Archivi della categoria: Lavoro

Il portiere

Mi ricordo anni addietro che, pur essendo all’apice della carriera, guardando la situazione della portiera di un palazzo e di tanti come lei mi dicevo: “Muoio e rinasco, faccio la portiera”. Quello che più mi suscitava non dico invidia, ma insomma, una sensazione di profonda ingiustizia era l’appartamento gratis – e quello della signora cui …

Continua a leggere

Attila il “lavoratore”

Ieri Sissi e il padre hanno discusso molto pesantemente. Sarà che nasco figlia d’imprenditore (piccolo, ma imprenditore) che ha avuto i suoi guai con qualche operaio lavativo, ma non posso fare a meno di guardare alle situazioni lavorative pure con l’occhio dell’azienda. Attila è in malattia, per l’ennesima volta: mesi, settimane, o giorni, le sue …

Continua a leggere

E mica solo Erika De Nardo

Una borsa di studio a Elisabetta Ballarin: salita alla ribalta della cronaca e incarcerata per omicidio e partecipazione alla setta satanica delle Bestie di Satana,  riceve un permio di 6.000 euro. Mia figlia, leggendo la notizia, ha commentato: E io magari dovrò fare la cameriera per mantenermi… Io gliel’ho detto a mia figlia, se proprio …

Continua a leggere

Quanto guadagni?

Continua a leggere

Non è tutt’oro quello che luccica

Continua a leggere

Un ufficio bellissimo

Gli uffici di Google Tra le novità di quest’anno c’è che ho cambiato ufficio. Sono andata in un posto bellissimo, completamente ristrutturato e attrezzato di tutto punto. Insomma, diciamocelo, io non cerco mai il cambiamento, ma quando arriva devo ammettere che una ventata di novità ci sta proprio bene. E poi, approfondirò la conoscenza di …

Continua a leggere

Caro direttore del personale…

Caro direttore, so che le ha già scritto la prozia, ma quella era una questione di quelle che tratta lei, di quelle seriose, globali, sul destino dell’umanità, insomma, una delle sue solite tirate. Io le scrivo per una questione molto più circoscritta, di un unico collega. Lui è uno di quelli che difende i lavoratori …

Continua a leggere

Finita è la festa (e non odo augelli nella tempesta)

Va beh, magari non era proprio così, ma tanto non intendevo far poesia, solo dirvi che le ferie sono IRRECUPERABILMENTE finite. Cosa ho fatto durante le ferie? Nulla. Due mezze giornate in piscina. Quattro giorni di lavori con Bali (che poi ha lavorato soprattutto lui, ma meglio che non glielo faccia notare che poi mi …

Continua a leggere

Missing

Cari amici, perdonate la latitanza, ma è un periodo lavorativamente di fuoco (e meno male). Oltretutto dovrei essere su due fronti, mentre uno l’ho praticamente abbandonato (finché me lo permettono). La cosa buona è che però riesco a leggervi regolarmente, la posta è sempre aperta, e i vostri messaggi notificati via e-mail vengono letti seduta …

Continua a leggere

Up to date

Bene. Anzi, male. Da Natale ad oggi ho preso la bellezza di 11 kg, e allora ditemi, a che mi sarebbe servito il sondino? Il problema non è dimagrire, io sono dimagrita regolarmente ogni volta che mi sono messa a dieta, senza sondino, non ho di quei problemi. Il mio problema è che sfogo ogni …

Continua a leggere

Il piatto piange

Cari amici, avete ragione, non sono più presente come una volta. Diciamo che il periodo di riposo forzato, dovuto al crash del pc, mi ha anche fatto un po’ perdere la mano, ma il fatto è anche un altro, anzi due. 1) Il lavoro. Come qualcuno di voi saprà ho passato un periodo piuttosto difficile, o meglio, …

Continua a leggere

Sugli scioperi (via Quarchedundepegi’s Blog)

Beh, qualcuno dirà che ci ho preso gusto a rebloggare i post altrui: spero che questo sia per i legittimi autori motivo di orgoglio e non, come ho letto da qualche parte, un sentirsi derubati. Il reblog è ufficiale, nessuna attribuzione truffaldina di paternità, l’autore è chiaro e dichiarato, e la ripubblicazione è una manifestazione …

Continua a leggere

Farsi pagare

Vi riporto la mia risposta a un e-mail di un mio amico che, unendo competenze e capacità a grande disponibilità, viene spesso chiamato da “amici” (e conoscenti, e amici di amici, e conoscenti di amici, e conoscenti di conoscenti) per “dare un’occhiata a…” e “vedere se si può fare qualcosa per…”. Il tutto va a …

Continua a leggere

Ritorno al lavoro

E domani torno al lavoro (giustamente, dopo tutte ‘ste ferie! 👿 ) Non ho ancora avuto il cuore di aprire la posta per sapere quale sarà la mia destinazione, se una destinazione ci sarà. La crisi si sente e le strategie sbagliate si pagano, per quanto si continui a chiamarle con un altro nome. Anche …

Continua a leggere

Tra cinque anni, dove m’avrà portato l’ambizione?

Mi ha fatto ridere una mia amica. Lei è una di quelle realiste, che chiamano le cose col loro nome, che dicono pane al pane e vino al vino (insomma, una che non farà mai carriera, tanto per intenderci). Ai “capi” (che il termine lo metto tra virgolette perché di molti di loro non si capirà …

Continua a leggere

Gli accomplishment

E come ogni anno arriva l’odioso rito delle valutazioni aziendali, dove ti si presenta una persona che tu non hai mai visto, o almeno non più di cinque minuti negli ultimi tre anni, e ti dice chi sei e in che cosa devi cambiare. Inutile dirvi che il fatto che non ci azzecchino è cosa …

Continua a leggere