Diario del capitano: II° giorno

Questo slideshow richiede JavaScript.

Abbondante colazione in casa, ma non mi basta, voglio il mio cappuccino e cornetto, e se non è cornetto che sia un dolce locale di quelli pessimi (in quanto a calorie).

Ahimé, mi pare di capire che sia il concetto di bar sia di brioche sia diverso dal nostro, e vago un po’ prima di trovare un tristo loco, gestito da un trucido crucco (pre provolone) che spara per un cappuccino e un nonsocosa 4 euro (manomorta compresa nel prezzo).

Passano a prendermi Sissi e Attila e proseguiamo insieme verso un luogo consigliatoci per un’escursione: assolutamente SPLENDIDO!

Facciamo insieme la prima parte del percorso, ma dopo un po’ mi devo fermare; loro proseguono, torneranno due ore dopo, Sissi felicissima raccontando meraviglie e di luoghi fiabeschi.

NB: con buona pace di quanto scritto in un post della prozia, qui abbiamo visto caprette, galline e una quantità industriale di mucche tutte libere e felici (e infatti qui il latte ha tutto un altro sapore…

****

E’ il primo luglio, c’è la finale ITALIA-SPAGNA. Salta il canale RAI, Attila è fuori di sé. Dopo aver tentato invano di aggiustare qualcosa, scopriamo che c’è un canale tedesco (austriaco?) in cui comunque la trasmettevano, seppure commentata in modo a noi incomprensibile.

Inizia la partita, la Famiglia del Mulino Bianco è tutta sul divano. E’ subito chiaro persino a me che la Spagna è più forte, anche se decisamente meno corretta: sono accaniti, menano (e l’arbitro rigorosamente non vede niente), non mollano la palla.

Al primo gol dico “Perdiamo 3 a zero”. Attila mi guarda brutto, ma io non ho colpa di questo “deja-vu”, quello che sarà mi passa per la mente come se l’avessi letto, o me l’avessero detto (e va beh, abbiamo perso 4 a 0, ma il quarto era proprio della serie “uccidi un uomo morto!”).

Al secondo gol Sissi già dorme e dopo un po’ mi alzo anch’io: “Vado a coricarmi, non mi va di stare qui ad aspettare il terzo gol”: lui mi manda al diavolo, penso che se l’avesse avuto a mano mi avrebbe tirato pure un qualche oggetto contundente, ma tanto di lì a breve anche il terzo gol l’abbiamo beccato…

16 commenti

  1. Ciao carissima Ify, il luogo dove è arrivata la tua cara Sissi mi ha fatto pensare alla fattoria didattica dove sono andato a pranzo ieri con gli alpini, dopo la sfilata dell’adunata del triveneto a Feltre.
    C’erano i gattini e cagnolini che aspettavano la loro parte accanto ai nostri piedi, davvero carini, ma anche tutti gli altri animali, sebbene io sia già per conto mio uno di origine e di gioventù contadina, che non ha nulla da scoprire da questo punto di vista.
    Piuttosto mi manca l’origine montanara e lo so da come mi sento le gambe oggi!
    Bella la telecronaca in tedesco, chissà il tono col quale sono stati raccontati i gol!
    Un abbraccio grande amica mia, buona settimana a te!

    "Mi piace"

    • @Sergio: il luogo dove siamo arrivati tutti, non solo Sissi. Eravamo nei pressi di una malga, con tanto di stalla annessa. Lì gli animali erano davvero felici e beati, pascolavano tranquilli che era una meraviglia.

      Vogliamo parlare di gambe? Le mie hanno impiegato una decina di giorni per rimettersi in sesto! 😉

      "Mi piace"

    • Le mie, di gambe, oggi posso dire che il peggio è passato.
      Ma rifarò lo stesso quando ne avrò l’occasione, questo è sicuro, non penserò certo all’acido lattico!
      Ciao Ify carissima!

      "Mi piace"

  2. Luisa G.

    Ah, avete visto le caprette che fanno ciao, le cugine di quelle che facevano compagnia ad Heidi 🙂 . I paesaggi montani sono spendidi, lì la vita ha un altro ritmo e ci si sente parte di qualcosa di bello ed inevitabilmente sereno. La prozia racconta quello che deve mangiare l’uomo di città che deve accontentarsi di quello che passa il convento, racconta della disonestà di alcuni che per arricchirsi fanno soffrire gli animali e di conseguenza, nel tempo, fanno ammalare chi le mangia. Sembra quasi inevitabile, eppure aver visto che c’è ancora chi alleva con metodi tradizionali, rincuora.

    Le partite commentate in tedesco non si spossono guardare. Troppo troppo traumatico 😦

    @Sergio Alpini per sempre, vero? 😀 E’ bello il vostro “Trentatre”.

    "Mi piace"

    • @Luisa: le partite in tedesco si possono guardare eccome, o pensi che commentata in italiano io capisca qualcosa di più? Per me è tale e quale… 😆

      Per quanto riguarda il bestiame, l’allevamento fa parte del nostro delirio consumistico, e delle multinazionali americane che cavalcano questo ed altri deliri (primi fra tutti quello del potere e dell’accumulo di ricchezze).

      Un po’ di downgrade, di sano ridimensionamento, e tutto il creato, quindi noi compresi, vivrà più sano e beato.

      "Mi piace"

  3. karina890

    Tipica reazione di chiunque vede perdere la finale: o si dorme o si leva le tende. Attila è stato stoico in questo senso. 😆
    Ps. tremendo, tremendo bar! 😯

    "Mi piace"

    • @Karina: la partita è stata terapeutica per Attila: reagiva, parlava in modo articolato, sembrava vivo! 😆

      "Mi piace"

  4. Ciao cara @Luisa, magari un pò più tu, che ci vieni più spesso di me, ma siamo di casa entrambi qui dalla nostra cara amica, quindi ci capita di vederci ed ora mi fa piacere salutarti.
    Si, hai detto bene, alpini per sempre, anche se io non sono uno di quelli troppo ferventi, che considerano sacri questi appuntamenti e non se li perdono mai, però mi identifico, sopratutto sento l’orgoglio di farne parte, perchè vedo sempre tanta stima ed ammirazione da parte della gente, ma poi anche una partecipazione incredibile, e ti confesso che emoziona passare fra due ali di folla, come domenica mattina!
    Credo che di questi tempi, nei quali sono venuti meno parecchi riferimenti credibili, e la gente non sa più di chi fidarsi, ecco, credo che gli alpini rappresentino ancora un organismo che la credibilità la mantiene integra.
    Questo sebbene ci sia anche un modo di dipingerli che evidenzia esagerazioni negative, perchè ci sono pure alpini astemi (lo sono pure io), mentre per alcuni che sicuramente colgono queste occasioni per rifarsi ed eccedere, non significa che si sia degli ubriaconi!
    In quanto al trentatre, c’erano bande e tamburi che non sempre aiutavano a stare al passo, anche perchè poi a tanti non importa questo particolare, forse nessuno ci fa nemmeno caso, anzi forse nemmeno all’allineamento ed all’ordine, che a me sembra facciano un effetto migliore, se ci si mette anche quel pò di impegno in più!
    Ciao ed arrivederci!

    "Mi piace"

  5. Luisa G.

    Cari entrambi, Sergio, anche se in modo diverso. Ogni amico è amato per quello che è e non ci sono due amicizie uguali 😀
    E’ vero, negli alpini ci si crede ancora e quando ci sono loro è sempre una grande festa. Li si immagina come gente che ama la compagnia e con un forte spirito di gruppo, si anche un po simpaticamente “ubriaconi”, ma lo si pensa un po di tutti quelli che vengono dai monti immaginando che usino la sgnapa per resistere alle temperature rigide 🙄 . Posso confermare che alpino e pure montanaro non vuol dire ubriacone 😀
    Forse non ci mettono il dovuto impegno per mantenere le righe perchè sono in festa e più o meno sanno di essere tra amici che li accoglieranno comunque con gioia 🙂
    ciao 🙂

    "Mi piace"

  6. cavaliereerrante

    Ebbe a scrivere @Stalin sugli @Alpini d’ Italia : “Nessun esercito straniero è mai riuscito ad uscire INVITTO dalla terra di santa madre Russia, tranne gli @Alpini della Julia” !
    Non c’ è corpo più amato, in Italia, di quello glorioso degli @Alpini … nessuno che, dovunque Essi abbiano combattuto immolandosi, non li abbia – ad onta di tutto – amati ed ammirati dal più profondo del cuore, per il loro sincero attaccamento ai valori “non retorici” del sentimento patrio più alto, per l’ alta e cavalleresca lealtà, per la loro ineguagliabile disponibilità al sacrificio estremo, per la loro romantica figura e grata ….. ad ogni Memoria !
    I loro Cori …. le loro parole affettuose, le loro leggendarie “bevute all’ amicizia perenne”, le loro divise, le loro piume scarne, i loro stendardi gloriosi ….. sono valori sacri, e ad essi non di rado ci richiamiamo, quando – sfuggito alla malinconia – ci sovviene dolce e privo di fronzoli l’ Amore per la Patria unica e indivisibile come Essi la sognarono cadendo invitti “per tutti” ! 🙂
    @Cavaliereerrante ….

    "Mi piace"

    • @Bruno: gli Alpini sono Alpini, amati a prescindere, per i valori che rappresentano e difendono (e per le Alpi stupende di cui di portano l’eco).

      "Mi piace"

  7. karina890

    @Ify: calcio sciogli favella, però… 😯
    😉

    "Mi piace"

  8. D&R

    Ho capito. Sei stata tu a portare sfiga. 😉
    Altrimenti avremmo vinto SI CU RO!!!

    Ma in Austria non sanno fare i cornetti, e menochemeno i cappuccini! Ti propinano delle brodaglie bollenti imbevibili. Meglio la cioccolata (sono dei maestri) o al limite il tè, l’acqua non riescono a rovinarla. In compenso fanno delle torte spettacolari.

    Per rifarti, eccoti un pezzettino di dolci locali.

    o questa

    "Mi piace"

    • @D&R: io semmai boicottavo gli Europei, per la strage di cani che hanno fatto, mica avrei mai boicottato l’Italia! E poi, è colpa mia se quelli dormivano (o peggio, pensa se si sono venduti! 😯 ).

      Per quanto riguarda le torte.. non hai idea di quello che posso aver mangiato, il tutto in porzioni galattiche! Dal canederlo immerso nel burro con semi di papavero, allo strudel di mele conb la panna, alla torta della foresta nera, a quella con ricotta e frutti di bosco… e non ho messo su un grammo, il riposo fa troppo bene alla salute!

      "Mi piace"

  9. L’Austria è verde e rilassante, ci fosse anche un buon cappuccio per te? Ma le differenze servono a farci guardare le cose in modo diverso, e a volte scopriamo il bello degli altri 😉
    Il punto di vista dei figli anche!!!

    "Mi piace"

    • @alicemate: il problema con l’Austria non è stata tanto la mancanza del cappuccino, ma la presenza di troppe gallerie, devo dire che sono piuttosto insofferente.

      Guida Michelin e succedanee? Ma io ho Attila, che altro mi serve? 😉

      "Mi piace"

Che ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: