Un canto di Natale

barbieeilcantodinataleIfigenia, Ifigenia!

E tu chi sei?

Sono lo spirito dei Natali Passati!

Ah, ho capito, la prozia. E di grazia, che vorresti da me, che ho un sonno che non ti dico e speravo un po’ di dormire?

Ifigenia, io ti ho lasciato una grande eredità!

Col piffero, me l’hai lasciata e te la sei ripresa, sei ovunque, imperversi, a me oramai lasci pubblicare mezzo articolo ogni morte di papa!

Ifigenia, ma non capisci quanto sia importante che tu sia nata?

Ah sì? E dove sarebbe la mia importanza?

Tu sei la me senza passato, tu sei la me senza rancore!

Ah, ecco, ora ho capito perché è stata tutta una finta. Ora però ti prego, fammi dormire, che Sissi da un po’ di giorni è influenzata e non mi fa chiudere occhio.

E Diemme se ne va…

*****

Ifigenia, Ifigenia!

Chi è adesso?

Sono il fantasma del Natale Presente!

Oddio Attila, ancora tu? Ma non dovevamo vederci più? Sei ancora tu, purtroppo…

Ifigenia, smettila di scherzare! Io sono molto malato, non potresti venire tu con Sissi a casa mia, e portare un po’ di pandori e panettoni?

Ma tu figurati, che qui stiamo tutti a dieta, e poi la notte non voglio guidare.

Ifigenia, Ifigenia, e cosa vuoi, non festeggiare il Natale Presente?

Beh, hai visto mai che arrivino prima i Maya? E poi dico, sarai mica  un po’ convinto che se non ci sei tu non si festeggia? Dai su, lasciami dormire che ho sonno!

E Attila se ne va.

Orsacchione, orsacchione!

E tu ora chi sei? Lo spirito dei Natali Futuri?

Certo che sì, orsacchiona, mi tieni i bambini?

I bambini? Sissi, quanti ne hai?

Beh, siamo a quattro e uno in arrivo, non mi hai detto sempre tu che i figli sono la felicità, e mi consigliavi di farne tanti?

Eh sì, ma ti dicevo pure che per farli dovevi trovarti un marito ricco, l’hai fatto?

Sì orsacchione lanoso, ho sposato il primario dell’ospedale in cui lavoro, anzi, in cui lavoravo, ora sto con Medici Senza Frontiere.

Bella di mamma, raccontami tutto!

Adesso no mamma, devo preparare lo zaino per andare a scuola.

Zaino, scuola? Ma non sei sposata, lavori in ospedale, sei incinta del quinto figlio?

Mamma? Mamma sei impazzita? Ho diciotto anni, sto all’ultimo anno di liceo, e tra un quarto d’ora devo stare in classe che ho il compito in classe, mi dai uno strappo? O forse è meglio che in queste condizioni non guidi, ti vedo strana stamattina!

E strana sì, è tutta la vita che mi svegliate a tutte le ore del giorno e della notte, permettete che alla fine faccia un po’ di confusione tra sogno e realtà?  😆

21 commenti

  1. Troppo forte! Mi sa che il sonno arretrato – nonostante le ferie! – ti sia di ispirazione. 🙂

    "Mi piace"

    • @Marisa: veramente è solo un gioco che m’è venuto in mente mentre ero bloccata a letto con Sissi addosso: una diciottenne spalmata sul braccio destro e pigiata sul torace crea strane sindromi da alienazione 😉

      "Mi piace"

  2. E per fortuna che la dieta ha dato dei risultati. 😆

    "Mi piace"

    • @Marisa: ma le costole non sono comunque fatte per sopportare quel peso, ti assicuro che il fatto che siano 54 o 55 kg invece di sessanta non opprime di meno la mia cassa toracica!

      "Mi piace"

  3. cavaliereerrante

    Un sogno ???
    Chissà … cara @Ifi, comunque è un BEL SOGNO, se vi partecipa @Sissi, a cui auguro con tutto il cuore di crederci sempre …. e lottare e studiare come fà : e tutto, non ostanti le miserie quotidiane a cui assistiamo, per lei, e la sua grazia gentile, si realizzerà !!! 😀
    @Cavaliereerrante ….

    Ps: Però … però …. ehm … prima o poi voi due, dovrete decidere – con elementi obiettivi – chi, fra la mamma e la figlia, sia L’ ORSACCHIOTTO PELOSO ! :mrgreen:

    "Mi piace"

    • Bruno: ma allora non hai studiato! Orsacchione (orsacchione, non orsacchiotto!) è la mamma, gatto (o gattaccio) il babbo, e pulcino la figlia 😉

      "Mi piace"

  4. eheh ma è bellissimo………brava………..

    "Mi piace"

    • @Melodiestonate: bellissimo? grazie! A me veramente non sembra chissà che, però mi sono divertita 🙂

      "Mi piace"

  5. Luisa

    Certo che dormire a strappi come l’accensione di una cinquecento DOC in una mattina di gelo fa proprio male 🙄 Diglielo alla prozia che è bello che ci sia anche tu e che tu rimanga viva nonostante lei goda di ottima salute. Ifigenia si permette di essere più leggera senza essere sciocca. C’è bisogno anche di questo. Prozia, ogni tanto esci e non portarti dietro pure la tastiera del pc, che di pesi te ne porti già tanti 😉

    "Mi piace"

    • @Luisa: ma la prozia mi vuole bene in fondo, e poi lo sa che sono più simpatica di lei, ma in fondo lei c’era da prima, che devo fare?

      "Mi piace"

  6. tu ,sei divertente

    "Mi piace"

  7. Ahahaha Dickens ti fa un baffo! 😉

    "Mi piace"

    • @Scruty: e chi m’ha fatto l’altro? 😉

      "Mi piace"

  8. Niko

    Ahò… Ifi, dì la verità…. prima di andare a letto, invece della camomilla, ti sei bevuta il cicchetto di whisky … :-0 😀

    "Mi piace"

  9. C’è 🙄 ….voglio dire. Sissi che ti prepara tisane del “Avatar”. Attila che usa le ricetta che farebbero crepare d’invidia la Caterina de Medicis o Lucrezia di Borgia.
    Ma che cos’è la…. in casa tua.
    Famiglia Adams? 👿

    "Mi piace"

    • Gli Addams sono la famiglia del Mulina Bianco rispetto a noi!!! (ma la tisana dell’Avatar non l’ho capita… 🙄 ).

      "Mi piace"

  10. Carissima @Ify, mi pare un pò di confusione, non solo tra sogno e realtà, ma pure di identità, a meno che io non ci abbia capito il senso completo!
    Però, in questi giorni, almeno metterti un pò alla pari col sonno lo potevi fare, tanti ci pensa la cara @Sissi, per studiare, a non dormire anche per te!
    Un abbraccio grande e non consumare troppo presto l’atmosfera del Natale!

    "Mi piace"

    • @Sergio: guarda che io quando sto a casa mi stanco più di quando lavoro! A casa sono prigioniera, al lavoro no. E’ duro il viaggio, quello sì, ma poi al lavoro tutto sommato ho, per quanto sia impegnativo, i miei margini di libertà e le mie gratificazioni che, alzando l’entusiasmo, diminuiscono lo stress. E poi, quando esco in strada, una vetrina, una “merendina” comprensiva delle due chiacchiere coi gestori del bar, è pur sempre un momento di apertura.

      A casa, con mia figlia che poi ha imparato da sempre che se sto a casa si ammala improvvisamente e resta a casa, sono 24 ore di reclusione quotidiana senza ora d’aria e senza riposo notturno. Ora, io adoro mia figlia e sono ben contenta di poterle dare un po’ di ‘calore mammoloso’, che troppo le manca, ma sono pur sempre un essere umano, e il bisogno d’aria e di sonno non possono essere soppressi!

      "Mi piace"

Che ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: