Archivi della categoria: Pensieri

Eccomi

Tornata. Insomma, quasi, più o meno: piucchealtro la mia è una dichiarazione d’intenti. Qui sono stata felice, giovane e bella, e qui voglio tornare. Prossimamente su questi schermi ❤

Continua a leggere

Dedicato a.

Continua a leggere

Protetto: Lettera a una figlia

Non è disponibile alcun estratto in quanto si tratta di un articolo protetto.

Continua a leggere

Natale

Buongiorno. Già. ma dov’è andato lo spirito natalizio? Io spero che qualcuno sia riuscito a mantenerlo. Parlo di quella cosa che si respira nell’aria, quella magia che ti fa piacere ancora le strade illuminate e non ti porta invece a pensare a quanta corrente consumerà il Comune e quanto inciderà sulla tua busta paga, che …

Continua a leggere

Momenti

Frugando tra le mie cose ritrovo una poesia apparsa su un giornale tanti e tanti anni fa, che mi piacque e conservai. E’ firmata Nadia Feliciani, di Milano, non ho altri elementi, neanche il nome del giornale, visto che avevo fotocopiato solo la parte con la poesia. Ve la riporto, mi farebbe piacere avere un …

Continua a leggere

Downgrade?

Non è che il progresso mi convinca tanto. Anzi, questo tipo di progresso, più vado avanti meno mi convince. QUANDO L’UOMO AVRA’ ABBATTUTO L’ULTIMO ALBERO,  PESCATO L’ULTIMO PESCE,   INQUINATO L’ULTIMO FIUME, SOLO ALLORA SI ACCORGERA’ CHE IL DENARO NON SI PUÒ MANGIARE. (attribuita a Toro seduto) Io aggiungerei che il denaro non si può neanche …

Continua a leggere

La principessa triste

Rileggevo la favola propostaci tempo fa da Quarch sulla principessa triste. L’ho riletta oggi, ma già da qualche tempo ripensavo alle tante fiabe che abbiamo sentito su una principessa prima sempre allegra, che poi a un certo punto diventa triste, con il re e la regina non sanno cosa fare per riportarle l’antico sorriso, e …

Continua a leggere

Quest’estate che non vuole finire…

Credo corresse l’81 quando un carissimo amico, vivendo un periodo particolarmente di grazia, parlò di quell’ “estate che non voleva finire”. Eravamo giovani, pieni di sogni, ma quella fu un’estate speciale, vissuta alla giornata, davvero alla “carpe diem”. Quest’estate per me è stata un po’ così, non perché mi abbia riservato chissà cosa, ma perché …

Continua a leggere

13 Maggio, festa della mamma

Grazie mamma per tutto quello che hai fatto per me e, soprattutto, hai permesso mi fosse fatto.

Continua a leggere

Buona Pasqua?

Sono chiusa in camera, ho appena discusso con mia figlia. Domenica è  tutto organizzato a casa del padre: non ho partecipato all’organizzazione, è vero, però lo sapevo. Non ho dato il consenso, ma non ho espresso dissenso. La ritenevo l’ennesima cosa che avrei fatto col naso tappato, per amore di mia figlia, ma più si …

Continua a leggere

Non chiedermi chi sono

Qualche giorno fa ho avuto una mezza discussione con una persona (della blogosfera), la quale sosteneva che, insomma, avendo avuto pure contatti privati, conoscendo io la sua identità, e che diamine, il minimo dell’educazione era rivelargli la mia! Non l’ho fatto, e ritengo che questo abbia guastato il rapporto. La stessa cosa accadde qualche anno …

Continua a leggere

Quando l’altra diventa altro (e altro ancora…)

Saranno pure innocenti, ma questo non cambia le cose: quando lei è “l’altra”, lei è la nemica numero uno, quella da annientare, possibilmente in modo cruento. Bisogna passarci sopra col tir, ma lasciare intero quel tanto che permetta il vilipendio di cadavere: lei è “l’altra”, e non esiste colpa peggiore. Succede poi che, per te, …

Continua a leggere

Perdere un amico (o un’amica)

Chi di noi può vantarsi di non aver vissuto quest’esperienza? Esperienza per me assurda, incomprensibile, e certo dolorosa. Le prime volte cerchi di spiegarti, farti spiegare, chiedere, ricucire. Di fronte all’insuccesso, soffri terribilmente, ma vai avanti, e piano piano impari anche a non soffrirne più, anzi no, a continuare a vivere come se non ne soffrissi …

Continua a leggere

Indenne

E’ una cosa meravigliosa scoprire di avere quello che gli amici sono disposti a fare per te. A volte ci sorprende, come ci sorprende chi credevamo amico e da cui all’improvviso ci vediamo attaccati, o ci sentiamo abbandonati. Oddio, magari l’abbiamo sempre saputo, e il nostro sesto senso, quello che non abbiamo mai voluto ascoltare, …

Continua a leggere

Cose così

Stasera altro che Mulino Bianco! Non ne conosco il motivo, ma Attila è qua. Non c’è neanche la scusa della figlia, che non c’è. Ora è di là che cucina, io ho messo la tovaglia rossa, un cestino come centrotavola che abbiamo appena comprato nell’ultimo giro di shopping poche ore fa. Era una ragazza africana …

Continua a leggere

Le culle vuote

Mi inviano il link a un articolo, decisamente spunto di rilessioni. Lo leggo, sono ragionevolmente d’accordo con l’analisi che fa della situazione, mi fanno però accapponare la pelle sia le manifestazioni xenofobe che quelle sessiste. L’articolo in questione è di Camillo Langone, e risponde al titolo “Togliete i libri alle donne: torneranno a far figli“. …

Continua a leggere

Uniamo i puntini, e capiremo il disegno della nostra vita

L’ho sentita stamattina alla radio la notizia, a distanza di qualche giorno da quando pubblicai questo video. Me l’aveva mandato un amico tempo addietro, con cui giusto facevamo dei ragionamenti sul destino, sul senso della vita, sul come ciò che sembra male alla fine spesso risulti invece un bene e, purtroppo, viceversa. Bellissimo – aggiungerei …

Continua a leggere

24 settembre 2011

Oggi sarebbe il compleanno di mia figlia, e non sono stata capace di partorirle un post di auguri. Non perché non ritenga la sua nascita un evento magico, prodigioso, da celebrare non solo il 24 settembre, ma ogni attimo della mia vita, quotidianamente, incessantemente. Non perché il nostro non sia un rapporto straordinario, d’infinito amore. …

Continua a leggere