Una vera donna

Voi che amate tanto il prode Ser Bali, non avete idea di come il nostro uomo si burli della vostra fragile e indifesa Ify 😳

Gli ho girato un commento in cui si parlava della capacità delle donne di lavorare in multitasking e questa è la sua risposta:

Dallo statuto delle Vere Donne (via Piccole donne crescono)

Una Vera Donna:
-non sbaglia mai
– si sposa
-se non si sposa nei tempi moderni non fa niente. Però deve almeno avere figli e poter dire: io sono una Mamma.
-parlare sempre male degli uomini, loro la colpa di tutti i mali, soprattutto quelli che riguardano le dirette interessate
-sapersi incazzare
-proferire i peggio insulti quando incazzate. Se feriscono è meglio, se uccidono è raccomandato.
-fare mille e più cose nello stesso istante.
-tutte saranno fatte meravigliosamente bene. Se non lo sono è perché qualche uomo ci ha messo lo zampino.
-se qualcuno è convinto che non siano riuscite proprio bene, non credetegli, in quanto donne non potete sbagliare mai. Poi in ogni       caso siate fiere della quantità, della qualità si occuperà qualcun altro.
-…..
-…..
-…..
e continua. :PPPPPPPPPP (:PPPPPPPPPP  credo che stia per 😛 😛 😛 😛 😛 😛 😛 😛 😛 😛 , ndr ) 

Amici (miei, non del giaguaro!) aiutatemi a smentirlo!

Voi sapete che non sono una femminista, anzi sono una fragile donzella che non vede l’ora di trovare il principe azzurro per fargli da geisha, non ho alcuna difficoltà ad ammettere i miei errori (tanto, ne faccio talmente pochi che mi rendono solo più umana 😛 ).

Mi sono sposata è vero, ma sono stata costretta da un uomo prepotente, però poi ho divorziato, e sono diventata mamma sempre a causa di un altro uomo prepotente, quindi sono innocente.

Non è vero che parlo male degli uomini, anzi… mi piacciono!!!

Per il fatto di sapermi inc…apperare, è un carattere dominante della famiglia, non è colpa mia se le colpe dei padri ricadono sui figli e quelli delle prozie sulle bisnipoti 🙄

Non proferisco i peggiori insulti quando litigo, anzi, mi diverto col linguaggio forbito. Mia figlia ancora ride di quando mi rivoltai al padre chiamandolo “uomo abominevole”, e di quando appellai lei “villanzona!”  (però scusatemi, che gusto c’è se uno insulta una persona e quella si mette a ridere?)

Per quanto riguarda l’uccidere, e vabbè, io uccido, ma lo fa Faletti non posso farlo io?

A fare mille cose nello stesso istante sono costretta, se voglio nel tempo che mi è concesso come libero (una dozzina di minuti al massimo)  almeno vestirmi, o spogliarmi, mangiare e fare una doccia 😯

Non ho mai sostenuto che tutte le donne siano fatte meravigliosamente bene, solo io e le mie amiche, e non è forse così?  😀

La battuta sulla quantità e la qualità non l’ho capita, ma ora non si facciano battute sull’acume delle donne…  😛

89 commenti

  1. Ignora. Sii superiore. Lo siamo. 😛
    (mo’ aspetto le reazioni 😈 )

    Mi piace

    • @Martina: poi per telefono abbiamo continuato il discorso.

      Quasi quasi m’ha convinto, comincio a pensare che almeno alcuni uomini abbiano le loro ragioni.

      Quell’uomo ha troppa influenza su di me, bisogna correre ai ripari: pensate che quando parla lo ascolto pure, e a volte penso persino che abbia ragione.

      Devo avere una qualche malattia grave, non mi riconosco più 🙄

      Mi piace

  2. cavaliereerrante

    A chi ?!? 😯

    Mi piace

    • @Ser Bruno: A VOI!!!

      Altra classe, altro carisma, altro charme 😀

      Mi piace

  3. Sai che la battuta sulla qualità non l’ho capita nemmeno io??
    Secondo me si è spiegato male. 🙂
    Per il resto, la loro è solo invidia perchè non riuscirebbero a fare 3000 cose insieme come invece facciamo noi. Sono culturalmente impreparati! 🙂

    Ps: ma non nel senso di ignoranza, nel senso che la nostra cultura non li “costringe” a fare “troppo”. Li abbiamo coccolati sempre! 🙂

    Mi piace

    • @Rory: beh, la loro di tesi è che fanno una sola cosa per volta, ma ci si concentrano e la fanno bene, mentre noi siamo confusionarie.

      In effetti prima riuscivo a tenere tutto sotto controllo e incastrare gli impegni a perfezione, ma ora perdo i pezzi: sarà perché sono continuamente interrotta da qualcosa?

      Comunque, vorrei che venisse lui o qualche altro maschietto a dare la loro versione. Io posso solo riportare i discorsi che mi fanno i miei amici uomini, che hanno paura di sposarsi per timore che la moglie li spogli di tutto, e siano costretti a vivere con le sole mutande che hanno addosso.

      Bisogna riconoscere che, per tanti uomini che se ne fregano dei figli e si pappano i loro guadagni in donne e divertimenti, mentre la loro ex, magari coi figli, tira la cinghia, ci sono donne che rappresentano delle vere calamità per il loro ex, portando via loro la casa che magari i loro genitori, con mille sacrifici, gli hanno garantito, etc. etc.

      Mi racconta un mia amico di una donna che parlando dell’esito di una causa, diceva alla sua amica ridendo: “Certo che gli hai lasciato solo le mutande!”, e l’alltra con un sogghigno rispondeva “Dammi tempo che gli levo pure quelle”, e non intendeva certo ai fini erotici!

      La realtà è che ci dovremmo sempre ricordare di parlare non di uomini e donne, ma di persone. Ci sono buone o cattive, inclini al perdono o rancorose, avide o disinteressate, che guardano avanti oppure indietro, e poi ci sono molte che sono un po’ di tutto, o l’una o l’altra cosa a seconda dell’uomo o delle circostanze.

      Oggi mi ha fatto riflettere su una cosa cui non avevo mai pensato. Mi ha detto “Ma quando una donna dice che ha sposato un uomo per fuggire di casa, come si deve sentire quello sapendo di essere stato un ripiego”?

      Che poi non è neanche così, generalmente non è che una che si sposa per fuggire di casa si sposa il primo che passa, magari si sposa il primo di cui s’innamora senza farsi altre domande o tenere conto di altre situazioni, che è un po’ diverso.

      Comunque, mi farebbe pacere aprire la discussione, non uomini contro donne, ma uomini pro uomini che si confrontano con donne pro donne, almeno facciamo qualcosa di costruttivo e cerchiamo di capire l’altra metà del cielo: hai visto mai….

      Mi piace

  4. mah, penso che quella battuta si riferisse al fatto che, SECONDO LORO, noi si facciamo 1000 cose ma le facciamo male.
    Mi astengo da immaginabili commenti… qui è come sparare sulla croce rossa.
    :mrgreen:

    Mi piace

    • @Martina: può darsi pure che abbia ragione, ma io conosco Attila che ne fa una male mentre io ne faccio mille bene, Otello che ne faceva una bene mentre io ne facevo mille altrettanto bene, il primo marito che ne faceva zero spaccate e distruggeva 998 delle mille che io facevo bene….

      Mi piace

  5. Tutto qui? 😀

    Dai che potete fare meglio. 😀

    @Martina: esatto il riferimento. Mi astengo anch’io dallo “sparare sulla croce rossa”. :mrgreen:

    Mi piace

  6. Comunque se ci sarà dell’altro lo leggerò domani, che la mia giornata comincia prima delle 5.

    ‘notte Ladies 😉

    Mi piace

    • @Bali: no, dai, non andartene via presto così… 😦

      Mi piace

  7. Ok, aggiungo questo alla discussione.
    Riguardo il multitasking:
    sono stanco di parlare con una donna, magari di cose serie che mi toccano e vedere questa (persona) che prende fuori carta e penna e comincia a scrivere (no, non è la mia psicoterapeuta 🙂 ) a proposito di altro e nel momento in cui rimango un po’ bloccato, mi si risponde “no, no, tu continua pure a parlare che io ti ascolto”.
    Sgrunt

    E’ vero che se la cosa è fatta da una donna m’infastidisce di più che se non è fatta da un uomo.
    Sarà perché all’ “amico” di turno darei una strigliata e questi mi risponderebbe con “ma smetti di rompere” oppure semplicemente scusa.
    Con una donna non sarebbe possibile. Inesorabile la risposta: “ma io son donna, posso fare più cose contemporaneamente”.
    Doppio Sgrunt.

    Sia chiaro che quello che ho scritto ad Ify era scherzoso anche se provocatorio. E non è certo adesso che comincio a fare il serio. 🙂
    Paura delle donne? Parliamone. Però io credo di capire Martina quando dice “viva la singletudine” 😀

    Mi piace

    • In effetti ho scoperto di apprezzare quando blocchi il mio disperdermi e mi riporti in riga, mi godo più quello che sto facendo, però questo va bene se le mille cose diventano due o tre, se fossi costretta a farne una sola mi sentirei ammanettata, mi mancherebbe l’aria, e non vedrei l’ora che quella cosa finisse per riacquistare la libertà: l’ultima cosa che posso fare nella vita è stare ferma seduta bloccata a guardare in faccia una persona che mi parla.

      Posso chiacchierare mentre stiamo a tavola, mentre cucio, stiro, lavo i piatti, me non potrei mai stare ferma senza fare niente, poi davver non l’ascolterei la persona, la mente mi comincerebbe a vagare a tutte le cose da fare, e diventerei insofferente.

      Viva la singletudine? Naaaaa, viva la giusta compagnia, quella che ti stimola e sostiene e ti lascia respirare!

      Mi piace

  8. Io propongo un monumento a Bali.
    Da adorare al mattino appena alzati e alla sera prima di andare a letto.
    Una nuova religione, praticamente… il balismo… 😛

    Mi piace

    • @Aquila: come potrei non essere d’accordo 😀

      Mi piace

  9. Ify, quando descrivi quei divorzi mi vengono i brividi. e non ho bisogno di dirti perché…

    Bali, su questo devo essere d’accordo con te. Anch’io non sopporto le persone che fanno altre cose mentre abbiamo una conversazione :). A me ad esempio sì piace parlare (l’avrete anche intuito) ma piace anche ascoltare. Ovviamente se si tratta di un amico 😀 Secondo me una buona conversazione è una delle cose più piacevoli che ci sia. Non mi permetterei mai di rovinare una cosa piacevole scrivendo degli appunti o rispondendo al telefono.
    Su questo siamo diverse, Ify. Io ho il culto della conversazione. L’unica cosa che riesco a fare in contemporanea ad una conversazione piacevole è sorseggiare del buon vino.

    Si nota che sono stanca, eh? Comincio ad avere le allucinazioni 😀

    Mi piace

    • @Martina: non si può ascoltare e scrivere appunti d’altro, o ascoltare una persona e parlare con un’altra, è ovvio, sono attività incompatibili, ma sono rari i momenti in cui posso sedere sul divano e occuparmi unicamente di conversazione.

      D’altra parte anche le nostre mamme, anime ben più semplici e meno impegnate di noi, chiacchieravano mentre preparavano i pasti, pulivano la verdura, facevano l’uncinetto o rammendavano. Io ferma a braccia conserte non ci so stare, è più forte di me.

      Che poi, tutti mi accusano di non ascoltarli e poi si stupiscono che mi ricordo tutto, anche a distanza di anni 🙄

      Mi piace

  10. Ify, per molti anni della mia vita per me la buona conversazione è stata una cosa rara ed episodica, ogni volta che avveniva era un lusso. Ho passato molti anni nel silenzio.
    Siccome nella mia nuova vita sarà esattamente il contrario, scusate, ma avrete la mia attenzione totale.
    Anche perché ve la meritate 😉
    Ribadisco, preparate il vino.
    vuol dire che mi alzerò alle 5 del mattino per stirare. o meglio, vado in giro con gli abiti stropicciati. 😆

    Mi piace

    • @Martina cara, mettiti un avatar perché così bordeau non ti riconosco più!

      Anni nel silenzio? Io anni tra urla e confusione, del silenzio ho bisogno, ma inteso come tranquillità, non mancanza di dialogo.

      Comunque Bali sostiene le conversazioni con me in condizioni estreme, e su questo lo capisco e gli do ragione. Chiacchiero al telefono mentre sono in autobus, e quindi sali, scendi, chiedi permesso, la gente non si rende conto che sto al telefono perché sto con l’auricolare (il blue tooth l’ho tolto di disperazione) e attacca bottone, gli indico il filo per far capire che sono al telefono e allora inizia con le scuse, e Bali dall’altro capo si becca tutto questo, oltre al rumore dell’autobus sui sampietrini romani, che oramai lui conosce e conta uno ad uno.

      Però, sapesse che belle conversazioni sui massimi sistemi! .D

      Mi piace

  11. cavaliereerrante

    Ehm … @Aquilotto … posso ???
    Un “monumento a @Bali, eh ?!?
    Una nuova religione “il Balismo”, pure ??? 😯
    RUFFIANONE !!!! 😀

    Mi piace

    • @Ser Bruno: che ti devo dire, solidarietà maschile… 😛

      Mi piace

  12. @Aquila: non so perché ma sentivo che non saresti stato del tutto contrario a quello che ho scritto. 😉

    Io mi espongo e rischio ma sapere che tu, ormai in fase avanzata di deificazione, non mi sei distante, mi consola.
    Grazie comunque (vada a finire 🙂 ).

    Mi piace

  13. @Martina: grazie soprattutto per non averla presa sul personale, o su una questione di genere tout court.
    Concordo con te sull’importanza della conversazione. 🙂

    Mi piace

  14. @Ify, così ti senti ammanettata ed in debito d’ossigeno. Interessante.

    John Gray, quello delle “Donne vengono da Venere….” ma non solo lui, indica come sia maschile il legare le conversazioni all’agire.
    Una donna dice ad un altra “Andiamo a fare due chiacchere”, un uomo dice all’amico “troviamoci per fare la tal cosa così ne parliamo”.
    Non so se la cosa mi trova d’accordo. 😉

    Tu sei, direi, l’unica persona da cui riesco ad accettare un comportamento “distratto” mentre parlo (anche perché quando parto per la tangente son dolori) 🙂

    E’ vero che spesso sono peculiarità da riferirsi alla oersona, però non si può negare che culturalmente alcune siano più associabili ad un genere invece che ad un altro.

    QUello che mi preoccupa ed assume il sapore dell’occasione persa, è il notare un processo di mascolinizzazione delle donne.
    😕
    Invece di portarci su discorsi più interessanti si mettono a tifare Inter o Juventus, tanto per dirne una. 😀
    Vabbè, questa l’ho detta per ridere ma basta guartdare sul lavoro. 😯

    Mi piace

    • @Bali: beh, sai quanto io sia contraria al processo di mascolinizzazione delle donne, ma questo direi che non c’entra ora con la conversazione.

      Non sono distratta quando parli, ma a volte sono in condizioni “estreme” e ne conosci i motivi, comunque mi piace quando mi riporti a terra, inviti a prendermi il mio tampo, a ritagliarmi un’occasione più “dedicata”. Credo sia proprio quello di cui ho bisogno, per riprendere il contatto anche con me stessa: in questi anni ho vissuto in apnea, e a volte mi rendo conto di non riuscire a cambiare registro, cosa di cui invece ho necessità vitale.

      Mi piace

  15. Un paio di “nanetti”.

    E’ capitato che abbia fatto consulenza telefonica per ripristinare un pc di Ify.
    Quelle istruzioni che si danno passo, passo.
    Ad un certo punto Ify mi dice: “Mi è comparsa una finestra dove mi chiede se accettare o meno. Che faccio?”
    Io rispondo: “Clicca su no!” e dall’altra parte “Oops, ho già premuto su Sì!” . 😈 sgrunt

    Un’altra cosa che mi viene in mente è un po’ più seria.
    I miei genitori ebbero un momento (si fa per dire) di crisi matrimoniale verso i loro 40/45 anni.
    Mio padre lamentava che di qualsiasi cosa parlasse mia madre rispondeva “IO invece…perché IO… IO ho fatto…IO ho detto”, insomma, sempre Io.
    Allora mi son chiesto se una tal cosa capitava anche a me e devo dire che non è così facile rintuzzare il proprio ego, però è alla base del saper ascoltare, prestare ascolto.
    Ecco, qui forse le diversità di genere non c’entrano.

    Mi piace

    • @Bali: ehm, mica ora vorremo dire che sia dovuto a quelle piccole iniziative che il pc è saltato in aria? 😀

      Mi piace

  16. Ser@Bruno non mi sono dimenticato di te.
    Ma devo scappare ed aspetto altri commenti a cui agganciarmi 😉

    Mi piace

  17. Un vero uomo è colui il quale accetta l’altra metà come parte integrante di se stesso, comprendendone le differenze e giustificandone le diversità, nella considerazione che sono proprio queste ultime che aiutano ad accrescere la propria consapevolezza.

    Mi piace

  18. La vera donna è colei che non nasconde la sua proprompente …

    FEMMINILITÀ

    È con semplice arrendevolezza
    senza alcuna sfrontatezza
    che ammiro
    con estrema naturalezza
    mista ad un tocco di consapevolezza
    la Tua conturbante bellezza

    Mirabile espressione
    dell’evoluzione
    con cui ha avuto origine
    il volto femminile
    dell’energia della Creazione

    Quindi. a proposito della passione … stamattina sento una leggera brezza che dolcemente mi accarezza

    VENTO

    Emozioni sfrenate
    intensamente vissute
    consumate
    bruciate
    dall’impeto della passione

    come un soffio di vento
    dopo la soddisfazione
    lasciano il posto
    ad una leggera delusione

    Allora,
    fiduciosi,
    chiediamo al nostro cuore:
    è veramente questo
    il Grande Amore?

    Mi piace

  19. “Meravigliosa creatura”
    http://orchideagialla.wordpress.com/2009/11/09/meravigliosa-creatura/

    IO ho raggiunto la “Pace Celeste”
    http://amicidimauro.wordpress.com/2011/04/29/la-pace-celeste/

    Essendo riuscito a fondere, in me, le due componenti
    “Maschile e Femminile”
    http://michelepunziano.wordpress.com/2011/03/11/i-due-sessi-dellanima/

    Ora tocca a Te

    Questo è il mio saluto.
    E’ stato bello incontrarTi.
    Buona Vita

    Mi piace

    • @Mauro: questa musica fa veramente chiudere gli occhi, abbandonare ogni pensiero, rilassarsi completamente e ritrovare la parte più profonda di noi stessi:

      (però sto al lavoro, e troppo rilassamento non me lo posso permettere 🙄 )

      Mi piace

  20. cavaliereerrante

    Caro … @L’AmicoMauro … ehm … ari-ehm … ti leggo e ti ascolto e, posso ? … oso ? … vorrei … ehm … trasformare il tuo bel nick in @MauroLamicodelGiaguaro …. 😆 …. Perchè ???
    Ma come, io già mi ero lasciato convincere dal Sancto Frà Pietrino ( che ora, a Roma, viene calpestato anche dagli autobus che prende @Ifi, e puoi ben capire il suo strazio ! ) a riprendere in mano il mio giuramento e la mia fedeltà al “DEUS VULT”, e già promettevo a questo sancto misticus dell’ alto medioevo che mae più, pe la intera esistentia mea, averèi guatato le gratiae de le Foeminae in quanto acchè isse, no angeli sunt, sed doabbolesse, strumentia de Satana istesso, de lo Diabbolo medesmo ( sicut cunfermant etiam lo novo Deo @Balibbàrre et lo suo promotore @Aquilafidente 😯 ), mae più averei concupito lo lato B o lo lato A de isse peccatrici e de li prommemoria earum, et invece averei guatato solo allo Dommene nostro sù. ne lo alto deli coeli … et TU ??? Me veni co’ codestum tuo linke su la seductione de chille diabbolesse che averettero a resuscitare li morti sentiam lo viagra, a facere sortire da le cripte de lo munno tutti li lazzari jam morti da saecula saeculorum ? 😥
    Atqie in adjunta, ce mitti versi siffatti, semper su lo amore cum la Foemina, che averebbero a fare arrossire l’ istesso jacomo lopardo, tantum sono pulchri et lajadri ??? 😥
    TENCTATORE !!!!
    Tu, care Maure, averai ad essere puro uno amicus, ma de lo diabbolo de la tenctatione e de la luxurja de l’ Ommeni !!!
    Et in cotale misura Tu averetti me medesmo a cumvincere, da facere dirmi a lo poverissimo Sancto che attindeva una mea risposta a li richiami sua ( e de su nonno ! ) questa precisa rispostatione :
    “A San Pietrì, smette d’ amà le Donne ??? Ma vattene a fan …. lo” !!

    Ps. Senza Nulla a Pretendere :mrgreen:

    Mi piace

    • @Ser Bruno: che ci vuole a smettere di amare le donne? Io non ho mai neanche cominciato! 😛

      @le blogamiche: avete capito il senso naturalmente, certo che a vi volgio bene!

      Mi piace

  21. Ser Cavaliere … sei GRANDE!

    Mi piace

  22. Luisa

    Dunque, leggendo l’articolo comincio ad avere dei dubbi sulla mia identità sessuale. Ho sempre creduto di essere una femmina, ma non sono sposata, non ho figli, i miei insulti non sono granchè volgari(ho sentito due ragazze litigare e mi sono vergognata al posto loro. Nemmeno un uomo avrebbe detto cose simili). So fare cento cose contemporaneamente e pure bene,ma…ma…non mi piace. Non mi piace mi stressino mentre ne sto facendo una, mi sta venendo la sindrome del Tamagotchi, se sto lavorando, non mi scocciate con altre richieste…si, l’ho visto che c’è anche altro da fare,ma può aspettare due minuti?
    Se chiacchero, mi dedico e ascolto,almeno ci provo…e benedico la pazienza del mio tutor-amico che al telefono mi dice cosa devo fare e cosa no quando sono in difficoltà col pc…e si che anche il mio dito non vede l’ora di schiacciare il pulsante sbagliato :mrgreen:

    Mi piace

    • @Luisa: sai che mi dice Bali? I monaci tibetani puliscono i fagioli ad uno ad uno, eppure preparano i pasti per cento persone.

      Suggestiva l’immagine, anche se ce li vorrei vedere i monaci tibetani a vivere a Roma e ad allevare qui i figli.

      Una mia amica (per la precisione la ex del mio ex), mi diceva di aver adottato un monaco tibetano, per permettergli studi e meditazione (e, aggiungo io, di pulire i fagioli).

      Insomma, se qualcuno è disponibile ad adottarmi, magari mi ci dedico pure io ai fagioli (@cavaliere, non faccia battutacce! :mrgreen: )

      Mi piace

  23. Una vera donna è colei si tace
    per ascoltare senza per questo
    far tacere il suo cuore,
    è colei che sa amare
    senza disperdere al vento
    le parole di chi sa amarla.
    Ciao e buona giornata.

    Mi piace

    • @Raul: ciao a te ma… chi sei?

      L’amico Mauro si riferisce spesso a te, e hai l’avatar di un mio caro amico che, ahimé, non ha più modo o quasi di passare da questi lidi 😦

      Mi piace

  24. Luisa

    Beh…anche noi te ne vogliamo 🙂

    Mi piace

  25. Luisa

    Ecco, riuscire a fare le cose con la stessa calma del monaco tibetano mi darebbe una gioia immensa…però, sospetto che inizino a pulire i fagioli molto, ma molto presto 😉 e io non vorrei alzarmi prima che cantino le galline, che sorga il sole, che passino quelli della nettenza urbana…

    Mi piace

    • Personalmente, essere un monaco tibetano non è tra i miei desideri predominanti.

      Pensavo a una Messalina, Mata Hari, persino Cornelia madre dei Gracchi, ma abbiate pazienza, il monaco tibetano proprio non m’ispira 😯

      Mi piace

  26. Poi ripasso ora scappo……intanto penso…io non sono multitasking
    😉

    Mi piace

  27. @Ify, tu dici che una possibile mascolinizzazione delle donne non c’entra molto con la conversazione.
    Eppure il post s’intitola “Una vera donna” ed io mi son divertito a riportare uno dei modelli secondo cui alcuni pensano siano fatte le donne (la fonte è ineccepibile 😀 ).
    Quindi mi domando (forse, ma anche no 😉 ) chi sia la vera donna.
    Ovvio che non lo so e, anzi, ti dirò, ho proprio smesso di domandarmelo.
    Mentre invece credo in una definizione che mi son dato “La donna è l’unico essere che riesce, nel medesimo istante, a desiderare una cosa ed il suo contrario”.
    Niente di offensivo, un tributo alla creatività, alla volubilità ed alla dimensione, diversa dalla mia, dell’universo femminile.

    Tutti noi subiamo dei modelli sociali (primo fra tutti in famiglia) e contribuiamo a crearne.
    Quello che scherzosamente avevo espposto raccoglieva in sé un po’ della tradizione (sposa e madre) ed un po’ del nuovo ( rampante e multitasking).
    Mia madre andò in crisi con l’avvento della menopausa perché perdendo la capacità di procreare aveva perso una parte della sua identità di genere.
    Oggi i parametri sono diversi ma non meno importanti e, a mio parere, si vanno sostituendo quelli antichi (a parte i vari riflussi) con altri più moderni e consoni che, appunto, mutuano parecchio da quelli maschili.

    Tanto per fare un esempio, ho sempre pensato che lo spirito femminile fosse molto solidale; oggi mi sembra estremamente puntato sulla competitività.

    Il discorso potrebbe essere lungo e giurin giuretto che sarei pronto a ricredermi; lo so, la cosa può valere sia per gli uomini che per le donne ma, una volta tanto, è di quest’ultime che parliamo, cosa che non vedo fare spesso alle aderenti al gentil sesso che preferisce…ehm…analizzare, dissertare ed infine prendersela con noi, poveri, innocenti maschietti 😦

    Mi piace

    • Poveri, innocenti, maschietti! Tanto buoni (sul girarrosto, con la meluccia in bocca 😛 )

      Mi piace

  28. Ma come, son pure co-autore e finisco in moderazione?
    Allora ditelo che WordPress è donna. 😈

    Mi piace

  29. Ok. Ify per favore mi correggi “reflusso” che non siamo in un ambulatorio medico.

    Poi c’è qualche periodo scritto proprio male. Pazienza 😦

    Mi piace

  30. Vedi che torniamo a parlare di maschietti? 😛

    Che fai cadi nelle trappole? 😛

    Sei off topic 😆

    Mi piace

    • Ma a me piace parlare di maschietti, qui è un argomento sempre on topic: voi nella nostra vita ci state come il cacio sui maccheroni 😉

      Mi piace

  31. Luisa

    Nemmeno io voglio essere un monaco tibetano, però mi piacerebbe imparare a dominare l’emotività… a me piace essere una donna, e mi piace quello che sono diventata negli anni,ma c’è ancora tanto lavoro da fare…donna è anche il coraggio di sperimentare,di essere curiosa e tentarsela, male che vada non funziona…e questo lo abbiamo imparato dai maschietti, da quelli belli razionali che ci fanno compagnia 🙂

    Mi piace

    • @Luisa: uomini razionali? Hai avuto una soffiata? Ci sono? Dove sono, vado ad accapparrarmene uno!!!!!!!!!!!! 😛

      @maschietti: e va beh, dai, scherzavo, non state sempre lì a prendervela… la mia è tutta invidia sana ammirazione 😉

      Mi piace

  32. Luisa

    Si si, brava Ify 🙂

    Mi piace

  33. cavaliereerrante

    @Ifi-47 ( “Tombola” ?!? @shock: Ahhh, stavamo giocando a tombola … e nessuno mi aveva avvertito ?!? ) …
    “Poveri, innocenti, maschietti …. ” ?!? …. 😥
    SIIIIIIIIIIIIIIII …. SI’ !
    un-guèè ??? … un-guèèèè ?!? … un-guèèèèèèèàààààààà !!!!!!!!!

    COMINICATO A NOSTRE RADIO-MOBILI :
    In zona imprecisata, in stato nostalgico, vista in mezzo ad innumerevoli amici, capelli corti arruffati color castano chiari, corpo minuto ma sexy, abiti “da figlia di fiori”, cercasi giovane Donna che sta vendendo fiori senza licenza, trattasi di tale @Martina “per gli Amici Lady @Marty”, provenienza Irlanda, sparita improvvisamente da questa sede della “Ify’s Station of lonely hearts”, sospetta frequentazione Prozia nostra intestataria, forse “nidi di strani soggetti 8) mascherati da “aquila” per di più ciechi”, o altri siti … ricevuto ???
    Bene : riconducetela subito qui, dead or alive :mrgreen:

    Mi piace

  34. OT alla grande 😆 Salve, vi sto scrivendo da una camera di hotel all’aeroporto di Dublino. Quegli *beep* di gran *beep* e *beep* dell’Aerlingus mi hanno cancellato senza spiegazione il mio comodissimo volo per Malpensa di domani alle sei del pomeriggio e mi hanno invece messo sul volo di domani mattina alle 7 per Linate. Morale: sono dovuta venire di tutta furia oggi pomeriggio qui a Dublino, dopo aver spedito tutti i miei scatoloni (il trasportatore è passato alle due…) e pernottare ancora una volta nell’hotel dell’aeroporto…. con mia madre dietro.
    Però, e Bali pensi che questo sia un mio miglioramento, pensi che sia alla fine del mio samsara? 😉 , ho deciso di prenderla con filosofia. Mi sono presa una camera in un bell’hotel, mi sono fatta una pizza con un bicchiere di vino bianco, un bel bagno caldo (qui fa freddo!), spalmata tutta la crama idratante aggratis dell’hotel e ora bella rilassata mi accingo ad andare a nanna perché domani sveglia alle 5. Dopo mesi orribili mi sono detta “ecchec*beep*”, oggi è la mia celebrazione, domani sarò a casa per l’ora di pranzo, chissenefrega.
    Carpe diem
    dite che è abbastanza maschile? 😉
    Buona notte a tutti, ci si risente domani dall’altra parte del tunnel.
    E se mi cancellano il volo anche domani mattina giuro che mi do’ ala violenza organizzata, al diavolo gandhi :mrgreen:
    baci

    Mi piace

    • @Martina: bravissima, anch’io ho imparato a fare così, mi prendo le parte buona delle cose.

      Devo dire che il pensiero positivo l’ho imparato per mia figlia, quando era piccirilla e qualcosa di questa schifezza di mondo gliela dovevo raccontare: forse è stato lì che ho imparato a vedere e ad apprezzare quei fiori solitarie, quei ciuffi d’erba, che nascono in mezzo al cemento, o tra i rifiuti 😀

      Filosofia zen sì, ma se mi capita tra le mani chi ha insegnato a Bali a controllare le emozioni giuro che lo faccio nero! (Io non ce l’ho la biografia di Gandhi da dargli in testa, m’inventerò qualche altra arma impropria 😉 )

      Mi piace

  35. @Bruno! Grazie per la descrizione (non ho i capelli corti :D), troppo buono 😉 Ci sono, ci sono, leggi commento sopra. Ho passato delle giornatine non male… 🙄 Però, l’idea di diventare fioraia mo attira 🙂

    Dimenticavo Ify, io l’icona la volevo cambiare ma Gravatar mi odia e non mi ha consentito 😥
    A domani, belli, spero di scrivervi dal sole.

    Mi piace

    • @Martina: quando sei in Italia fammi un fischio, che provo a darti una mano per l’avatar 😉

      Mi piace

  36. ehm, ho appena realizzato tutti gli errori ortografici, cercate di capire, la stanchezza….;)

    Mi piace

  37. cavaliereerrante

    @Martì, sei sempre Tu, stanchezza o non stanchezza …
    … e sei la mejooooooo 😀
    Ma …. questo “samsara” ( che a me sembra una ‘sambuca del sahara’ ! ), così come quel Tantra ( o Tranta ?!? ), per non parlare poi del Sukatrama, o Tu o @Balibbarre, una volta per tutte, ci volete spiegare, a noi che siamo “terra terra” e digiuni di @Zen, che cavolo significano, sì o nò ???
    Qui, vi siete tutti “abbottonati” come budda :
    1) Tu tiri ‘sto samsara e nascondi la mano !
    2) @Ifigenìa s’ è persa per la vìa !
    3) @Aquila non vede !
    4) @Bali dice che non era nemmeno quella volta là …
    5) @Luisa, sì è fatta coinvolgere da un monaco tibetano, e niente … si vergogna a chiederglielo !
    6) @Mauro e l’ Amico, ci riportano a Leopardi …
    … ma insomma, ci volete dire che ‘sta succedendo ???
    Dopo aver schivato un terremoto a Roma che sarebbe stato più devastante del ‘certificato penale’ del padrone di arcore, più agghiacciante che vedere di notte all’ improvviso @larussa, più terrificante di ‘radio londra’ e dello stesso @giulianone, più demolitore delle nozze del principino @henri & kate, ci dobbiamo ora preoccupare di questo ‘samsara’ ?!?!?
    Almeno, ci potete dire se ci sarà pericolo ?!?!?

    Mi piace

    • @Ser Bruno: Henry e Kate? Cari uomini, sarete pure razionali, ma di gossip proprio zero eh?

      William s’è sposato Kate, non Henry!

      Ad Henry il mondo gossip vorrebbe dare in sposa Pippa (che se fosse chi dico io a sposarsi la Pippa, la sua vita sessuale non cambierebbe mica tanto! 😆 )

      Mi piace

  38. Perdonatemi ma sono sempre un po’ di corsa.
    A quest’oraaaa?
    Ebbene sì 😦

    @Luisa, apprezzo e mi piace tutto quello che hai scritto, soprattutto il tuo commento -50 , anche senza il rimando 😉 che fai ai maschietti alla fine. 🙂
    Certo, vivere è un grosso lavoro, piacevole, pesante, soddisfacente o a volte deludente.
    Io spero che tu possa raccoglierne i frutti strada facendo.
    Mi hai dato comunque diversi spunti su cose di cui vorrei parlare un giorno (tipo il controllo delle emozioni).

    @Martina, non so te, ma io mica punto a raggiungere la Buddhità. 🙂
    Ci sono ancora troppi peccati che devo fare. 😀
    Ho bisogno di sporcarmi ancora con la terra.
    Quindi non ci resta che vivere, anche se un momento di tranquillità, una base da cui ricominciare a muoversi non farebbe schifo. 😉

    Ser@Bruno, ocio qui te leggo. Nonostante sia vero: non ero neanche quella voltà là. 😀

    Per Luisa e Martina

    Mi piace

    • @Bali: beh, io a sporcarti di terra ti ci ho portato 😀

      @Tutti: maligni, mi riferisco alla scampagnata fatta in compagni di madri di famiglia e pargoli innocenti! 😛

      Mi piace

  39. cavaliereerrante

    Ser @Barbar, a quest’ ora … ancora poltrivi ?!?
    Io, da quel di ti/vi/ci leggevo … 😛
    C’ è un cielo, qui su Anzio d’ un azzurro meraviglioso, e poichè abito nella parte alta della città a due passi dal Porto, mi arriva nella stanza quel rumore pacato, noto, vagheggiato del mare che si adagia serenamente sui due bracci del lungomare ….
    Questo mi porta alla mente, quella Città delle Marche che amo struggentemente, benchè vi abbia fatto il soldato per due complete stagioni estive …. finite anch’ esse, mentre ancora si stavano svolgendo nel loro abito più elegante, lontano … chissà dove, lungo quel Viale Trieste che, rasentando la riviera di levante, conduceva per mano fino alla Rotonda … ed alla memoria .
    Stranissimi effetti della nostalgia, che mi fà pensare che “forse” era proprio quella volta là !
    Sto uscendo, come ogni sabato, per andare a trovare il mio amico Roberto … e mi sembrava doveroso, per non lasciare gli amici “maschietti” 😆 ( fra i quali, benchè assurto a novella divinità, Tu ! ) troppo in balìa delle femminucce apparse invero scatenate, portar loro tutto il mio doveroso e sentito sostegno, nonchè il mio incoraggiamento a resistere, almeno fino a stasera …
    EVVIVA I MASCHI DI QUESTO BLOG !!!! :mrgreen:

    Mi piace

  40. Cara Ify, il discorso sulle emozioni è anche quello un bel mattone, per cui è rimandato a data da destinarsi.

    Comunque Luisa ha parlato di dominio sulle emozioni ed io ho preferito la parola controllo.
    Sai che casino se ognuno desse libero sfogo alle emozioni. 😯
    Poi bisognerebbe intendersi su “emozione” che, per esempio, è diventata, sempre secondo me, parte del “grande inganno” sociale. Quando c’è l’emozione c’è tutto 😕 .
    Emozione non fa rima con cuore.
    Un po’ come il discorso su “essere se stessi” che a me non mi significa niente.

    Troppa carne e poco fuoco. 🙂

    Però qualcosa mi manca, non è un invito ma mi manca, ovvero un ampiamento del discorso da parte di Kate e Rory, per esempio.
    Ma può essere che abbiano preferito tacere invece d’insultarmi. 😀

    Mi piace

    • @Bali: ma qui nessuno ti vuole insultare, e soprattutto non può, questo è luogo di culto del balismo, e io sono la grande sacerdotessa, la tua vestale di fiducia 😉

      PS: ti ho appena scritto, ci siamo incrociati 😀

      Mi piace

  41. @Ify. grazie….but hum…non penso proprio che mi sentirei a mio agio con sacerdoti e sacerdotesse.
    Sono, come dire, di tendenze irreligiose, figuriamoci se riguardano me. Non credo che Aquila si riferisse a questo 😉

    Quindi ben venga qualsiasi tipo di commento.
    Eventualmente avrei un posto disponibile come bodyguard 😆

    Mi piace

    • Mi dispiace, proprio oggi che ho deciso di sposarmi ed essere sottomessa non sono disponibile a svolgere attività cruente 😛

      Mi piace

  42. Carissimi, siamo invitati, se ci fa piacere, a continuare la discussione qui:

    http://donnaemadre.wordpress.com/2011/05/14/ama-e-sii-sottomessa/

    Mi piace

  43. A proposito di donne che dicono parolacce, ho scoperto un link su facebook carinissimo, “1001 modi di insultare senza parolacce”: una figata!!!

    Quello che aveva linkato una mia amica era: “Stai pure sulle tue, MA SCENDI DALLE MIE!”: la classe non è acqua 😉

    Mi piace

  44. cavaliereerrante

    Donne che dicono parolacce ?!? 😯
    Oh, cielo ! ( N.B. Mi scusi, la famosa Blogger che usa spesso questa esclamazione, che mi permetto di rubarle spudoratamente, per quanto mi piace 😆 ! )
    Ci troveremmo di fronte ad un vero e proprio “ossimoro”, poichè associare una parola bellissima come “donna” ad una parolaccia, sarebbe come unire “rumore” a “silenzio”, oppure, chessò ? “onestà” a “@giulianone ferrara”, se non “intelligenza” a @gasparri” .
    Termini antitetici di segno contrario, che per loro natura si escludono l’ uno con l’ altro dando per risultato, nella loro sommatoria, il nulla !
    Quindi, a mio parere “errante”, donna + parolaccia = zero !
    E credo che Ser @Guido Cavalcanti, per non parlare di King @Dante e Lord @Petrarca, staranno rimescolando le loro memori polveri nell’ urna, nell’ udire con le loro sublimi orecchie tali e siffatte nefandezze esibite nel link suggeritoci !!!
    Nò, l’ unica parola che si possa e si debba associare a quella di “donna”, non può che essere “paradiso”, tanto ella ci evoca le sublimi armonie e gli eterei pascoli del cielo di ogni piacere carnale ed interiore condiviso . 😀
    E “donna”, deve essere al centro del nostro universo, caro Ser @Bali, non “burlata nella sua fragilità indifesa” 😆 come si lamenta di te la nostra “fragile ed indifesa” @Ifigenia !
    Se l’ Amicizia è un patto di reciproca lealtà, io, Cavaliere Crociato, mi permetto di chiedere a te Ser @Balibàr, Cavaliere Shintoista, di desistere – deh ! – dal continuare a vessare la nostra fragilissima ed indifeserrima madamigella !!!
    Orbene anche Tu, carissima @Ifigenia, non abusare della nobiltà di un Uomo, pretendendo “per te” ben dodici minuti per “spogliarti, farti la doccia e rivestirti” mentre Ei ti aspetta col cuore a tamburo e la spada sguainata, e ti esorto a fare invece come le Dee dell’ Olimpo : gira, per la tua magione o sui sentieri della vita, sempre “nuda” … non si sa mai ! :mrgreen:

    Mi piace

    • @Bruno, io non vorrei più citare qui “la famosa blogger”, le frecciatine le lascio fare a lei, che poi fu il motivo principe per cui discutemmo; ha ragione chi mi ha detto che tanto, a prescindere da altri fattori, io e lei non saremmo mai andate d’accordo, da una parte lei col suo sistema allusione-frecciatina-ammiccamento con sorrisetto d’accompagno all’odor di vaselina che tanto mi urta, dall’altra io che reagisco (reagivo?) sbranando con una virulenza decisamente sproporzionata all’attacco (anche se chi mena prima mena due volte, e quindi io a reagire con una doppia razione avrei diritto, non vi pare?), quindi direi che, sancita l’incompatibilità, non se ne parli più né di diritto né di rovescio (decreto legge di Ifilandia 😉 ).

      Tornando alle parolacce in bocca alle donne, sono pressoché orribili, anche se la volgarità non mi piace neanche in un uomo, ma in una donna è vero, dà l’idea di un qualcosa contronatura. Abbiamo detto più volte che il femminismo poi ha portato, come sua degenerazione, alla mascolinizzazione della donna, nel senso che la donna ha acquisito gli aspetti peggiori dell’uomo, quelli proprio da cui prima era immune e questa immunità faceva di lei, a mio parere, una persona migliore.

      Non voglio dire che, nei tempi moderni, una parola colorita non possa sfuggire a tutti, ma il turpiloquio come metodo d’espressione corrente proprio non mi piace: ci sono persone che non si riescono a esprimere neanche per chiedere l’ora senza inzepparci dentro un termine forte, del tipo “Ma che ca@@o d’ore se so’ fatte?”, “Ma ‘ndo ca@@o stanno le chiavi?”, “Se me chiede de lavora’ sabbato, lo manno aff@@@@lo” o così via.

      Quando sento un film d’altri tempi, riscopro un linguaggio dimenticato, tipo “Lei si burla di me”, anziché l’odierno “Me me stai a pijà per c@@o? ”

      Francamente, ammetto che “Lei si burla di me” mi vergognerei persino a dirlo, ma insomma, un sano “Mi stai prendendo in giro?” credo che possa essere un accettabile compromesso. 😉

      Mi piace

  45. Sì sì, venite tutti dalla prozia che quella discussione si sta facendo interessante 😉
    E visto che sono qui do’ la buona domenica a tutti! 😉

    Mi piace

  46. cavaliereerrante

    Ahè, chedè ‘sta pubblicità indiretta ?!?
    A @Martì, te sei messa a fà la pierre puro te, eh ?!?
    Ecchè volemjo lassa’ ‘sta nipotona bella ?!?
    ‘Nfonno, si lei è “una e bbina”, nojantri, nun potemjo addiventà “uni e ttrini” ?!?
    E quinni, stamjo quà co’ ‘na cjavatta e co’ l’ antra ce sposteremjo dellà, ispecje si ce offrono pasticcini e sciampaggnja 😀
    Certo, sarebbe mejo nun movese e addiventà “uni e quattrini”, ma li sordi, mica te la danno la felicità, eh … :mrgreen:

    Mi piace

    • E invece la prozia è stata brava, appena hanno aperto il buffet è fuggita via, talmente velocemente che si è dimenticata di non aver pagato la sua copia del libro, già pure debitamente firmato e con dedica.

      E’ ritornata di corsa ed è rientrata nel caffè letterario affannato e quasi gridando sbracciandosi: “Non ho pagato il libro!”: insomma, l’onestà non le difetta, un po’ di “aplomb” però sì, benedetta prozia!

      Mi piace

  47. cavaliereerrante

    Con l’ autografo di @Costanza ?!? 😯
    E … e … e … quello di @Aquila ?!?
    Non ce l’ ha ??? 😥

    Mi piace

    • Aquila l’aspettiamo al varco 😉

      Mi piace

  48. Luisa

    Ify, ti mando il nome del negozio dove si trovano gli uomini razionali…scegli quello bello razionale, mi raccomando…lascia stare le imitazioni, scegliere sempre il meglio…

    @Bali, grazie del bell’augurio…se ho seminato bene, prima o poi raccoglierò…

    @Bruno, è facile perdersi per un monaco Shaolin…e non devo chiederglielo, da sfoggio autonomamente della sua abilità nella lotta 😉

    Mi piace

    • @Luisa: non ho ricevuto ancora il nome del negozio, prova un sms 😉

      Mi piace

  49. cavaliereerrante

    Sì, @Luisa … credo proprio che @Balibar abbia ragione, e Tu raccoglierai i frutti di ciò che hai, non senza sofferenze e rinunce, seminato nella tua esistenza .
    Credimi, Amica mia, la lealtà, il raffrontarsi con gli altri ‘ad armi pari’, il lasciarsi guidare per mano dal voler “crescere in diminuendo”, il comprendere le ragioni dell’ altro/altra, non è mai vano e, o prima o poi, se ne raccoglieranno frutti non acerbi !
    Quanto ad @Aquila, carissima @Ifi, noi l’ aspettiamo non soltanto al varco, ma a Roma, dove ci dovrà dimostrare che la proverbiale generosità dei piacentini, non è una favola :mrgreen:

    Mi piace

    • @Ser Bruno: intendevo al varco di Roma 😉

      Proverbiale generosità dei piacentini? Mah, giuro di non averne mai sentito parlare 😉

      Mi piace

  50. cavaliereerrante

    Oh … mai sentito ?!? 😯
    E quand’ anche ?!?
    Ce la ricorderà il nostro @Aquilonegeneroso :mrgreen:

    Mi piace

  51. Scusami, ripasso ripasso ma questo post non riesco a commentarlo, ci ho pensato, riflettuto, ma in qualche modo mi sento dentro una ferita che non riesco a far rimarginare come vorrei, presto come vorrei……
    quindi mi astengo.

    Baciiiiiiiiiiiii

    P.S. passo al prossimo post 😀
    Ma che freddo ieri e quanta pioggia!

    Mi piace

  52. Per l’Amico Ser@Cavaliere che ne ha fatto richiesta..:
    http://amicidimauro.wordpress.com/2011/02/22/il-samsara/
    Questa è la testimonianza che Egli non è mai passato per il mio spazio virtuale …

    Mi piace

    • @L’Amico Mauro: magari c’è passato ma non ce l’ha fatta a smaltire tutti gli arretrati 😉

      Mi piace

  53. sono solo la voce di un sentimento errante, niente di più.

    Mi piace

    • @Raul111: errare humanum est, vociferare diabolicum! 😆

      Mi piace

  54. Per l’Amico @Balibar,
    personalmente trovo sia bello liberare le proprie emozioni,
    tanto che, in un “momento” della mia Vita, ho dedicato loro un intero blog:
    http://emozionilibere.wordpress.com/

    Per @Ifi,
    ho sollecitato il nostro Amico @Raul111 a risponderTi
    altrimenti non l’avrebbe mai fatto,
    perché lui …
    … è molto distratto!

    Perdonalo.

    Mi piace

    • @L’amico Mauro: e perdonare divinum!

      Mi piace

Trackback

  1. BISOGNO D’AMARE | Emozioni, l'espressione fisica dell'amore

Che ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: