero in carcere e furono torturati. E’ tutto lì, su Internet. fu fatta denuncia alla corte dei diritti umani. Perché uno di questi ragazzini non resse, e si suicidò.
    Umberto non si riprese dallo shock, lui stesso non dormiva la notte, aveva molti problemi., Un ragazzo mite e gentile che lavorava con i disabili, a cui si era dedicato totalmente.
    La Digos certo poteva arrivarci che questi 5 diciannovenni sprovveduti erano un capro espiatorio, no? No.
    Questi erano gli anni di piombo a Milano. In Italia.
    Una guerra tra i poveri. Quelli protetti, quelli se ne scappavano in posti esotici a fare surf.
    Se non li trovi (i libri) te li mando io per posta 😉

    "Mi piace"

  71. Mi sono schierata politicamente che ero ancora alle scuole medie. Sinistra. Avevo una sorella maggiore iscritta a Lotta Continua. Ho bazziccato un po’ per gruppi di estrama sinistra per poi approdare alla FGCI. Sono stata iscritta per un paio di anni, se ben ricordo.
    Erano altri tempi (io sono del ’61, giusto per rendere l’idea). Ottomila manifestazioni da organizzare, studentesche e non solo. Si scendeva in piazza anche con gli operai. Era anche il periodo del femminismo. Ed è vero quello che ha detto mi sembra Bali. In quegli anni se eri di destra eri fascista, se eri di sinistra eri comunista.
    Ho tantissimi ricordi e anche molto piacevoli (anche se in qualche scontro me la sono vista brutta, anche se all’uscita di scuola c’erano i fascisti che ci rincorrevano srotolando catene attorcigliate alle caviglie… anche se almeno in un paio di occasioni me le hanno suonate).
    La musica accompagnava quel periodo ovviamente.

    Vasco: ho paura che abbia seri problemi di salute e che abbia “paura”. Questa è la mia sensazione. Spero di no, non tanto per l’artista quanto per l’essere umano.
    Mi piaceva Vasco di un tempo, quello di ora quasi niente.
    Ligabue: tipo interessante e indubbiamente intelligente. Non solo come nusicista. Ho un ricordo piacevole anche del film Radiofreccia, non un capolavoro ma interessante. Alcuni testi delle canzoni sono vere poesie.

    "Mi piace"

    • @Maria: io sono del ’60, quindi come anni ci siamo.

      Forse hai ragione tu, in quegli anni o si era di destra o si era di sinistra, e la mia prima lotta per la libertà è stato appunto non accettare questo diktat.

      In effetti anche per me “i fascisti” erano quell’entità inquietante che andava in giro con la catena a picchiare, ma poi sentivo di spedizioni di “compagni” che andavano a “menare ai fascisti”.

      Che dirti, non me la sono mai sentita di dividerli in buoni e cattivi, certe azioni le condannavo da entrambe le parti.

      Ovviamente, condannavo le azioni, non le re-azioni.

      "Mi piace"

  72. Già. un aereo di troppo. Perché eravamo giovani e inesperte, e non riuscivamo a fronteggiare il nostro malessere.
    Sai, io dopo tutti questi anni di fughe, non credo più alla fuga. Non credo più all’idea di andarsene dal proprio paese perché la situazione non ci sta bene. Il paese dove, alla fine della fiera, rimangono tutti i propri affetti, i propri amici.
    Bisogna rimanere, e non solo nei periodi di vacche grasse, ma anche e soprattutto quando tutto crolla. Se i migliori se ne vanno, chi rimane? I Berlusconi, appunto.
    Io apprezzo coloro che sono rimasti qui mentre io me ne sono vigliaccamente andata, e sono riusciti a portare in questo luogo impestato dai leghisti una giunta di centro-sinistra. Sembrava fantascienza, allora. Eppure è successo, grazie a coloro che sono rimasti, che hanno mantenuto una rete sociale, che hanno continuato a stare nella palta mentre io inseguivo falsi sogni di benessere.
    No, non lo definisco neppure un errore. E’ stata un’esperienza che mi ha reso ciò che sono, in grado di apprezzare quello che ho trovato al mio ritorno. Soprattutto, in grado di dare la mia espereinza ai miei figli, di non metterli MAI nella situazione di dover scappare. Se vorranno girare il mondo, perché per loro sarà una cosa facilissima da fare rispetto a noi, dovranno farlo quando sono già felici e non per fuga.
    Una lezione importantissima.

    "Mi piace"

    • Beh, veramente il mio errore è stato prendere quello di aereo che in patria mi ci riportava.

      L’ho preso perché sono italiana, perché, come dici tu, i miei affetti erano qua, l’ho preso perché, come hai sottolineato tu, ritengo che le battaglie si vincano in campo, e non mi andava di lasciare questo paese allo sbaraglio (ma poi, in tutti questi anni, avrò fatto qualcosa per l’Italia? Mah!).

      Sono sostanzialmente d’accordo con te, ma il fatto è che mi va di lottare per l’Italia, non mi va di lottare per l’Italia contro la maggioranza degli italiani che rema contro.

      Spero solo che la minoranza, quella degli Italiani degni e di buona volontà (e capacità) si riesca ad aggregare.

      Oro et laboro (“Oro” come voce del verbo orare intendo… )

      "Mi piace"

  73. Facciamoci coraggio, nel frattempo io sto ribollendo mentre leggo il giornale grondante del sangue del cuore di berlusconi (una mia amica si fb si è meravigliata, “cuore? ma non andava a pile e azoto liquido?” 😀 )
    Ma chi me l’ha fatto fare a comprarlo? Questo è masochismo. E ho messo pure della musica di meditazione Zen di sottofondo per compensare, ma serve a ben poco 😆
    In compenso me la rido per l’inevitabile secessione che avverrà presto: Roma mantiene il ponte di S. Pietro e Paolo mentre a noi è stato tolto quello di S. Ambrogio. La tattica è chiara: la Lega ha incoraggiato questa cosa per accelerare i tempi AHAHAHA 😆

    "Mi piace"

    • Dal ginecologo: “Signora, sono stupefatto…ma come fa lei ad essere ancora vergine con quattro mariti?”

      Lei: “Facile!…
      Il primo pianista, solo mani…
      il secondo avvocato, solo lingua…
      il terzo poeta, solo promesse…
      il quarto parlamentare, solo inculate! 😆

      "Mi piace"

  74. cavaliereerrante

    Ehm … “solo inculate” ?!? 😯
    Ohibò … questi parlamentari … cui nulla manca tranne l’ intelligenza ed un minimo, ma proprio un minimo, di sentimento comune, di “spirito di servizio”, immersi come sono nella loro corte di ruffiani e mignotte, di giullari sgangherati, tutti con la stessa giubba di cialtroni corti di memoria, oltre che di rispetto per la propria funzione e senso di dignità !
    Ma “ciancio alle bande”, la barzelletta è buona …. e ridere poi non è mai vano !
    Approfitto per farti i miei più affettuosi auguri di BUON FERRAGOSTO, a te, a @Sissi “la londinese”, a quel furetto di @Balibar ( di cui si sente sempre la mancanza … anche quando c’ è 🙂 … ), ed a tutti/tutte gli Amici/Amiche che incrociano qui con te le loro lame sentimentali, in un duello appassionante che – mi auguro – non abbia mai fine, ad @Aquilapiucchevedente non ostante la sua pessima “torta di mele” della nonna ( e de’ su nonno !!! ), a @Dienderre che latita sì, ma è sempre presente nei nostri pensieri, ed a tutte le altre anime perse che, come me, cercano sempre quel minimo ( o massimo ) di bellezza non indegna che, ad onta di tutto e di tutti, esiste e ci fa vivere meglio !!! 😛
    Un abbraccio ….
    @Bruno

    "Mi piace"

    • @Bruno: buon ferragosto a te caro Bruno, e ovviamente alla tua famiglia.

      "Mi piace"

  75. dani

    buon ferragosto a Bruno, che ha dato il via, e ovviamente a tutti gli altri.. 🙂

    "Mi piace"

    • Buon ferragosto anche da parte mia a tutta la banda. 😀

      "Mi piace"

  76. Cari amici, sto leggendo “Il Maestro e Margherita” con lo stesso spirito con cui s’ingurgita l’olio di ricino.

    Mia figlia, solitamente appassionata lettrice, che ha provato a leggerlo e l’ha prontamente abbandonato definendolo a sua volta una noia mortale, oggi mi ha detto: “Mamma, ma non è come con i vestiti dell’imperatore, che tutti vedono che è nudo ma devono dire che indossa splendidi abiti per non passare per [non ricordo cosa]?”

    Che dirti figlia mia, a me tutti quelli che hanno detto che è un capolavoro sembravano convinti, e pure gente che stimo, e con le cui opinioni generalmente concordo… ma questo tomo proprio non mi va giù!

    Mi pongo allora la domanda in un altro modo: ma c’è qualcuno, oltre a me e a mia figlia, a cui NON è piaciuto “Il Maestro e Margherita”?

    "Mi piace"

  77. Oh …. mamma mia quanto scrivete … non ce la posso mai fare a leggere tutto …. Come state??? tutto bene??? Io sono bloccata oltre oceano, ho partecipato ad un master a Phoenix in Arizona e in questo momento dovevo essere sull’aereo che mi riportava a casa, ma purtroppo a causa dell’uragano il mio volo (che doveva fare scalo all’aeroporto di Newark) è stato cancellato … e devo rimanere qui fino a giovedì prossimo 😦

    Insomma ….

    Insomma … avrò più tempo per leggervi prima di rituffarmi a capofitto nel lavoro e nella vita di tutti i giorni …

    "Mi piace"

    • OOps, ma sei in linea adesso? Questione di fuso orario?

      Il bello di internet, apri il pc a qualsiasi ora del giorno e della notte, e sei tra amici1

      Poi io per certi amici ho il sesto senso, mi sveglio quando si collegano… come una vocina che chiami 😉

      "Mi piace"

  78. cavaliereerrante

    Oh …. @Rossy …. bloccata da un uragano ?!? 😯
    ‘tacci sua, a questi uragani …. na come si permettono, eh ?
    Ma come, c’ è la nostra @Rossigna che anela al ritorno, e ce la bloccate negli USA ( e getta ! ) così, alla “chi ha dato ha dato” ?!? 👿
    Uraganiiiii ….. vil venti dannati
    ci strappaste l’ amica impegnata,
    se voi a nulla l’ onòr v’ ha chiamati
    deh …. ridateci salva l’ amata !!!
    Caffè, @Rossy ?!? 😀

    "Mi piace"

    • @Ser Bruno: organizziamo una spedizione per andarci a riprendere Rosigna?

      Fermiamo i venti, attraversiamo l’oceano, e ce la riportiamo sana e salva in patria?

      E’ un’idea, giusto le vacanze non le ho fatte… 😉

      "Mi piace"

  79. cavaliereerrante

    Direi di sì …. id fàcere possumus !!! 😀
    In capo al mondo, sulle vette più inaccessibili ed i deserti più impenetrabili, attraverso gli oceani più sconfinati …. e gli uragani più figli di una …. ehm …. mig@@@@a …. andiamoci a recuperare la nostra @Rossigna !!!! 👿
    Scherziamo ?!?
    E chi ci fà un caffè più gustoso di questa “napoletanese” di Milano ??? :mrgreen:

    "Mi piace"

    • @Ser Bruno: a me però Rosigna il caffè non l’ha mai fatto… questa lacuna s’ha da colmare!

      "Mi piace"

  80. amiciiiiiiii …. scusate ma poi ieri ho deciso di provare a dormire un po’ di più, rispetto al solito, ancora non mi sono abituata all’orario … e di sicuro quando mi abituerò completamente sarà ora di tornare … vabbè ….

    farete una spedizione qui???? ooooooooooo … wow … mi immagino Ser Bruno con la sua corazza fiammante e lady Ify al seguito!!!! WOW!!!

    Ify, sicuramente dobbiamo colmare la lacuna quando prima perciò …… quand’e’ che vieni a Milano??????

    "Mi piace"

  81. che poi il caffè è la cosa che mi manca quasi di più … quello che c’è qui non si può bere, se non opportunamente corretto con latte o cream … o qualcos’altro … e che caffè è??????

    "Mi piace"

    • Come si può vivere in un mondo senza caffè?

      Verrò, verrò… mi hanno detto che con la storia dell’unità d’Italia ci saranno per tutto l’anno prezzi scontati, e parlo del Frecciarossa.

      "Mi piace"

  82. Applauso per Ify!!!! (:( non so fare l’emoticon …)

    "Mi piace"

  83. sapevo che non mi avresti lasciata a bocca asciutta … e a proposito di bocca asciutta … amici, vi saluto che vado a fare colazione …. ho taaaaaaanta taaaaaanta fame (e per il caffè pazienza, mi accontenterò di quello dello Starbucks)

    "Mi piace"

    • Colazione???? Io ho appena fatto merenda… Ah, ‘sto fuso orario!

      Piaciuto l’emoticon? Ce n’era anche un altro, ma a questo giro un ghigno non ce lo meritavamo!

      "Mi piace"

  84. Martina

    Sì ecco bravi, fate una bella spedizione a Milano 😉

    "Mi piace"

  85. posso accomodarmi anche io finchè il tempo lo permette?
    qui a Roma perlomeno è ancora bellissimo…;-)

    "Mi piace"

    • Sei la benvenuta!

      Per il clima non ti preoccupare, qui splende sempre il sole (e comunque abbiamo ampie sale interne 😉 ).

      "Mi piace"

  86. C’è ancora qualcuno sul divano?

    Beh, se c’è, gli consiglio di farsi due risate qui:

    http://angeloanna.wordpress.com/2011/09/10/brava-la-letizzetto/

    "Mi piace"

  87. Ohmammamia che polvere che c’è. 😦
    Ma Ify, il maggiordomo che lo tieni a fare? 😉
    Già che son qui darò io una pulitina, va.

    Riesumo questo angolo per passare dall’ombrellone all’ombrello e lasciare anche su questo blog i miei auguri di Buon Anno Nuovo (sicuri che non è riciclato, eh 🙂 ).

    Che qualche cosa porterà anche su questi lidi. E se non sarà l’anno nuovo, ci penserà la Befana. Sperem 😀

    Auguri a Ify e a tutti. Bali

    "Mi piace"

    • @Bali: auguri a te Bali, e meno male che sei passato per quest’angolo a dare una spolveratina, ma d’altra parte, sei o non sei anche tu il padrone di casa?

      Lasciamolo però l’ombrellone, che quando c’è l’amicizia splende sempre il sole 😀

      "Mi piace"

  88. cavaliereerrante

    AUGURI @BALIBAR ….etciù …. scusami lo starnuto, ma accipicchia che polvere qui … e che odore di chiuso !!! 😦
    Non c’ è nessuno ?!? 😯
    Mah …. fa niente !
    Qui, da tra zie e prozie, incastri di blog e riprese di blog, citazioni e intarsi ….. non ci si capisce più niente ….
    Beh …. comunque, non tutti i mali vengono per nuocere, ed almeno qui ho l’ occasione per ripeterti AUGURI AMICO MIO, AUGURI PASSATI E FUTURI e che possa questa nave poliforme navigare sempre su mari “sotto la seconda stella, a destra” … :mrgreen:
    @Bruno

    "Mi piace"

    • @Bruno: eh sì, ser Bruno, c’è stata un po’ di confusione con la prozia, ma d’altra parte io sono un suo ologramma, nata per lenirle un dolore (e tu sai di che parlo).

      Sono stata il suo luogo di volontario esilio: poi piano piano, anche confortata dagli amici, è riuscita a ritornare di tanto in tanto a casa sua, sebbene le costasse e avesse il cuore fosse sempre stretto.

      Piano piano però la ferita si è chiusa, e mentre dapprima ha ancora avuto bisogno di me, di questo luogo di svago e lontano da certi pensieri, piano piano è ritornata, come diresti tu, “più forte e pimpante che pria”. Questo significa che io scomparirò? Questo non so dirtelo, ma tanto voi, e dico anche quelli che hanno conosciuto prima me e hanno amato soprattutto Ifigenia, sanno che in una piega riposta del cuore della prozia c’è sempre quello di Ifigenia che batte, ci sono sempre io 😀

      Ecco, vi posto un video di Mrs Doubtfire, che voi mi direte “Che c’entra?”: e c’entra, c’entra, e non solo perché è una persona che, per poter restare vicina a chi amava, ha dovuto assumere un’altra identità, ma per il discorso finale che, ahimé, in questo video, è proprio la parte tagliata.

      Ho deciso però di postarlo lo stesso perché, e qua mi sono venuti i brividi, proprio adesso, solo e unicamente adesso guardando questo video, ho realizzato un particolare che mi era completamente sfuggito: Mrs Doubtfire si chiamava Ifigenia. Ma, d’altra parte, non ve l’ho sempre detto, e soprattutto, non ve l’ha sempre detto la prozia, che noi alle coincidenze non ci crediamo?

      "Mi piace"

  89. Ricambio gli auguri Ser@Bruno.
    Che il passo ti sia leggero (nonostante l’armatura 😀 )

    "Mi piace"

  90. cavaliereerrante

    Ah ah ah ah …. 😆
    Qui ti volevo …. amico mio !!! 😀
    Non ho voluto cambiare il mio avatar ( eh, questo difetto ce l’ ho …. ed è inutile nasconderlo, essendo il segreto di pulcinella .. ormai : ebbene sì, sono un inguaribile romantico “nostalgico” 😯 ), ma col cacchio che mi muovo con l’ armatura che si vede nell’ icona, poichè – eheheh …. te lo sei scordato ? – alla mia festa di compleanno, “tutti gli amici qui e le amiche”, mi regalarono un’ armatura tecnologica che non soltanto non pesa nulla, ma è di gran lunga più resistente, praticamente imperforabile e inossidabile, una roba che @Robocop se la sogna !!! :mrgreen:

    "Mi piace"

  91. cavaliereerrante

    Il padrone di casa ?!? 😯
    Oh …. !!!
    @BALI ?!?
    Beh …. allora imbracci la scopa e il secchione più spesso, e faccia trovare sempre, in dispensa, caffè fresco …. altrimenti quando “flash” @Rossigna irrompe qui come una meteora, chi ci fà un caffettuccio ??? :mrgreen:
    Buon Anno …. @Ifigenia, convengo con te ( “quando c’ è l’ amicizia splende sempre il sole” ! 🙂 ) ed aggiungo : “l’ amicizia che sincera sia, cancella la malinconia …. e fa sì che, a chi rompa le balle, se lo prende e se lo porta via …. 😆
    @Bruno
    Ps. Visto che è il primo dell’ anno e che ci ritroviamo in questo salotto, perchè nasconderti che mi manca tantissimo l’ affetto, la sensibilità e la maturità di un ragazzone innamorato della vita che, proprio qui da te, imparai a conoscere e ad apprezzare ??? Se hai sue notizie ( a te … voleva un gran bene ), ti sarei grato se me le facessi conoscere anche in via privata …. lui di certo non lo dimenticherò mai !

    "Mi piace"

    • @Ser Bruno: al ragazzone ho chiesto notizie appena ieri, ma ancora non risponde. Purtroppo, lui dice per timidezza, non ha mai voluto lasciare un recapito, e così devo sempre tenermi l’ansia e aspettare che sia lui a farsi vivo.

      Speriamo bene…

      Un abbraccio Ser Bruno, e buon anno!

      Ah, dimenticavo, Rosigna invece l’ho sentita. In teoria dovrebbe tornare tra noi, portandosi pure il consorte al seguito, ma qui ancora ‘un si vede nulla! 🙂

      "Mi piace"

  92. cavaliereerrante

    Mai disperare ….
    @Rossigna è come il vento …. passa sempre, porta con se il profumo di terre lontane e poi via come il turbine, a profumare altre terre !!! 🙂
    Ps. Mi manca … quel Ragazzone duro come la roccia e dolce come la memoria … e ne avrei di cose da condividere con lui, vista la sua incredibile passione per la ‘beat generation on the road’, per le moto ruggenti e i giacconi di pelle, per i blue-jeans, per i fumetti classici, per il cinema ‘anni 50’, per la musica rock …. e per @James Dean !
    Sò che ti legge, @Ifi …. così da qui gli auguro ogni bene, e questa ballata, che riflette i sogni di libertà di una intera generazione, la dedico a lui !!! 🙂
    @Bruno

    "Mi piace"

Che ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: