Natale

lo_spirito_del_natale-mangiata nataliziaBuongiorno.

Già. ma dov’è andato lo spirito natalizio? Io spero che qualcuno sia riuscito a mantenerlo. Parlo di quella cosa che si respira nell’aria, quella magia che ti fa piacere ancora le strade illuminate e non ti porta invece a pensare a quanta corrente consumerà il Comune e quanto inciderà sulla tua busta paga, che di spese ne hai già tante.
Lo respiriamo nei film al cinema, in televisione (per carità, non certo in quei programmi fatti ad hoc per celebrare le festività, possibilmente legandolo allo spirito, tanto buono, cattolico che continua a considerarci tutti scemi come nel dopoguerra…e forse non ha torto) ma nella realtà no.
E non è necessario essere fedeli, è una bella Festa umana, un’occasione per stare e sentirsi vicini al proprio io più profondo e a quello degli altri e, vorrei dire, allo spirito universale. Forse una volta era così. Oggi son problemi di organizzazione, di regali, di mangiate obbligatorie (una volta dichiarai che avrei digiunato: non ti dico la sommossa! Che Natale è se non mangi fino a scoppiare? Testuali parole, vero).

Nel migliore dei casi rimandiamo a tempi migliori, quando….sì, ma quando? Quando la vita smetterà d’inghiottirci o noi smetteremo di farci inghiottire. Quanto tempo ed energie perse, sprecate. Questa è la rovina.

Ecco, senza volere, comincia così questa settimana che porterà al Natale. Ma è meglio fare gli indifferenti, altrimenti il tempo non passa più. E bisogna resistere…resistere, ahimè. Poi i giorni voleranno e forse avremo l’impressione di non essere riusciti a fermarli.

Buon Natale a noi tutti,

Balibar

55 commenti

  1. Buon Natale a tutti voi, possiate passarlo serenamente e con chi vi sta a cuore. 🙂

    "Mi piace"

    • @Warp9: grazie, ricambio di cuore l’augurio!

      "Mi piace"

  2. Cara @Ify, hai dato in comodato d’uso il tuo blog?
    Così non so a chi rivolgermi e mi mantengo sulle mie.
    Allora auguro che ognuno festeggi per come sente la festa.
    Tanti ne approfittano per farsi un pò di vacanza, tra l’altro, quest’anno propiziata dal calendario.
    Ma se qualcuno sente ancora importante il motivo per cui questa festa ancora c’è, e qualcosa dentro di se non è come tutti gli altri giorni, quel che c’è in tavola e quanti in più siederanno attorno ad essa sarà secondario: a lui Buon Natale!

    "Mi piace"

    • @Sergio: veramente questo blog, per il quale giusto oggi ho ricevuto gli auguri di compleanno (tre anni) da Mr WordPress, è nato con Balibar come coautore.

      Non so se ti ho mai raccontato come e perché è nato questo blog, comunque saremmo dovuti essere in due. Ben presto il Bali però ha mollato l’impresa, dichiarando che non si sentiva un’anima blogga, pur rimanendo un amico carissimo e sempre presente. La sua presenza si manifesta, tra le altre cose, ogni mattina quando, intorno alle 6 del mattino, mi arriva la sua mail di riflessioni varie ed eventuali sui massimi sistemi.

      Una parte di quella che mi è giunta qualche giorno fa è proprio il testo che qui ho pubblicato, naturalmente col suo consenso. Ora, già che ci penso, riceverà tutte le e-mail di notifica… l’autore ufficiale è lui! 😉

      "Mi piace"

  3. karina890

    Che dire, anche mia madre ieri sera ha detto che il Natale quest’anno non lo sente. 😦 Probabilmente è vero; quest’anno è stata troppo dura. Paradossalmente io invece lo sento più quest’anno che gli anni passati. L’idea che passerò il Natale con i miei cari non ha prezzo! 😀

    "Mi piace"

    • @Karina: anch’io quest’anno lo sento il Natale, ma non saprei neanche dirti il perché…

      "Mi piace"

  4. Fa’ finta per un momento che l’acqua non sia bagnata. Che non si possa bere. Che non ci si possa nuotare. Magari fa’ finta anche che non possa riempire nulla, uscire da nulla, evaporarsi, condensare, ghiacciare, piovere dal cielo come – appunto- pioggia, oppure neve, o grandine. Forse facciamo prima a dire:Facciamo che l’acqua non esiste. Hai ancora interesse per l’acqua? Promuoverai per lei giornate di tutela, di risparmio, di uso meno sconsiderato? E degli argini dei tuoi fiumi, te ne preoccuperai, temendo un’improvvisa piena? Quali navi costruirai, e dove le farai navigare? ….
    Che senso ha, allora, illuminare il mondo, se non riusciamo a vedere la luce del Figlio di Dio? Meglio lasciare tutto come sta e decidere, in un giorno qualunque, di non andare a lavorare. Perche’ aspettare un qualunque 25 dicembre per scambiarsi auguri che – non essendo legati ad alcunche’ possa toccare la nostra vita, possiamo fare per tutti gli altri 364 giorni dell’anno? Perche’ innalzare alberi, e addobbarli, perchè costruire villaggi in miniatura in un angolo della casa per qualcosa di inesistente? Via, un po’ meno conformismo. Disse don Abbondio che se uno il coraggio non ce l’ha non se lo puo’ dare…Ma almeno lui non ha chiamato la paura coraggio.
    Buon 25 dicembre. e buoni tutti i restanti giorni di quest’anno.
    (Ovviamente, a chi ritiene che ancora l’acqua sia bagnata…. BUON NATALE!!!!)

    "Mi piace"

    • @Brandy: io l’acqua ritengo ancora che sia bagnata. Inquinata, ma decisamente bagnata. Ho apprezzato profondamente il tuo intervento, ma la frase che voglio sottolineare è “almeno lui non ha chiamato la paura coraggio”.

      In questo mondo in cui si vuol far risultare per tutto qualcos’altro, o magari anche entrambe le cose, viva chi chiama anche quello che meno ci piace col suo nome (e che poi, guardare le cose in faccia, è indubbiamente il primo passo per affrontare e poi, chissà, magari pure vincere la partita).

      "Mi piace"

  5. karina890

    @Ify: Ops, rileggendo ho visto che sono stata imprecisa: non sente il Natale in giro per le strade… In realtà non ricordo se poi lo ha riferito anche a se stessa. 😕

    Tornando a noi, chissà; che sia un moto di difesa? 😉 Tiriamo fuori le endorfine e freghiamocene dell’attualità! 😀

    "Mi piace"

  6. L’acqua può non essere più bagnata. A volte non si può nemmeno bere. Non si può neanche nuotare…. ghiacciare o nevicare.
    Ma non si può far finta di non esistere. Semplicemente perché….. l’acqua E’ vita.
    Siamo noi. La nostra speranza.
    E’ la nostra essenza del essere. Se togliamo anche il diritto del amare l’acqua allora posso dire che la nostra esistenza non ha più un senso.
    Le nostre acque sono sporche? Va bene. Abbiamo tempo ancora per pulirli, almeno in parte. E’ un opzione. Se invece scartiamo l’idea del esistenza del acqua allora cosa ci resta?
    Natale non è soltanto la luce di un Figlio di Dio. Natale è un nostro bisogno.
    Il bisogno di credere che un mondo migliore possa esistere.
    Natale è la concretezza che – noi – possiamo essere più buoni.
    Natale è quel giorno di magia per i nostri bambini. Vuoi forse togliere anche ai bambini l’acqua, @Brandi? Hai forse il coraggio di dirgli che “il Babbo non c’è”?
    Natale è il aspettare quel 25 dicembre per il semplice fatto che è il giorno migliore ogni 365 altri del anno. Perché in quel giorno possiamo essere buoni se siamo stati cattivi. E possiamo essere ancora più buoni se siamo stati buoni. Il nostro giorno della gioia, della bontà, della felicità.
    Non provare di togliere anche questa goccia d’acqua, @Brandi.
    Non te lo permetteremmo.

    "Mi piace"

    • …forse non mi sono spiegato, e mi spiace. Volevo solo dire che non ha senso festeggiare una cosa …se uno non ci crede. Usare una festa bellissima, il ricordo del giorno in cui il cielo e la terra si sono incontrati, quando il figlio di Dio è divenuto Emmanuele, Dio con noi…con una occasione per mangiare come sfondati, bere come scriteriati e far regali….accendere luci, quando una sola è la luce che conta.
      TRanquillo, Valentino. L’acqua è bagnatissima, le navi navigano, le onde ondeggiano, dal cielo cade pioggia e neve, e i fiumi di questi tempi s’ingrossano. E ricordiamo nel nostro cuore che il Figlio di Dio è in mezzo a noi.

      "Mi piace"

    • @Brandy: completamente d’accordo. O forse no. Secondo me, anche se uno non crede, può cogliere quest’occasione per riflettere sul significato della vita, su cosa significhi il “Messia”, di che cosa questo mondo ha bisogno.

      "Mi piace"

    • @Valentino: Brandy ha fatto prima di me a risponderti, ma ribadisco il suo pensiero. Tu non lo conosci, è un vecchio amico di questo blog e profondamente credente. Credo che il pensiero che ha voluto esprimere sia – come d’altra parte il mio, “o è Natale sempre o non è Natale mai”.

      Brandy non vuole toglierci la goccia d’acqua, vuole piuttosto che ci godiamo un oceano di acqua cristallina.

      Essere più buoni il giorno di Natale? A me sembra ipocrisia. Forse l’occasione del Natale, tutt’al più, può essere quella di riflettere, può essere un giorno in cui si viene richiamati a fare dei bilanci e a riflettere sul significato della nostra vita e del nostro rapporto con gli altri.

      "Mi piace"

  7. Beh, a ‘sto punto ci vuole proprio. 🙂

    Rinnovo gli auguri a tutti. 🙂

    "Mi piace"

    • @Warp9: eh sì, hai ragione, ci vuole proprio! 😀

      Auguri a te, da tutta Ifilandia ♥

      "Mi piace"

    • Ovviamente pienamente d’accordo con te, Ifi. Considerando che non solo il natale, ma ogni giorno della vita sono “giorni lieti” per ripensare, riconsiderare, ripercorrere la nostra vita, e scegliere nuovamente il primo passo di un percorso che sta sempre tutto nel “da ora in poi”.
      Certamente, poi, il momento in cui per molti passa una data importante – in certi casi vitale, come il natale, o la pasqua, per chi crede (che è quello, poi l’happy day, la pasqua, giorno in cui per noi viene vinto il male che ci tiene prigionieri, sia che si chiami Faraone, sia che si chiami semplicemente “peccato”,oppure morte) tutti possono porsi una domanda, guardarsi allo specchio, ricercare le radici che si credono perse. Nel video qui sopra emerge per me fortissimo proprio questo aspetto di “happy day”… il ragazzino pauroso che riscopre in se’ una forza che forse non gli appartiene, ma gli è donata, ed è davvero un cambio di prospettiva, un desiderio di raccontare a tutti non che abbiamo vinto, ma che la paura è stata allontanata da noi. In questo senso, davvero, nel natale c’è spazio per tutti.

      "Mi piace"

    • @Brandy: sì, ogni giorno dovrebbe, potrebbe, essere il primo di una nuova vita, e certe ricorrenze stanno lì a ricordarcelo.

      Ti abbraccio.

      "Mi piace"

  8. Luisa

    L’avevo scritto qualche post fa, sono entrata ufficialmente nello spirito natalizio già dal 1° dicembre. Canticchio le canzoncine di Natale(le poche strofe che ricordo dai tempi in cui andavo alla novena) e guardo al cielo per vedere se ci sono le luminarie. Io le adoro! mi piaccion quelle lucine che sembrano invitare tutti a fare festa, che sembrano farti compagnia quando rientri la sera. Sono lucine tristi quest’anno. Misere e tristi, roba da crisi nera. Gli altri anni non era così. Una persona che conosco le staccherebbe tutte personalmente e fa i discorsi che dicevi ad inizio post. Costano, è uno spreco…mah, ci sono modi di sprecare il denaro molto più vistosi di quello. .Bisogna essere pratici, non perdere tempo in queste cazzate consumistiche, dice…E poi, se si odia tutto quello che ha a che fare con la religione, io non ci posso fare niente. Posso solo dire vivi e lascia vivere…Domenica prepariamo il Presepe. Abbiamo ancora le statuine di quando ero piccola, le sistemiamo con amore, collaboriamo tutti e a questo particolare ci tengo particolarmente. Gesù bambino è nato in casa nostra anche negli anni più cupi, quelli in cui c’era poco da festeggiare…sarà un brutto giorno quello in cui non avrò più la forza e la voglia di aprire la scatola e sistemare le statuine…

    "Mi piace"

    • @Luisa: dai, non ci sarà mai quel giorno!

      "Mi piace"

  9. Luisa

    Speriamo 🙄 e in ogni caso, non è giusto preoccuparsene anzitempo…facciamo arrivare e viviamo serenamente questo di Natale 🙂

    "Mi piace"

    • @Luisa: considerando che il Natale quest’anno viene DOPO il 21-12-2012, quindi esserci arrivati sarà già un ottimo segno… 😉

      "Mi piace"

  10. cavaliereerrante

    No … non concordo ( e ne chiedo scusa … ) con chi dice – sebbene giustamente, questo lo ammetto – che buoni lo si debba essere non solo a Natale … ma per i 365 giorni dell’ anno .
    E’ vero, la bontà nostra e la generosità verso gli altri senza nulla a pretendere, non debbono essere “santi da inchiodare al calendario”, ma consueti, dimessi, giornalieri amici di viaggio che non dovrebbero conoscere nè date di ricorrenza nè onomastici … ma NATALE, resta NATALE …un lontanissimo giorno della Storia in cui si affacciò un semplice Uomo, che seppe rivoluzionare il mondo intero e con una forza d’ impeto così appassionata e duratura che ancora oggi ne sentiamo il segno !
    No … non occorre nessuna Fede religiosa, per ricordarci che NATALE sarà sempre una data, la più splendida dell’ intero patrimonio nostro, da custodire nelle Memoria e da festeggiare, più di qualunque altro giorno dell’ anno, fino a quando ci chiameremo “uomini” !!!!

    "Mi piace"

    • E io non sono d’accordo con te, caro @Bruno. Secondo me di uomini che hanno rivoluzionato il mondo intero ce ne sono stati più di uno, e di date splendide per l’umanità pure, sotto tutti i punti di vista.

      "Mi piace"

  11. Luisa

    Ma quanto mi piacciono i cori gospel…un video proprio natalizio 🙂

    "Mi piace"

    • @Luisa: certo che, povera me, guardarsi un video di un coro gospel senza audio è un po’, come dire… inappropriato?

      "Mi piace"

  12. Un saluto a tutti ed ovviamente i miei migliori auguri di buon Natale.

    Vi leggo attento e medito su quello che dite.
    Per il resto ha già spiegato Ify come stanno le cose, ovvero che questo blog doveva essere gestito da entrambi (lei il Capo ed io il “bocia”) ma poi mi sono allontanato dal mondo dei blog.
    E questo post non è altro che un “Buongiorno” mandato via e-mail qualche giorno fa, quindi non pensato per la pubblicazione ma che seguiva maggiormente delle considerazioni fatte ad un risveglio.

    Capisco le parole di Brandy e rispetto chi lega questo giorno alla nascita di Cristo, anche se vorrei ricordare che questa data è simbolica e che fin dalla notte dei tempi (o quasi 😀 ) l’uomo ha festeggiato il solstizio d’inverno o altri avvenimenti in questo periodo: il Natale pagano che suona così male, già portatore nel nome del “peccato”, è stato, per così dire, rivisto in chiave religiosa.
    A me piacciono molto i rituali che hanno radici profonde nella storia dell’uomo perché erano e sono importanti come avvenimenti legati alla socialità.

    Dico questo perché ribadisco che non è strettamene necessario credere nella religione Cristiana per sentire la voglia…a me verrebbe da dire di raccoglimento o di festa.
    Che poi il nome stesso “Natale” significhi la nascita di Cristo e che questo sia l’aspetto, da diversi secoli a questa parte, rilevante lo ammetto.

    Poi al di là di quelle che possono essere le mie personali convinzioni sui comportamenti della Chiesa Cattolica come istituzione, continuo a non sopportare tutte le manifestazioni mediatiche in genere, che distorcono la realtà per continuare ad illuderci che in fondo siamo tutti buoni, in un caso, o tutti ricchi, dove son questi i valori che contano.

    Quindi, quello che veramente mi auguro e che auguro a tutti, oltre alla serenità, è di poter vivere in un mondo autentico.

    "Mi piace"

    • Caro @Bali, intanto non capisco cosa c’entri la Chiesa con la religione cattolica e perché tutti continuino a confonderle (avevo un’immagine molto esplicativa a tal proposito, magari la ritrovo 😉 ).

      Le manifestazioni mediatiche di una bontà tanto stucchevole quanto fasulla sono invise anche a me, ma tanto quelle servono solo a vendere i panettoni, mica a trasmetterci lo spirito natalizio! 😉

      "Mi piace"

  13. cavaliereerrante

    @Ifi “9,50-20.12.201″…. e lo dici proprio a me ?!?
    A MEEEEE …. VIENI A DIRE CHE GLI UOMINI CHE RIVOLUZIONARONO IL MONDO FURONO NON POCHI ?!? 😯
    E CHE LE DATE DA INCIDERE NEL CUORE SONO PIU’ DI UNA ?!?
    A MEEEEEEEEEEEEEEEEEEEE ….. ?!? 👿
    Son d’ accordo con te, mia “bastianina” amica …. ma certo che son d’ accordo !!!
    Ma quella che ha inciso l’ anno zero di duemiladodici anni fa, RESTA LA PIU’ SPLENDIDA E LA PIU’ IMPORTANTE ! :mrgreen:
    @Cavalierenoncredente …..
    Ps. Il passaggio a mo’ di cometa di @Hallen dell’ etereo @Balibar, già non latente coeditore di questo bel blog ( a cui non pochi teniamo …. ), mi impone di gridargli AUGURI @BALI, DOVUNQUE TU SIA E QUALUNQUE ‘PELLICCIA’ TI RICOPRA !!!! 😀

    "Mi piace"

    • Per me la data più splendida è quando fummo liberati dalla schivitù d’Egitto.

      Quando giungemmo a Canaan.

      Quando nacque Israele, che ha cambiato la vita degli ebrei di tutto il mondo (che al mondo, ebrei compresi, piaccia o meno).

      Mi sa che sono un pochino, come dire… compenetrata 😉

      "Mi piace"

  14. alt, stop. Un passo indietro. Giusto per ricordarcelo. coloro che ritengono che circa duemila (e sul circa sono d’accordo ormai tutti coloro che discutono la questione) anni orsono sia nato un bambino da una tale Maria e ….con una paternità che talora puo’ anche apparire confusa, salvo che si ritenga possibile che un Dio onnipotente possa effettivamente fare quel che gli pare; che gli sia stato dato il nome Gesù ( Joshua per gli ebrei, cioè “Dio Salva” – che noi si dice Salvatore- e guarda caso pochissimi in Italia si chiamano Gesù, a differenza dei paesi latinoamericani – Jesùs – dove è molto usato, ma molti si chiamano Salvatore) e dunque non è proprio il caso di discutere di chiesa cattolica…. Gesù era ebreo figlio di ebrei, discendente di Davide , e non ha mai detto “io non sono ebreo, levatevi dalla testa che io possa essere ebreo. Cio’ che è nato da Lui è la religione “cristiana”, ovvero di coloro che ritengono vero che Gesù sia il Cristo ( usando la parola greca per Messia, che vuol dire “unto”) . Si usava, allora, ungere con olio colui che aveva una particolare missione, o incarico. I re d’Israele venivano unti, e questo stava a significare anche un “mandato” da parte di Dio (sempre per chi ci crede) GEsù il messia, l’unto del Padre, mandato per la salvezza degli uomini dalla morte (anche “agnello di Dio” cioè sua offerta sacrificale).Dunque, non è un problema “cattolico”, ma semmai “cristiano”, ovvero riguardante un paio di miliardi di persone nel mondo, ed è anche, il natale, ricordo storico, ovvero dell’evento della nascita della Persona di Gesù di Nazareth.
    Se poi non piace che si chiami natale in ricordo della nascita di Gesù e si preferisce dire ai bambini che il nonno Natale un giorno piantò un bell’albero, lo addobbo’ e lo coprì di luci per festeggiare il sole…ok…. fate voi…. 🙂
    L’importante, qualunque sia la ragione per cui lo fate, è che SIATE BUONI, SEMPRE!!!!!:-)

    "Mi piace"

    • @Brandy: a parte che io sono buonissima ( 😉 ), non so se ti riferivi al mio riferimento alla Chiesa (cattolica): io ho ben presente la differenza tra “cristiano” e “cattolico”, come pure so benissimo che Gesù era ebreo (come la sua mamma e il suo papà ‘terreno’). Quello che volevo dire è che, secondo me, la Chiesa cattolica non rappresenta il messaggio di Cristo, sic et simpliciter.

      "Mi piace"

    • @Ify: Ti stavo solo dando ragione. Per il resto, mi piaceva far notare come anche la nascita di Gesù rappresenti un punto reale nella storia, almeno tanto quanto il solstizio d’inverso e i festeggiamenti a questo legati. Sottolineavo poi come sia riduttivo ricondurre la fede in Gesù ai soli cattolici, in quanto Gesù è Dio per tutti i cristiani, e per i musulmani è uno de profeti.
      Ovvio poi che alcuni per natale vanno a messa, altri mangiano il panettone, molti dei primi fanno parte anche dei secondi, ma non tutti i secondi fanno parte dei primi. Questa parte dei secondi, quella che non condivide la scelta dei primi – ovvero andare a messa, perche’ non glie ne puo’ frega’ de meno – è liberissima di festeggiare quello che vuole ma questo non significa che deve sentirsi in dovere, ovvero in diritto, di togliere significato ad una festa che, oltretutto, non gli appartiene. Tutto qui.

      "Mi piace"

    • Sottoscrivo!

      "Mi piace"

  15. cavaliereerrante

    Sì … direi un petit peu “compenetrata”, mon ami bastianense ! 😯
    Ossia …. ehm …. “penetrata cum” !!! :mrgreen:
    BUON NATALE, @Ifigenia ( …’n bene che te pija ) ….
    abbenchè Natale sia
    la monnezza porti via
    e un po’ pace a tutti dia !!! 😀

    "Mi piace"

  16. cavaliereerrante

    @Brandy ( ah … che nick name da me amato, il tuo …. ed evocante delizie ! 🙂 ), quanto scrivi sul Nazzareno mi trova P=E=R=F=E=T=T=A=M=E=N=T=E d’ accordo con te !
    In merito, avevo scritto nel Blog di una cara Amica :
    ” ….nacque un Uomo, un Ebreo di ‘non umili origini’, certamente non semplice ma diretto e franco nell’ esporre agli altri i suoi pensieri, straordinariamente coerente ed equo, tenero nello stare cogli altri … magari con i più poveri e indifesi, dirompente nella sua passione, diretto verso i suoi scopi, incrollabile nei suoi ideali … costasse quel che costasse !
    E cambiò il Mondo e la sua Storia, in un modo così profondo che, tutt’ oggi, ne portiamo dentro i segni, anche se la gran massa di noi uomini del suo messaggio “terrestre” ricorda poco o finge, per interesse peloso e sgangherato, ancorchè funereo, di dimenticarlo .
    Di certo, quell’ Uomo, per alcuni il Messia per altri no, era distante anni-luce, dall’ orrida messa in scena che, del suo compleanno millenario, si fà allegramente, e oggi – nella baldanzosa era del consumismo globale e sciatto – con ancor più dovizia, pur in piena crisi economico-finanziaria, di cenoni, pastoni, innoni, regaloni … e tutto quanto imbarbarirebbe perfino il romanissimo @Julius Caesar, Juliae Gentiae !” …..
    Concludo quindi plaudendo alla tua attenta specifica dei fatti, e continuo – penso come te … come non pochi – a ritenere quell’ Anno Zero, come la data più splendida ed unificante che si possa annoverare dalla Storia Umana, rimandando, con il massimo mio rispetto ed affetto, chi per Fede la interpreti secondo il rito, alle Verità intoccabili del suo Credo !
    Ed alla mia “bastianina” amica @Ifigenia, così “penetrata cum” … ora e da sempre, non posso che augurare il meglio che a Natale, o in qualsiasi altro giorno, le spetti !!! 😀

    "Mi piace"

    • Tu pensa che caso, 52 anni fa, “” ….nacque una Donna, un’Ebrea di ‘non umili origini’, certamente non semplice ma diretta e franca nell’ esporre agli altri i suoi pensieri, straordinariamente coerente ed equa, tenera nello stare cogli altri … magari con i più poveri e indifesi, dirompente nella sua passione, diretta verso i suoi scopi, incrollabile nei suoi ideali … costasse quel che costasse ! “.

      Colei, caro Bruno, non so se abbia cambiato o combierà il Mondo e la sua Storia, ma so per certo che il suo nome NON ERA ESTER!!!!!! (*) :mrgreen:

      PS: bastianina va già meglio, ma non mi rende giustizia. Un bastian contrario è uno che va controcorrente per principio, indipendentemente da dove porti la corrente. Io non ho paura ad andare controcorrente, se la corrente non mi appartiene, ma non contesto la corrente, e non esito docile o meno a seguirlo, se sento che essa m’appartiene.

      "Mi piace"

  17. cavaliereerrante

    Non era @Ester ?!? 😯
    Embè ???
    Per me, appassionatamente per me, RIMARRA’ SEMPRE “LA MIA AMICA ‘BASTIANINA’ @ESTER !!! :mrgreen:

    "Mi piace"

    • E io non ti chiamo più, e se ti chiamo ti chiamo, che so io, Benito? Qualcosa che ti urti come a me Ester! Ma non puoi proprio chiamarmi Ifigenia come tutti gli altri????

      (Hai fatto pure confondere la prozia, guarda che combini! 😛 ).

      "Mi piace"

  18. Luisa

    Andiamo con ordine. Domani ci dovrebbe essere la fine del mondo, quindi ho fatto bene a comprare il torrone affinché la dipartita sia molto dolce…per il video, peccato che tu non possa ascoltarlo, quando il ragazzino prende coraggio tira fuori una voce bella potente…eh, ma chi canta il gospel, non lo fa con la sola voce, lo fa con tutta l’anima…non sei neppure Ester…giornata dura questa!!! Peccato, è un bel nome…”
    “Ovvio poi che alcuni per natale vanno a messa, altri mangiano il panettone, molti dei primi fanno parte anche dei secondi, ma non tutti i secondi fanno parte dei primi” Io faccio parte dei secondi e chiedo ai primi(quelli che so essere sinceri nella fede) di pregare per me. Lo chiedo ogni anno nel dubbio che le mie preghiere siano troppo alternative e il mio modo di essere credente qualche volta non basti. Sono pure d’accordo che uno possa non vivere la giornata come speciale, basta che non s’adoperi a rovinarla agli altri. Vivi e lascia vivere. Non penso che tutti quelli che vanno a messa, anche non intendendo la cosa in senso letterale, facciano parte con diritto di questa categoria, ma questa è una questione di coerenza…

    "Mi piace"

    • @Luisa: d’accordo con te, passo a rispondete ad Aquila che mi devo impegnare con la poesia di Natale. 😉

      "Mi piace"

  19. Vedo che si è sviluppata una bella discussione natalizia.
    Da noi (nella profonda padania) c’è un detto: “CHI NON LO FA A NATALE, NON LO FA PER UN SACCO DI TEMPO E POI CI RIMANE MALE”.
    C’è anche da voi?
    Che contromisure avete preso? :mrgreen:

    "Mi piace"

    • @Aquila: chi io? Io ho scritto questa lettera a Babbo Natale.

      Caro Babbo Natale,
      m’ha appena detto l’aquila reale,
      che chiunque non s’accoppi il venticinque,
      per farlo poi, che fa, stupra e delinque.

      Io ti confesso che un giorno violentai
      (per dirla proprio tutta, sol tentai),
      un tizio con cui uscivo ormai da troppo,
      ma che ogni volta creava qualche intoppo.

      Or che a Natale siamo tutti buoni,
      tra tanti balli, panettoni e suoni,
      non potresti portarmi nel tuo sacco,
      un bel maschione che passi al contrattacco?

      Lo voglio alto, bello e vigoroso,
      però magari non troppo muscoloso
      perché coi palestrati io non lego,
      e se ne incontro uno io mi nego!

      Mi raccomando, bella capigliatura,
      la carnagione la preferisco scura,
      per altre cose io non ti dico niente,
      ché sono una signora, ma tu… (fai ‘no sforzo, Babbino!)

      Che dici, funzionerà? Sennò posso sempre chiedere alla Befana, che tra donne ci s’intende!

      (Aquila, screanzato, ho detto “tra donne”, non “tra befane”!!!)

      "Mi piace"

  20. Luisa

    La tua lettera a Babbo Natale è troppo bellina…vedi di recuperare qualcosa pure per le amiche 😉

    "Mi piace"

  21. Luisa

    Non ho fretta, posso aspettare…gradisco ci sia un biglietto d’accompagnamento…

    "Mi piace"

    • Avrai un biglietto con le referenze… 😉

      "Mi piace"

  22. Mi sa che se aspettano il 26, non ne rimane più per nessuna! 😉
    Comunque, se non fosse per la capigliatura (che la mia è un po’ così… 😦 ), avresti proprio fatto il mio ritratto! :mrgreen:
    P.S.: ma in fondo in fondo, checcefregadellacapigliatura?

    "Mi piace"

    • @aquila: della capigliatura non ci frega niente, ma mai con un filopalestinese. Il mio compagno deve avere i boxer col magen david 😛

      "Mi piace"

  23. Luisa

    Si si, era proprio quello che intendevo…astenersi perditempo!

    "Mi piace"

    • @Luisa, già mica tiro il pacco (vox media) alle amiche! Se ha perso tempo il 25, lo metto in naftalina fino al 25 dicembre prossimo (naftalina allo zabajone, obviously 😉 ).

      "Mi piace"

  24. Ify, io mi riferivo a quanto avevo detto sulle trasmissioni televisive nel post, proprio per evidenziare come per me esistesse una diversità fra Cristianità e Chiesa Cattolica come istituzione.
    Infatti penso che sia inutile ricordare che esistono Chiese Cristiane ma non Cattoliche (Evangelici, Orotdossi, Copti, Protestanti, etc.)

    Per il resto non vorrei sentirmi “ostracizzato” per non festeggiare il Natale come ricorrenza religiosa od essere semplicemente considerato un magna panettun.
    La spiritualità esiste al di là dell’appartenenza ad una fede, a mio parere.

    Non sono certo io che cerco di togliere, mi sembrava fosse chiaro, il senso religioso di questo giorno, ma non per questo mi piace essere considerato una persona che non ha niente da festeggiare o che potrebbe scegliere uno qualsiasi dei 365 giorni di un anno per farlo.

    "Mi piace"

    • @Bali: magna panettùn tu? Ma dai, quella semmai sono io! 😉

      Credo che siamo d’accordo che la spiritualità esista al di là delle codifiche e poi, grazie al cielo, credo che siamo un paese abbastanza progredito, almeno sul lasciare la gente credere a/in ciò che vuole, come vuole, e festeggiare se e quando vuole (anarchia religiosa? Purché i valori morali ci siano, altrimenti che mondo è?)

      "Mi piace"

  25. Luisa

    Disculpa,Bali, io mi riferivo alla persona che staccherebbe le luminarie di cui raccontavo nel primo commento e a cui mi riferivo nell’altro etc Quando s’affronta l’argomento feste comandate diventa particolarmente critica e un po’ mi dispiace…e se lo dico io che sono diversamente religiosa …saluti, scappo via, il lavoro mi aspetta
    Avremo altre occasioni per scambiarci gli auguri, penso…ciao

    "Mi piace"

    • @Luisa: ma sì che avrete occasioni, non so quanti post di Natale ancora usciranno, tra qui e la prozia! Quest’anno siamo particolarmente ispirate… 😉

      "Mi piace"

  26. cavaliereerrante

    @Bali … ehm … “magna panettun” … Tu ?!? 😯
    Un opossummoide come te magna panettun ?!? 🙄
    Naaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa …. non Tu !
    Piuttosto, se la natura non micca e non inganna …. potresti essere … ehm
    UN LECCA MIELUN !!! :mrgreen:

    "Mi piace"

Che ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: