Ma che piccola storia ignobile che mi tocca raccontare

Oggi vado a consegnare gli ultimi documenti che servono per iniziare la causa.

Non sarà una bella cosa e ho il cuore gonfio di dolore.

Ultimamente, almeno un paio di volte e in tutt’altre circostanze, mi è capitato di dire “vorrei che non fosse accaduto”:  questo non necessariamente significava “tornassi indietro mi comporterei diversamente”, ma semplicemente “avrei voluto che le cose fossero andate diversamente”.

Quello che è accaduto, forse era inevitabile, non dipendeva soltanto da me. Quello che accadrà, sarà altrettanto inevitabile. Lui negherà e quindi l’unica testimone, la figlia, sarà probabilmente chiamata a dare la sua versione.

Sarà terribile per la figlia testimoniare contro il padre, ma più terribile ancora sarebbe continuare ad assistere a queste scene.

Una volta mi disse “Basta, è da quando sono nata che litigate!” e io le risposi: “Veramente abbiamo litigato anche durante tutta la gravidanza, già nella mia pancia sentivi queste urla”.

Poi, un pensiero improvviso: noi litigavamo anche durante il concepimento.

Che il Signore ci aiuti.

27 commenti

  1. ho convissuto con una persona.
    ero molto più giovane di ora, e quindi mi ci sono buttata proprio a capofitto vedendo i suoi difetti, senza guardarli. c erano cose che non sfioravano proprio… cieca.
    l amore rende ciechi storditi e pure rincoglioniti alle volte.
    dopo 6 anni e un esaurimento nervoso con i controfiocchi sono riuscita a prendere la porta con la mia gatta sottobraccio, i miei quattro stracci e tornare a casa.
    nel bagaglio c erano una serie infinita di insulti, diversi lividi (il più “grave” quello sulla gola, dalla clavicola al mento e come dice liga, il dolore non è tanto la botta ma purtroppo il livido), un bel paio di corna fresche e un numero considerevole di euro di debiti.
    sono passati quasi 7 anni da quel giorno. c ho messo tanto tanto tempo a smettere di dirmi “avrei potuto non farlo, prevederlo, avrei potuto impedirgli di…, reagire o forse scappare prima…” alla fine è così che è andata e il passato non posso cambiarlo, però ora di bello c è che ho imparato e allora in certe stanze sono quasi sicura di non ricapitarci più.

    in bocca al lupo.
    con tutta la mia solidarietà e di cuore.
    anche se non ti conosco, sono convinta che questa vita non se la meriti nessuno. tantomeno una figlia.

    "Mi piace"

    • Anch’io, come credo quasi tutti, di molte persone non ho visto ciò che avrei potuto e dovuto vedere, anch’io ho avuto la mia brava storia, o brave storie, portata avanti più a lungo di quanto avrei dovuto, ma con lui non è stata così, lui l’ho lasciato subito.

      Neanche la sua prepotenza, con conseguente gravidanza, mi ha convinto a tornare sui miei passi alle sue condizioni. Solo che non s’è mai tolto dai piedi. Io non ho mai piantato grane né per alimenti, né per visite alla figlia: ho solo chiesto e preteso che si scrollasse dal mio groppone.

      Non l’ha mai fatto.

      "Mi piace"

  2. Sonia, io ci ho messo 15 anni a liberarmi di una situazione allucinante. Anch’io non lo facevo, ma non per amore, perché lui aveva il potere di controllarmi. Vivevo una vita di inerzia. Anzi, di stallo.
    il motivo per cui non ci liberiamo subito di tali situazioni (so che non e’ il tuo caso Ify, nella tua storia ci sono ben altre aggravanti) e’ proprio per il controllo che subiamo. Quando c’e’ violenza fisica e’ un controllo esplicito. Quando non c’e’ e’ un controllo subdolo, potente che trae vantaggio delle debolezze del partner.
    Io come ti ho detto Ify mi ritengo quasi fortunata nei tuoi confronti. I figli non verranno coinvolti nel divorzio imminente, lui fara’ fuoco e fiamme solo perché non avra’ tutti i soldi e la proprieta’ per se’ (come era avvenuto nel suo immaginario), ma i figli meno li vede meglio sta, infatti dal prossimo anno faro’ richiesta con l’avvocato per l’affidamento “principale” (scusate i termini strani, i sistemi legali sono diversi) dei figli. Lui se ne libera, li vede ogni tanto, gia’ non fa niente per loro se non riscaldargli dei cibi surgelati la sera oppure portarli da McDonalds, ed e’ contento.
    Certo che ti senti in colpa, e’ naturale. Ma vedrai che sollievo avra’ anche lei quando tutto sara’ finito.
    solo una domanda mi pongo: ma perché facciamo a noi stesse queste cose?
    Mai piu’.

    "Mi piace"

    • @Martina, io ho già l’affidamento esclusivo, a lui è rimasto solo il diritto di visita. Comunque ora rivedremo tutte le modalità.

      Per me il controllo è stato conseguenza della stanchezza dovuta a un tampinamento e un assillo senza tregua che mi hanno condotto allo sfiancamento.

      A lui ci voleva una sana stronza, avrebbe alzato bandiera bianca in men che non si dica.

      "Mi piace"

  3. Fede

    Sai come la penso, hai sopportato abbastanza.
    Non entro nel merito del concepimento, hai fatto le tue scelte sul piano etico che non possono essere discusse e hai deciso di andare avanti.
    Ma dal momento in cui lo hai lasciato in poi mi è sembrato di capire che sia stata una indifferenza continua verso quella che era la tua volontà, considerando che non stavi neppure usando tua figlia contro di lui (cosa non vera al contrario).
    Quindi, in ogni caso, hai subito, per anni, una forma di violenza.

    Io non mi sentirei in colpa.
    Hai cercato di evitare, per anni. Il tuo meglio lo hai fatto. Se non potevi fare nient’altro (e ti prego, non scrivere che potevi perché c’è un limite a tutto), non hai nulla per cui sentirti in colpa.
    Neppure nei confronti di tua figlia.
    Soffrirà di questa situazione, come ha già sofferto per tutto il resto in passato, ma crescerà e si formerà anche sulla base di questa esperienza.
    E spero in ogni istante in lei possa sempre predominare quella parte della sua mappa genetica che discende da te, non dall’altro genitore.

    Tieni duro su tutta la linea per tutta questa battaglia che ti aspetta. E speriamo che finisca con una vittoria della guerra.

    "Mi piace"

    • @Fede: Non mi sento in colpa, ma mi fa pena, perché secondo me una persona che si comporta così può essere solo malata. Penserei a un mascalzone se facesse i propri interessi, ma in realtà non fa neanche quelli: segue l’istinto allo stato brado, non conosce rispetto, non conosce gerarchie, non l’ho mai visto agire ispirato a un minimo di buon senso.

      E’ vero, non ha mai avuto rispetto per la mia volontà, ma lui non ha rispetto per niente e nessuno (né si fa rispettare). I problemi che ha avuto al lavoro avevano la stessa radice, e ti assicuro che i suoi datori di lavoro non erano “Ify dal cuore tenero” eppure… ce ne hanno messo di tempo per allontanarlo.

      "Mi piace"

    • @Fede: scusa, riprendo la risposta perché mi era sfuggito un punto che mi riproponevo di trattare in calce alla risposta precedente. Tu mi segui da tanto tempo e sai come la penso, uno può decidere di evitare le gravidanze, ma quando un figlio c’è non è più in suo potere decidere nulla.

      Se una è incinta, l’unica cosa che può fare è aspettare nove mesi, e meno male che l’ho sempre pensata così, altrimenti oggi non avrei questa gioia infinita di una figlia che è tutta la mia vita.

      "Mi piace"

  4. cavaliereerrante

    Queen @Ifi, come vedi ( cosa che del resto la tua sensibilità ti aveva già fatto capire da un pezzo ! ), alla cialtroneria maschile, alla cialtroneria violenta, non c’ è mai fine, nè ‘Post su Post’ che possano, in maniera esaustiva, rappresentarla !
    Ognuna conobbe il proprio dolore sulla sua stessa carne, da ‘vigliacchi picchiatori contro le Donne, da ‘uomini’ indegni di questo nome, in quanto capaci di destreggiarsi, aggredendole con una forza cialtrona, “solo” con Persone più deboli ed indifese !
    Ma chi sono costoro, e che tipo di Madre li generò ?
    Poichè c’ è sempre una ragione alle nostre azioni e scelte, e quando un “uomo” (sic!) si comporta in tal modo, viene subito spontaneo “che odia le donne come odia ( o odiò ) sua madre !
    Certo, osservando con animo ‘super partes’ l’ esistenza “di tutti”, non di rado si incontrano anche ‘donne’ ( attenzione, con la “d” minuscola ! ) infingarde, sleali, traditrici anche di se stesse, indegne madri, ruffiane, venali, egoiste, etc. etc. .
    Ma il problema resta sempre uno : perchè questi tipi di ‘donne’ non si sistemano mai ( o non si sistemarono mai ! ) con quei tipi di ‘uomo’ (sic!) ?
    Chissà, da questo fatale incontro ‘di eguali’, potrebbero sortire effetti impensabili !

    "Mi piace"

    • @Ser Bruno: esiste una legge di compensazione… e infatti, ora che madre e figlio vivono insieme, non si sopportano neanche un po’.

      D’altra parte, niente di nuovo sotto il sole, è noto che due poli uguali si respingono!

      "Mi piace"

  5. kinjo

    Purtroppo la vita e’ fatta anche di prove terribili come questa,ma tutto quello che farai sara’ solamente per il tuo bene e per quello di tua figlia. Io non ho passato questo genere di batoste e quello che scrivo molto probabilmente e’ banale e scontato,ma ti dico quello che penso: tu hai fatto tutto quello che un’ottima persona puo’ fare nella vita,hai affrontato i tanti problemi con una forza e un coraggio che poche persone hanno,percio’ sii sempre consapevole del tuo valore come donna e come madre e vai avanti; per quanto doloroso sia questo momento,purtroppo e’ necessario per te e per chi ti sta accanto…credo di parlare a nome di tutti dicendo che ti siamo accanto con il cuore ! Le tempeste si placano sempre,forse non potremo mai scordarle,ma potremo almeno vivere un pochino meglio.

    "Mi piace"

  6. Cara Ify, ci tenevo a dirti che ti leggo sempre e ti sono tanto vicina anche se non lascio commenti.
    A volte non mi escono proprio le parole giuste.
    Un abbraccio anche a Sonia e tanti in bocca al lupo per tutto

    "Mi piace"

    • @Lulu: grazie Lulu, e non ti preoccupare, le parole degli amici sono sempre giuste, anche quando non escono…

      "Mi piace"

  7. Grazie Lulu, un abbraccio anche a te.

    "Mi piace"

  8. Che dire una bella lotta estenuante per garantire un padre ad una figlia. Forse, ma so che è un discorso molto estremo, avresti fatto meglio a comunicargli che aspettavi un figlio, ma che non era roba sua. A parte deludere il suo cuoricino, e non dare un padre a tua figlia, almeno vi sareste risparmiate tutto questo terribile gazzabuglio di casini.
    Ecco, lo so non dovevo dare consigli… come dice Mario non sono molto brava 😉
    Comunque ormai inutile chiudere lo stabiello quando sono uscite le bestioline.
    Ross

    "Mi piace"

    • Ho provato anche quello… quando ho scoperto di essere incinta sono stata molto in crisi se dirglielo o meno, perché la tentazione era di tenerlo e basta; Ho pensato però che se un uomo ha un figlio è giusto che lo sappia, e anche rendere di fatto una figlia “orfana” senza che fosse stato il Padreterno a deciderlo mi sembrava un abuso: ho una mia morale, anche se dagli stessi servizi sociali mi è stato rimproverato quello che hanno definito “un eccesso di onestà” (il troppo storpia ovunque e comunque).

      Certo, anche se forse tornando indietro mi comporterei nella stessa maniera, non mi sento proprio di giudicare quelle donne che si prendono i figli e se ne vanno impedendo di fatto ogni contatto tra loro e il padre. Lo ritengo ingiusto, ma non posso non capirlo.

      "Mi piace"

  9. dani

    E’ una battaglia durissima la tua perchè non si tratta solo di mettere tutto in mano agli avvocati. Come tu stessa hai detto, hai pena per lui.. e qui subentra il tuo amor proprio e sensibilità. Senti la necessità di dire “basta” a tutto quanto subito finora ma capisco bene che, per quanto tu ne abbia tutti i diritti, non è facile.. Devi tener duro con te stessa.. e non con lui. 🙂
    Un abbraccio.

    "Mi piace"

    • Già, hai inquadrato il problema. Tutto sommato mi sembra di infierire su un innocente, ma è una persona che, secondo me, sta talmente tanto male da essere diventata pericolosa. Come ha detto anche l’avvocato, quello che dobbiamo ottenere è che si curi (che stia lontano da me, che veda la figlia in condizioni in cui io e lei possiamo stare tranquille… ).

      Praticamente, sono moralmente obbligata a non prendere sottogamba la questione (già ampiamente sottovalutata).

      "Mi piace"

  10. cavaliereerrante

    Ha ‘straragione’ Lady @Dani !
    Devi “tenere duro” con te stessa !!!

    Ps. “Il troppo storpia” ?
    Sarà pur vero, ma – a mio confutabilissimo e calpestabilissimo parere di Crociato infedele ( agli ipocriti e blasfemi “Deus Vult” ! ) – meglio storpi che disonesti !
    E giustamente @Ifi – sempre a mio parere etc. etc. – affermi che, se potessi tornare indietro, rifaresti la stessa identica scelta !!!

    "Mi piace"

  11. kalojannis

    Beh, penso che la soluzione giudiziaria possa essere davvero la soluzione più opportuna (seppur dolorosa e costosa).
    In bocca al lupo 😉

    "Mi piace"

    • Crepi il lupo, e possibilmente la lupa (=Lobot)

      "Mi piace"

  12. Ciao, non conosco la tua storia, ma attraverso i numerosi
    commenti di amicizia e solidarietà, ho recepito il tuo sofferto
    momento di vita.
    Ti auguro ogni bene e la gioia di tornare a sorridere insieme
    alla tua bimba.
    Buona fortuna

    "Mi piace"

    • Cara Gina, noi sorridiamo anche nei momenti di difficoltà, sennò staremmo freschi ad aspettare quelli in cui tutto va bene!

      Grazie per la tua visita, io seguo sempre il tuo blog e leggo sempre le tue belle poesie.

      "Mi piace"

  13. Daniela

    un abbraccio, tieni duro… la tua bimba sarà orgogliosa di avere una madre come te!

    "Mi piace"

  14. Grazie Daniela.

    Sarà pure orgogliosa, ma certo la botta che ha avuto è stata dura ed è da allora che non vede il padre, che le manca terribilmente.

    Poi, ho cercato di mettermi in contatto con l’avvocato, sia per telefono che per e-mail ma niente, nessuna risposta, e nessuna notizia.

    Non è la prima volta che questo avvocato mi diventa irrintracciabile, la prima volta era per ringraziarla e portarle un dono, ma stavolta la situazione è diversa, speriamo bene.

    "Mi piace"

  15. Daniela

    Caspita.. pure sti avvocati… si fanno pagare per benino.. ma quando non vogliono farsi trovare so meglio/peggio dei latitanti!!
    🙂
    PS: la piccola ha delle risorse tipiche della sua età e saprà metabolizzare questa assenza!!
    Buona notte!

    "Mi piace"

    • Veramente è lei che non vuole vederlo, sennò lui figurati se si sarebbe tolto mai dai piedi!

      "Mi piace"

Che ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: