Analfabetismo di ritorno

Stamattina mi arriva una telefonata concitata, è mia figlia che ha il tema in classe,

“Mamma mamma mamma ci hanno dato il tema sul Risorgimento, ma noi non l’abbiamo studiato, siamo tutti disperati, nessuno sa niente! Mamma mamma mamma corri, dimmi qualcosa, dimmi tutto quello che ti ricordi sull’Unità d’Italia!”.

Ecco, mi ci sta bene, così m’imparo a pensare al 17 marzo semplicemente come a un giorno di festa, indipendentemente dalla ricorrenza cui è legato.

Che poi, uno studia una vita, va avanti a forza di borse di studio, ma poi ti chiedono qualcosa dopo 34 anni e ti rendi conto di non essere più proprio fresca di studi. Poi, mica te lo chiede mentre sei a casa, piena di libri, Bignami compresi, e con connessione a Internet, o in ufficio, dove i libri non ci sono ma Internet sì, e magari pure qualche collega appassionato.

Te lo chiedono mentre sei in macchina, e tu affondi nella memoria, e scopri un vuoto che i buchi neri sono capocchie di spillo al confronto suo.

Dunque ehm ehm, il Risorgimento… ehm, da non confondere col Rinascimento, per carità che è di secoli prima e riguarda una rinascita artistica e culturale, mentre il Risorgimento riguarda l’unità d’Italia (prima regola quando non si sa rispondere a una domanda: prendere tempo).

L’Italia prima era divisa in tanti stati e staterelli, quello che poi è stato il nucleo della futura Italia poi sono stati il regno di Piemonte e Sardegna, sotto i Savoia, che poi infatti hanno regnato in Italia (più o meno dovrebbe essere così 🙄 ).

Poi al sud c’erano i Borboni (c’erano i Borboni? Forse sì, ma quando esattamente, e fino a quando? 😯 ), al nord gli austriaci…

… mamma mamma, è per questo che Manzoni ha scritto “I promessi sposi”?

Ehm sì sì (bene, terreno amico, dei Promessi Sposi qualcosa mi ricordo), Manzoni intendeva tuonare contro la dominazione straniera, ma non potendo farlo direttamente contro l’Austria perché sarebbe incappato nella censura, parlò del malgoverno spagnolo sperando così di gettare una luce sinistra sul governo straniero in genere.

E poi ci furono i moti mazziniani, che fallirono tutti,  perché figurati se si riesce a unire gli italiani, Mazzini non convinse nessuno (oh popolo senza amor patrio!), però poi ci riuscì Garibaldi, lo ricordi “Da Quarto al Volturno”?

... no mamma, non so niente di Quarto e Volturno (manco io, ma stai a guarda’ il capello 😯 ndr)

Insomma, Garibaldi unì un sacco di gente, ma solo perché gli promise la terra, sennò col cavolo che l’avrebbero seguito, non erano mica diventati idealisti nel frattempo, però mi raccomando, tu non scrivere così, mettilo bene in italiano, usa una forma consona..

… sì sì mamma, tu continua…

… che poi mica gliel’ha più data sai, ma non perché non volesse, è che il re fregò pure a lui, si prese l’Italia a Teano, e poi di Garibaldi se ne infischiò alla grande, mi pare pure abbia fatto una brutta fine, credo comunque in miseria…

Teano? Mamma, che è Teano?

Teano è un posto dove Garibaldi s’incontrò col Re d’Italia (futuro), e lì virtualmente gli consegnò le terre conquistate.

Quale re mamma?

Ehm, quale re… Vittorio Emanuele credo, ma non mi chiedere che numero, io poi mi ricordo Carlo Alberto, famoso re Tentenna, però a Teano no, c’era Vittorio Emanuele, ne sono quasi sicura, tu però tieniti sul vago (mi raccomando l’italiano, aggiustalo bene)

...sì sì mamma, tranquilla, però sbrigati che non posso stare molto, mi puoi dire qualcos’altro?

Ehm ehm… tipo: perché non chiami papà? Lui in nozioni è ferratissimo 😀

Ok, mamma, ciao ciao. 😦

Ciao… 😦

Che figura amici miei! Uno è convinto di sapere tutto, poi si rende conto che gli anni portano all’oblio

51 commenti

  1. D&R

    La soluzione è….. L’IPAD, e connessione a wikipedia sempre, anche quando sei in giro.
    E comunque, che era Vittorio Emanuele II° a Teano, lo sanno tutti !!!!! (http://it.wikipedia.org/wiki/Incontro_tra_Giuseppe_Garibaldi_e_Vittorio_Emanuele_II)
    Oops… 😀

    "Mi piace"

    • Toh, che caso, ero giusto da te (e invito tutti i nostri amici ad andare, che oggi per D&R è un giorno speciale 😀 )

      Sì, ricordavo più o meno quale Vittorio Emanuele, il terzo mi pare fosse re Pippetto, quello che ci ha portato in guerra, e il quarto.. il quarto per fortuna l’hanno neutralizzato prima! 😆

      "Mi piace"

  2. Marta

    Io non ne posso più di questo Risorgimento , uffa! 😦

    "Mi piace"

  3. guarda che però sei stata brava… se ti consola, il collegamento con i promessi sposi io non l avrei saputo fare… che a noi la prof non c ha avuto tempo di farcelo leggere…

    "Mi piace"

    • @Sonia: beh, io ci feci una tesina a parte sul Manzoni, è forse l’autore che ho più esaminato nel corso dei miei studi.

      "Mi piace"

  4. A me viene in mente il Gattopardo, soprattutto il film, la Cardinale e Alain Delon… ma queste cose le poteva scrivere sul tema? 😉
    Un attimo!!! Ai “miei tempi” ce lo scordavamo che potevamo telefonare a casa quando ci davano un tema! Ti beccavi il titolo e, se non sapevi niente, scrivevi due *beep* in croce e ti beccavi un 3 giusto perché lo 0 non lo davano a nessuno (mai capito perché… prendere uno 0 sarebbe stato divertentissimo 😉 )… ma stiamo andando, appunto, fuori tema…
    😛

    "Mi piace"

    • @Martina: ai “nostri tempi” tante cose erano diverse, per esempio gli insegnanti non stavano a parlare di sesso tutto il giorno (e poi ti lamenti del mio blog!): sarò io all’antica, ma le cose che si permettono di dire questi insegnanti in classe mi fanno rizzare i capelli in testa. Qualcuno mi ha consigliato di fare un esposto alla magistratura, e non è escluso che lo farò.

      "Mi piace"

  5. A costo di sembrare un po’ rompina, ma il cellulare a scuola non dovrebbe stare spento? Sarà deformazione professionale, ma io faccio una lotta quotidiana contro l’infernale aggeggio … 😦

    Un mio allievo di quinta mi ha persino detto che lui il libro di Dante (leggi: “Divina Commedia”) e quello di letteratura non li porta perché sono pesanti mentre con l’I-Phone è più comodo e neppure pesa. 😦 😦

    E’ già una lotta senza speranza se poi le madri si rendono complici della trasgressione ad un divieto …

    P.S. Ma tua figlia per telefonare sarà uscita dall’aula, immagino. E com’è che l’hanno lasciata uscire appena “dettata” la traccia del tema?

    "Mi piace"

    • @Marisamoles: ti ha risposto direttamente la pargola, e devo dire che mi sono fatta le matte risate (miste al mio orgoglio di madre 😀 ).

      Fiera di essere sua complice 😉

      "Mi piace"

  6. Se ti sentisse Napolitano ti prenderebbe a sculacciate!
    mauauauauaa

    "Mi piace"

    • @Farnocchia: di uomini che vogliono prendere le donzelle a sculacciate, a prescindere dal Risorgimento, è pieno il mondo, mica stavamo ad aspettare Naplitano! 😛

      "Mi piace"

  7. kalojannis

    Signori, STANDING OVATION per Ify!!!
    “ma solo perché gli promise la terra, sennò col cavolo che l’avrebbero seguito”…
    e mi permetto di linkarti una mezza discussione sul punto, in un altro blog
    http://lagiraffa.wordpress.com/2011/02/11/deu-seu-italiana/#comments

    "Mi piace"

    • @Kalos: letto! Eh, questa storia della promessa di appropriarsi di terre di terzi passa sempre in sordina, sembrano tutti eroi disinteressati. In realtà, e credetemi, mi duole ammetterlo, lo spirito patriottico in Italia pare distribuito col contagocce.

      Oggi poi dicono che non vada neanche più di moda, affermazione che non mi trova affatto d’accordo, e che anzi trovo uno dei mali più grandi della nostra terra.

      "Mi piace"

  8. Sissi

    @Marisamoles: Tranquilla, non sono uscita dalla classe per telefonare e direi che non sono proprio il tipo che va a cercarsi le soluzioni dei compiti su internet! 😆

    D’accordo, vi racconto a tutti com’è andata stamattina, perché la telefonata a mia madre era solo il “risvolto comico” della faccenda:

    Entro in classe. 8.10 (“Noooo! Di nuovo in ritardo 😯 “). Diciamo che avevo già capito che qualcosa non andava quando ho visto la faccia della mia amica, che aveva fatto un’espressione simile solo quando abbiamo avuto una versione di greco di quindici righe, ancora oggi commemorata dalla nostra classe come “La Disgrazia”. La guardo: pallida, gli occhi sbarrati, sulle labbra qualcosa di simile ad un’imminente risata isterica. Tremava. Avanzo verso il banco, guardo il compito, scoppio a ridere: “Il Risorgimento: cosa ne sai?”
    Tanto valeva chiedermi: “Shintoismo arcaico e nascita delle caste indo-cinesi: cosa ne sai?”. No, forse lì qualcosa avrei saputo dire, mentre qui….pensa pensa pensa!!! Cosa sai del Risorgimento???

    Risorgimento: da non confondersi con il Rinascimento.

    No no no no no no no no!!!! NON E’ POSSIBILE!!!! pensa pensa pensa!!!! E adesso che faccio??? E ridevo….ridevo per non piangere. “Ridi….???” mi fa la mia amica con un filo di voce. Dal trauma, un’idea: “Cerchiamo sul dizionario la definizione di “Risorgimento”, così almeno ci facciamo un’idea di cosa dobbiamo mettere nel tema!”. La cerchiamo. La troviamo. La solita definizione laconica. Zingarelli, vai al diavolo!!! Panico generale: NESSUNO sapeva niente del Risorgimento italiano!

    C’è da dire, visto che parlando di “tema” ci immaginerete tutti seduti ai posti, al limite con un’espressione un po’ stravolta, che la professoressa della prima ora mancava, e che quindi in classe c’eravamo solo noi, senza nessuno, a mandarci in paranoia a vicenda. E ci consultavamo….chi si ricordava una data, chi un nome, chi una battuta che la maestra aveva fatto alle elementari tanti anni prima, chi, come me, cercava sul dizionario, chi aveva contrabbandato un libro di storia dalla classe accanto e lo sfogliava febbrilmente…..

    Suona la prima ora.

    “Camì! Camì! Mazzini era quello dei carbonari?” “No, era quello dei mazziniani!” “E grazie tante! 😦 ”
    L’ora “libera” era finita, io avevo chiamato mia madre e mio padre e avevo preso un bel po’ di appunti, anche se un po’ confusi. Anche altri avevano fatto come me e, dopo aver chiamato i genitori, avevano scritto qualche data importante alla lavagna, su cui adesso si leggevano cose tipo: “1821 primi moti base rivoluzione francese mazzini fallimento pisacane borboni regnanti sud regno delle due sicilie 1848”. Bella cosa.

    L’ora che era adesso adibita a tema era l’ora di storia ( 😆 ) e quindi quel pazzo scellerato del nostro professore, i cui argomenti vertono tutti in linea di massima sulle perversioni sessuali degli antichi greci, è improvvisamente diventato la nostra ancora di salvezza. In mezz’ora ci ha più o meno riassunto il Risorgimento, ci ha dato qualche dritta su cosa sarebbe piaciuto alla prof., e così via…

    Bene, adesso eravamo ben documentati e rimaneva solo un piccolo problema: AVEVAMO UN’ORA E NEMMENO PER RIORDINARE GLI APPUNTI E SCRIVERCI SU UN TEMA DECENTE!
    Ma come facciamo?
    Beh, non chiedetemi come ma l’ho finito! 😆 Certo, per lo più il mio tema era composto da:
    – 20% : appunti di mio padre (forniti mentre sciava a velocità)
    – 20% : appunti di mia madre (vedi post)
    – 10% : spiegazione del prof. di storia (ma in mezz’ora…)
    – 45% : vuota retorica (molto vuota!)
    – 5% : grande sentimento patriottico nato sul momento dalla necessità di far capire a chi legga il mio tema che non vengo dalla Lettonia.

    Questo è quanto. Non avevamo mai studiato il Risorgimento qui al liceo, e si presumeva che potessimo ricordarcelo dalle medie. Non ce lo ricordavamo, ci abbiamo provato, ce l’abbiamo fatta. Tutti. La grande qualità di noi studenti è l’arte dell’arrangiarsi, che oggi ci ha aiutato più di quanto avrebbe potuto fare qualunque cultura sull’argomento. Peraltro secondo me, anche se non prenderò 9, l’esperienza di stamattina è stata molto istruttiva e ha ampliato le mie conoscenze sul Risorgimento.

    Risorgimento: da non confondersi con il Rinascimento. Meglio il Rinascimento! 😆

    "Mi piace"

    • @Sissi: quanto me piaci!

      Tua complice per sempre 😀

      "Mi piace"

  9. Ecchè volete dire che non avete seguito Benigni al festival? 😉

    "Mi piace"

  10. @ Sissi

    Ok, ora sono più tranquilla. 🙂

    Una bella avventura, non c’è che dire. Però, mentre leggevo il tuo resoconto, mi chiedevo se fosse una traccia buttata là da qualcuno per farvi trascorrere l’ora “buca” (approfitto per dire grazie alla Gelmini per aver saturato tutte le cattedre a 18 ore così quando qualche insegnante sta male le classi rimangono senza sorveglianza – lo dico anche perché si capisca che non è mancanza di buona volontà!). Se così non fosse, un tema assegnato senza aver nemmeno parlato dell’argomento mi pare un fatto insolito. In questo caso io avrei scritto: “Del Risorgimento non ne so nulla perché non ce l’avete ancora spiegato”. La sincerità a volte è tanto apprezzata. 🙂

    Comunque mi congratulo: anche se le notizie sul Risorgimento le hai dovute “mendicare” qua e là, le tue buone capacità nella produzione scritta sono indubbie. Hai preso tutto da mammà. 😉

    Un’ultima considerazione: il cellulare a scuola deve stare spento sempre, anche durante l’intervallo. Questa è la regola … trasgredita sempre, ma sempre regola è. 😆

    "Mi piace"

  11. cavaliereerrante

    Cara Madamigella @Sissi, sei una ‘sagoma’, ed una studentessa ‘perfetta’ … e mi domando : cosa sarebbero “oggi” i Giovani ‘sensibili e intelligenti come te’, se la Scuola “oggi” fosse ancora quella ( pensa Tu, detto da me ‘di sinistra’ di un fascista che scrisse il “Manifesto del partito fascista” ! ) che sognò prima e realizzò poi il Prof. Giovanni Gentile, un fascista sì, ma una mente che, insieme a quella di Benedetto Croce, ci invidiò l’ Europa intera !
    E cosa saresti Tu ed i tuoi compagni, se il Professore, anzichè titillare le sue pruderie con la freschezza dei Giovani ( ma questo, accadeva anche ai miei tempi ! ) parlandovi delle perversioni ( ma quali poi ? Capisce questo “professore” che è da imbecilli ragionare su quella cultura antica e su quella Morale piombandoci con la “nostra” visuale dell’ etica e coi nostri miserabili parametri di “giudizio” ??? ), vi parlasse dell’ attualità straordinaria di Socrate, o della perfetta visione da statista di un Pericle, o della immensa, e insuperata, Arte del Poetare di un Omero …. !
    Il Risorgimento ?

    “Dunque, ‘na vorta, ‘n mezzo all’ Ottocento,
    c’ era ‘n’ ‘ Itaja mezzo strabbacchjata,
    de staterelli c’ era ‘n’ ammucchjata …
    che si li conti, nun te bbasta er ‘cento’ !

    Spirava su sta tera, ‘n venticello
    ch’ era assaj cupo, ‘na specje de tifone,
    che spazzolava ‘gnj soggnjo pur se bbello,
    arisonanno la solita canzone ….

    De qua un Ducato, pe llà una Contea,
    e sotto a l’ ombelico cj era ‘r Regno
    de Du’ Sicilje, che tanto se ne bea
    er Re Borbone che cj lassò er segno !

    E ‘n mezzo, nun ce stava ‘na cintura
    che sò ? ‘Na cinta ‘n pelle un po’ elegante …
    Nò, c’ era un muro, ‘no Stato pjù angoscjante,
    er Vaticano, cor “Papa Re” in pastura !

    Chi la voleva cotta, e chi allessata
    ‘sta pora Itaja, divisa e rannicchjata,
    ‘na specje de insalata cor radicchjo,
    ma quanto a core, nun ce n’ era spicchjo !

    Fortuna fù, che ‘n Conte squattrinato,
    er Sor @Cavùr, quello co’ l’ occhjalino,
    un pjemontese de coccjo, un sopraffino,
    er Re ‘mmanuele spinse ner quadrato !

    Se poj cj aggjungi, a sta siffatta sorte,
    a questo Conte co’ tanto de cervello,
    un Omo triste, che un soggnjo fece bbello :
    “Solo ‘na Patrja” ! E ar soggnjo uprì le porte !!!

    Era @Mazzini, ch’ ar soggnjo s’ aggrappava,
    e che una “Itaja Unita” s’ inzoggnjava
    ggjorno e matina, finchè in un abbraccjo
    de @Garibbardi luj nun trovò er bbraccjo !

    E così @Sissi, mja cara amica bbella,
    Fija de tanta Madre e Padre pure,
    scoppjorno de battaje ‘na quartella
    e cor sangue, e co’ l’ armi le paure

    cessorno tutte : L’ Itaja mò è ‘na freccja !!!
    Sì, ce mancava è vero er Vaticano …
    ma a Porta Pia, aprennoce ‘na bbreccja,
    er Sor @Lamarmora, je lo mise ‘n mano

    ar Papa Re, e ‘r soggnjo se compiva !
    “Una l’ Itaja”, una oh Patrja unita …
    Sì, aveva senso, adesso, chi la vita
    djede per soggnjo e ‘r soggnjo nun smarriva !!!

    E che ce frega, se oggi tal siggnjori
    se fanno promotori de ‘na storja
    dipinta a verde, e co’ na tale bborja,
    se scordano che sò quei tre colori …

    Er tricolore, se er caro ‘amico’ @bbossi
    nun lo conosce, lo veda drento ai fossi
    de le trincee, dei tanti Eroi caduti :
    Là i loro soggnj, pe’ noj nun sò perduti !

    "Mi piace"

    • @Ser Bruno, i tuoi versi mi hanno semplicemente commosso. Vedere così, descritta in pochi versi, tutta la storia dell’unità di’Italia, ti assicuro fa la sua impressione. Credo che ne farò un post per il 17 😀

      "Mi piace"

  12. cavaliereerrante

    Ah … Cavajere Erante cor brando intaccato !
    Che cacchjo hai scritto ?
    Er verso era : ” …. finchè in un abbraccjo
    de @Garibbardi luj nun trovò er bbraccjo !”

    BBraccio, nò “baraccjo” !
    Che si te pjava ‘n castaggnja er Sor Aquila, erano cacchi tui !

    "Mi piace"

  13. D&R

    Lo sapete sì, padrona di casa in testa, che siete speciali?

    "Mi piace"

  14. @Martina: se ti può consolare, mia nipote al liceo l’ha preso uno 0 in greco…ma non le è sembrato mica tanto divertente in quel momento! 🙂
    @Sissi: sei forte e scrivi bene come tua mamma (buon sangue non mente, eh?). Più che un commento il tuo è un vero e proprio post. Davvero divertente, complimenti.
    @Ser Bruno: Se non sei un professore dovresti fare un pensierino a diventarlo. Studiare con un prof come te sarebbe una benedizione per i “poveri” studenti…;-) (ne parlavo da me in un post proprio pochi giorni fa…)

    "Mi piace"

  15. @Pennelli: il momento più divertente della mia storia liceale, che ricordo ancora con grande ilarità, fu quando presi un 3 in Inglese. Il prof. non lo sapeva neanche parlare… il fatto che una manciata (non dico quanti!) di anni dopo sia diventata bilingue la dice tutta sul valore dei voti a scuola 😀

    @Ify #15: ma la mia prof. di Latino e Greco parlava di sesso tutto il tempo!!! Ci portava in classe le poesie “proibite” di Catullo (quelle non contenute nelle antologie, per intenderci) e quando ci spiegava Alceo e Saffo lo faceva davvero con convinzione 😉 Che dire… certamente le ore di letteratura non erano noiose 😉

    @Sissi: ehm, le cose devono essere cambiate nei licei… una versione di 15 righe di greco non è la norma? 🙂

    "Mi piace"

  16. “…er Sor @Lamarmora, je lo mise ‘n mano…”
    @Ser bruno, cos’è, un messaggio subliminale? O ti stai davvero esercitando per diventare professore? A quanto leggo in alcuni commenti, pare che sia uno egli argomenti più trattati in classe… 😉

    "Mi piace"

  17. cavaliereerrante

    Carissima Lady @PennelliRibelli-24 ( complimenti, il tuo nuovo àvatar è bellissimo ! ), per anni sono stato Responsabile dell’ Ufficio Tecnico di una grande Banca ( la più prestigiosa, sotto il profilo storico, e cioè la Comit ! ), facendo un altro mestiere, ma mai dimenticando la mia passione per l’ insegnamento . Oggi, enigmaticamente, e per il caso fortuito che la scorsa estate mi imbattei un Ragazzo figlio di operai, che amava studiare al classico, ma era completamente disatteso dai suoi ‘professori’ e non riusciva ad esprimere ciò che aveva dentro, ho ripreso lo studio e la ricerca di materie che mi rimasero dentro ‘anche a studi universitari conclusi’, avendo deciso di accompagnare questo bravissimo Giovane fino alla sua ‘maturità’, insegnandogli, con mio enorme piacere e gratuitamente, il Greco, il Latino e la Matematica . Ho scoperto così la ricchezza incredibile dei Giovani, la loro appassionata ricerca di valori esistenziali non effimeri, ma ahimè ho potuto constatare anche a che livello infimo sia caduta la Scuola ( Licei ed Università ) a seguito delle devastazioni immonde perpetrate da chi della Scuola non aveva capito niente .
    Il caso citato dalla nostra cara @Sissi di un “prof” ( e la stessa definizione di questo termine “prof” la dice lunga sulla caduta dei valori scolastici ) che si accattiva i suoi più giovani allievi, intrigandoli sulle ‘deviazioni sessuali’ dell’ antica Grecia, farebbe inorridire il nostro grande giurista ‘penalista’ Prof. Carnelutti, e rivivere la sua celebre riflessione mutuata da Protagora ( “quanto sono sciocchi, gli uomini : pretendono sempre di ‘misurare la Storia’ con il metro miserabile della loro esistenza” ) !
    I danni a carico della Scuola ( a partire dalla riforma delle Medie inferiori in cui si tolse irresponsabilmente lo studio del Latino, la nostra lingua madre !!! ), negli ultimi quarant’ anni, “sono stati devastanti” ! Ed è terribile per me vedere da una parte come sia facile insegnare, con il metodo di Socrate, il Latino ed il Greco, e soprattutto la Matematica ( attualmente insegnata, anche nei Licei Scientifici, in maniera orripilante ! ), ai Giovani e come essi si appassionino allo studio “serio, approfondito, giocoso”, connesso inesorabilmente con l’ attuale modernità e con la concretezza, bella ed immutabile, del vivere, e dall’ altra appurare, malinconicamente, “quante e quali enormi lacune” essi abbiano “senza alcuna colpa loro”, essendo queste lacune antiche il frutto di devastazioni sulla Scuola “perpetrate da altri”, fin da quando i Genitori stessi di quei Giovani erano appena nati !
    Per questa ragione, cara Amica, ho fatto dell’ Insegnamento la mia missione, ed in questo affascinante confronto coi Giovani, in cui “cresco diminuendo”, non ti nascondo che ho riposto le mie speranze per un mondo migliore !

    Ps. Mi scuso per la lungaggine, ma questo è un argomento che mi sta particolarmente a cuore, e non vorrei, ahimè, mai staccarmene !

    "Mi piace"

  18. cavaliereerrante

    Ehm … Lady @PennelliRibelli-26 … non ti nascondo che volevo esprimere “proprio quello che hai pensato Tu” ( Lord @Belli, ci ha insegnato che non esiste volgarità, quando si usi il linguaggio del Popolo e lo si rispetti proprio per questo suo modo di parlare schietto e tipico ‘solo di questo ceto’ ! ), così – penso – si sarebbe forse espresso un ‘popolano’ angariato dalla prepotenza ‘corrotta’ del Papa Re, ma in realtà, con “questa volgarità”, alludevo al “Potere Temporale” che, con la Breccia di Porta Pia, un laico come il Generale La Marmora, “rimetteva in mano” all’ uomo ecclesiale che si paludava da Re !

    "Mi piace"

  19. Mi ha fatto proprio divertire questo post! Soprattutto quando ti raccomandi di “metterlo bene in Italiano, usare una forma consona”… 😀
    Ifi, posso chiederti una cosa? Forse sono io che ho gli occhi foderati di prosciutto, ma…non c’è un posto dove poter sottoscrivere il tuo blog? Così da rimanere sempre aggiornati sui nuovi interventi? (Altrimenti, come vedi, arrivo sempre moooolto in ritardo!)

    "Mi piace"

    • No, non hai gli occhi foderati, sono stata io a togliere questa possibilità perché sono una che prima pubblica e poi corregge, sia post che commenti, e allora m’imbarazza che arrivino nella vostra casella e-mail le mie bozze primordiali.

      A volte addirittura, non mi ricordo in che caso, il tasto “pubblica” si posiziona al posto di “aggiorna”, e mi ritrovo pubblicati post che vorrei tenere privati. Insomma, poi so che esistono feed, rss o che altro per cui qualcuno li riceverà lo stesso, e allora pazienza, non è che alla fine io abbia scheletri nell’armadio, ma vorrei che una cosa che resta pubblicata per un minuto e che poi per timidezza o altro motivo oscuro, non avesse preso strade in cui non è più recuperabile.

      Magari dovrei imparare a leggere prima, ma non so com’è, l’articolo o il commento pubblicato fanno un altro effetto: insomma, fa fede quello che rimane scritto qui.

      Comunque, quando sei loggata c’è in alto la possibilità di cliccare su “subscribe”, e poi puoi seguire tutti i blog che segui e hai sottoscritto da “read my subscriptions” e “readdomatic”: in quel modo hai sempre la versione aggiornata dei post post pubblicati.

      "Mi piace"

    • Dimenticavo, c’è pure, dalla bacheca, la voce “Le mie osservazioni”, oppure “Track my comments” dalla tendina dell’account per seguire tutti i commenti successivi al tuo 😉

      … ehm, forse ti ho dato delle informazioni superflue, tu sei su questa piattaforma da più tempo di me e sicuramente le conoscevi, nel qual caso mi scuso.

      "Mi piace"

  20. complimentoni a Sissi per il post nel post!!! complimentoni davvero!

    "Mi piace"

    • @Sonia, grazie grazie! (la mamma pavona sta facendo la ruota 😉 ).

      "Mi piace"

  21. Per domani, ripasso di Storia d’Italia su wikipedia, e poi interrogo!

    Anche perché qua ci si dimentica di Nino Bixio, cribbio!

    "Mi piace"

  22. beh da loro non mi aspettavo certo che si unissero alle celebrazioni con entusiasmo…

    "Mi piace"

    • @Martina: ma tu sei una pessimista! In fondo il verde già ce l’hanno, per un po’ di rosso e di bianco basta un po’ di buona volontà 😉

      "Mi piace"

  23. Complimenti! Io, avendo studiato molto poco, ed avendo una memoria che lascia spazio alle sole emozioni, non avrei potuto certo fornire tutte quelle informazioni.
    Comunque… Grazie per il ripasso e scusa per l’intrusione.

    "Mi piace"

    • @L’Amico Mauro: prego figurati, anzi, benvenuto!

      E se vuoi ripassa, che prima o poi Fra Puccino ci dirà qualcosa di Nino Bixio (che mica pretenderà che ce l’andiamo a cercare! 😛 ).

      "Mi piace"

  24. No, anzi ti ringrazio! Ora proverò a fare come mi hai suggerito.
    Comunque sono un’entrata recente qui in WordPress; prima (dal 2006) gestivo un blog, ma sulla piattaforma Windows Live (quella di MSN) e, se fosse stato per me, non sarei mai approdata qui. Solamente che un bel giorno mi arriva l’e-mail di Windows Live Spaces con scritto che stavano smantellando tutti i blog e che questi potevano essere trasferiti su WordPress. Posto che non avevo capito niente di quello che avevo letto, ho fatto la “migrazione” del mio blog su WordPress e, quando ho visto il risultato, sono stata presa dal panico: era completamente diverso dal mio primo blog!
    Vabbè, sta di fatto che alla fine mi ci sono abituata: ho cambiato una miriade di temi, ho cercato di capire il funzionamento di WordPress (che mi era completamente oscuro) e, dopo aver mantenuto per un certo periodo il blog privato, ho deciso di renderlo pubblico.
    Insomma, queste sono state le mie vicessitudini, più o meno fino ad oggi, quando mi sono imbattuta nel tuo intervento e ho deciso di lasciarti un commento.

    Scusa, come sempre sono troppo prolissa. -.-
    A presto!

    "Mi piace"

    • @Very: visto visto, ho ricevuto la notifica di sottoscrizione. Ora, se vuoi, puoi andare dalla tendina del tuo account (generalmente in alto a sinistra accanto al tuo avatar) e cliccare su “Manage my subscriptions”: da lì potrai scegliere se essere avvisata via e-mail di quando uno dei blog sottoscritti pubblica un post.

      Buona navigazione, e ripassa quando vuoi per questo porto, noi siamo qui! 😉

      "Mi piace"

  25. Ah, tra parentesi, ci sono riuscita.
    Grazie mille! 🙂

    "Mi piace"

  26. cavaliereerrante

    Nino Bixxjo, fu un granne Generale,
    che supportò, nun poco, Garibbaldi .
    Guidava li Sordarti in guisa tale
    che tutti quanti li renneva bbaldi !

    Mentre l’ Eroe, agiva co’ l’ istinto,
    er Sor Ninetto, perfetto in uniforme,
    co’ tanto de bbaffetti e pizzo tinto,
    de l’ eroismo suo ‘nseguiva l’ orme …

    E sopraffino, cj aveva er gran cervello,
    ‘sto Generale Bixxjo e un bber mento …
    capace de sfornà ‘r combattimento
    ‘ndove era mejo, pe’ dipanà er rovello .

    ‘Nsomma ‘n bell’ Omo, co’ la divisa ggjusta,
    sempre ‘ljogante, strateggico e obbedjente,
    ma a li Garibbardini co’ la frusta
    je dava su ‘r groppone ognj frangente .

    Sì, Sora mia, quell’ Omo me pjaceva,
    me lo miravo, e me pareva bbello
    su quer cavallo bbjanco ! Se moveva
    come ner cjelo s’ aggita ‘n’ Ucello !

    Però, quer Generale affascinante
    lo possin’ ammazzà, a tanta ggente
    che lavorava, e cor sudore in fronte,
    la fece fucilà ‘n bber ggjorno a Bronte !

    "Mi piace"

    • @Ser Bruno, sei cento volte meglio di Wikipedia! 😀

      "Mi piace"

  27. Papà papà …:
    http://amicidimauro.wordpress.com/2011/03/16/il-risorgimento/
    Mancava la ciliegina …

    "Mi piace"

  28. Per la cronaca, Sissi al compito ha preso 8+.

    Ci sono stati un 8-, un 8+,(il suo), un 8 e 1/2, e tutto il resto insufficiente: è una grande la mia Sissi! 😀

    (E poi, credo che questa sarà la parte di storia che le rimarrà più impressa, per quanto se l’è sudata! 😆 )

    "Mi piace"

  29. cavaliereerrante

    Qualis Mater !!!
    Abbracciala per me rappresentandole i miei complimenti !!!!
    E confermale come sia straordinariamente appagante, per un giovane/una Giovane, estrarsi dal ‘gruppone degli omologati’ per andare ‘controcorrente’ nella vita, difendendo la propria preziosa originalità, rifiutandosi ai luoghi comuni che uccidono la creatività, studiando a fondo in ogni dettaglio ciò che ci appassioni, mantenendo la propria personalità fresca e profumata dai sogni .

    Ebbrava @Sissi, la nostra studentessa,
    Fija de tanto @Padre e tanta @Madre …
    che cjà ‘r profumo de ‘na Rosa stessa
    ‘nsjeme alle forme sua, chessò leggjadre !

    Che fà ‘sta Fija ? Quarche vorta, intignja
    e manna a spasso la Madre @Ifiggenja,
    je dice spesso ” A Mà … Tu cj hai ‘na pignja,
    ne la capoccja … e vvedi d’ annà vvja” !

    Eh, sora @Tuta mja, ‘sti Giovincelli !!!
    Noj li tiramjo sù, teneri e bbelli,
    e quelli poj, ce chjudeno a i cancelli ….

    Ma sora @Tù, che gran soddisfazzjone
    ce danno spesso, e che pensjeri bbelli
    drent’ a ‘sta piggnja nostra e che emozzjone !!!

    "Mi piace"

    • @Ser Bruno:

      Guarda che stante che è un’adolescente,
      lei di problemi non me ne dà per niente.
      Qualche risposta appena impertinente,
      ma è una ragazza buona e intelligente.

      Tu mi dici che è “fija de tanto padre”?
      E qualche difetto lo deve ave’! La madre,
      le ha dato l’avvenenza (*) e il cuore bello,
      ed è del padre che porta il gran fardello

      di un fare a volte sprezzante e scostumato,
      ma io lo so che lei m’ha sempre amato!
      Però @Ser Bruno, se scrivi sempre in versi,
      tu che hai nella poesia i pensieri immersi,

      mi costringi a risponderti a mia volta,
      con una rima che mai dev’esser stolta,
      ed è fatica, che dopo che ho poetato,
      io mi sento il cervello sderenato!

      Non potremmo ogni tanto un po’ prosare,
      giusto per far le Muse riposare?

      (*) la modestia è il mio forte! 😉

      "Mi piace"

  30. cavaliereerrante

    Oh, la modestia ….
    Bene, sintetizziamo : @Sissi, è in gambissima !
    E meno male, è su Giovani così che baso la mia speranza di un mondo “migliore per loro”, e ritrovo, grazie a Giovani così, la mia forza ‘inatta e sognante’ per lottare al loro fianco “senza rompergli le balle”, ma rispettando le loro idee !

    "Mi piace"

Trackback

  1. IL RISORGIMENTO | La Nuova Era
  2. Ma l’Italia, cos’è? « Il mondo di Ifigenia

Che ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: