Come…

Parto, e avrei voluto scrivere: “Mi sento come un vitellino che va al macello”.

Ricercando un’immagine per illustrare il post però potete immaginare quali immagini mi sia trovata davanti, quali video, quali argomentazioni…

Ecco, vorrei diventare vegetariana. Tendenzialmente lo sono, ma voi capite che “Non ammazzo quasi mai” non è una grande argomentazione.

Parto con liti furibonde fino al giorno prima, avevo posto un’unica condizione, il permesso per il rilascio del passaporto; al commissariato non è mai voluto venire, alla fine ha fatto la parte di portarmi tutti i fogli firmati, ma quando vado al Commissariato scopro che ne ha firmati due per la bambina, e nessuno per me.

Gli telefono, e appena saputo di cosa si trattava si rende irraggiungibile, il telefono squilla a vuoto.

Torno a casa e dico a mia figlia “Non si parte”, si mette in ginocchio “Ti prego, non farmi questo, è l’unica cosa che ti ho chiesto in tutta la vita, sono una figlia brava, ho solo questo desiderio, mi avevate detto di sì”.

A questo punto gli telefono e gli dico: “Dato che io avevo messo come condizione il rilascio del passaporto e questo passaporto non c’è, il viaggio io o non lo faccio, o a questo punto lo paghi tutto tu”.

Dopo ore di liti e insulti ha fatto la parte di cedere, ma so bene che si rivarrà sugli alimenti della bambina, quello che lui non sa che è già pronta la causa, affinché la cifra venga aumentata e gli vengano tolti direttamente dallo stipendio, perché non debbano essere oggetto di contrattazione dodici volte l’anno.

Sul passaporto il giudice tutelare è stato chiaro: “Ma che si crede quell’uomo, che può non concederglielo per dispetto? Lei faccia richiesta a noi, lui dovrà venire qua e darci validi motivi per cui si oppone al rilascio, altrimenti il consenso glielo diamo noi”. E’ così che lo ebbi la prima volta.

Insomma, parto. Parto e al ritorno mi spettano giorni e giorni di giri e tribunali perché non vuole mettere una firma, e per una serie di altri motivi che non vi sto a dire. Cinquantun anni, e lo scopo della sua vita è “il dispetto”, coi piedini puntati.

Patti chiari con Sissi, facciamo questa vacanza e poi non mi costringerai più alla presenza di tuo padre, non siamo la famiglia del mulino bianco, è così e basta, che piaccia o meno, questa è la nostra realtà.

Ci sono andata pesante, le ho detto “Stampati bene in testa che io odio tuo padre e il fatto che lui mi abbia sempre imposto la sua presenza e costretto alla sua frequentazione non ha fatto che esasperare una situazione che forse non sarebbe arrivata a questo livello se ci si fosse messo un punto prima”.

Purtroppo, al di là di quanto alcuni dei miei lettori dicano (e tanti altri pensino), non era facile metterci un punto fermo prima, non senza ledere lei, che comunque da questa ambiguità le sue lesioni le ha pur sempre avute.

Tante madri non fanno vedere più i figli ai padri, ma questo è un sopruso di cui non mi sono mai voluta sporcare le mani. Tanti vincono le lotte in tribunali mentendo, calunniando, ricattando: non fa per me, neanche per una presunta legittima difesa.

Parto, e non vedo l’ora di tornare. Mi sembra di partire per la guerra piuttosto che per un’isola paradisiaca.

Quando tornerò, mi vedrete diventare verde, e allora esploderà la rabbia di Hulk, fino a battaglia vinta.

Se tornerò.

7 commenti

  1. Cara Ify, prima di tutto un abbraccio.
    Come ti ho gia’ scritto, hai fatto una cosa che io non sarei mai riuscita a fare (ovvero andarci in vacanza).
    Pero’ la mia situazione e’ diversa. I miei figli non mi hanno mai visto in una relazione in qualche modo affettiva con il loro padre e non si sognerebbero MAI di chiedermi una cosa del genere. Non per paura di una mia reazione, ma semplicemente perché non ci hanno mai visto come “coppia”. Sarebbe l’equivalente di chiedermi di andare in vacanza con il postino (il che avendoci gia’ chiaccherato un paio di volte ammetto che non mi dispiacerebbe ;)).
    Su questo fronte la situazione e’ limpida. Oltretutto lui si e’ pure “addolcito” da quando ho preso l’avvocato (virgolette dovute, per quanto possa diventare espansivo un merluzzo surgelato), dato che l’individuo non mi ha mai passato una lira di alimenti ed il suo avvocato deve averlo gia’ avvertito dell’incudine incombente che sta per piombargli sulla testa.
    Il potere dei soldi.
    Capisco quello che hai detto a tua figlia, per quanto drastico, deve capire. Ribatisco, io a tanto con i miei figli non ci sono dovuta arrivare, hanno capito con i loro occhi quanto ci siamo detestati io ed il loro padre. Adesso c’e’ indifferenza totale (la calma e pace che ho tanto desiderato e’ finalmente arrivata, una vera e propria closure) ed a loro va benissimo cosi’. Meglio di tutti i violenti litigi e la sofferenza a cui hanno dovuto assistere per anni. Quello e’ stato un vero e proprio abuso nei loro confronti, non riusciro’ mai a perdonarmi per questo.
    Io vegetariana lo sono gia’ :D, per cui sto cercando, raggiunta finalmente questa chiusura emotiva e sentendomi finalmente protetta dal punto di vista legale dopo tutti questi anni, di non esacerbare i rapporti tra il padre ed i loro figli. se vogliono stare un giorno in piu’ con lui, lascio fare, a me fa comodo l’aiuto dato che non ho nessuno a parte una volenterosa ragazza alla pari a cui faro’ un monumento (purtroppo se ne va a fine settembre!). A lui ovviamente pesa avere da provvedere a loro piu’ del necessario e ci interagisce poco (molto piu’ di prima comunque, a detta loro! andarmene di casa ha davvero prodotto miracoli!) pero’ sinceramente, come ho scritto anche nel mio blog, non mi posso portare il mondo sulle spalle. Non ci riesco, visti i miei pochi chili ed i miei pochi centimetri.
    Questo viaggio, che spero sia davvero un punto di non ritorno per te, mettera’ fine alla tua situazione assurda. Hai bisogno di ripartire, Ify, di lasciarlo alle spalle. Tua figlia deve capire. I figli sanno essere egoisti (e lo vedo con i miei, lo fanno per istinto ovviamente, non per cattiveria), ma una volta passati i 14 anni io pretendo la comprensione. Ce l’ho anche dia mia figlia, che ne fara` 12 a gennaio… pretendo che capiscano che dopo tutto quello che ho fatto e subito ho bisogno di vivere. L’hanno capito, gliene devo dare atto. Sono anche piu’ contenti, perché una madre cosi’ piena di entusiasmo e voglia di vivere non l’hanno mai avuta. Fanno anche i confronti, con un padre che a malapena gli parla e che ha pochissima energia per tutto.
    Tua figlia capira’. Forse ti detestera’ all’inizio ma conta che e’ anche adolescente, i nostri figli adolescenti ci devono odiare almeno per un paio di anni, prima di diventare adulti 😉 e’ parte di un sano percorso di sviluppo :).
    Tieni duro. Sei una donna forte, ti aspetto qui al ritorno, spero con tanta rinnovata forza di vivere.
    Un altro abbraccio 😉

    "Mi piace"

  2. cavaliereerrante

    Queen @Ifi, un ‘vitellino al macero Tuuuuu ?
    Ehm, non credo ti si addica !
    Ma neanche Hulk, mi auguro !
    con la tua consueta saggezza e ‘pietas humana’ risolverai, ne sono certo, ogni vertenza con l’ incredibile e inossidabile Attila . E lo farai nell’ interesse precipuo della Figlia che ami e del tuo sacrosanto bisogno di vivere più serena .
    Vedrai, talvolta le partenze ‘strappate’, finiscono per condurre in luoghi tutto sommato piacevoli .
    Così auspico e ti auguro !
    Mi raccomando, portati il Libro “Genesi di Polifemo”, e leggilo intensamente quando vedrai Attila intento a fotografare qualche reperto dell’ antica civiltà greca .
    Chissà, che i tuoi poteri soprannaturali che fanno reincarnare i fantasmi non si rivelino in tale propizia circostanza ‘adeguati alla bisogna’ !!!!

    "Mi piace"

  3. ti prego torna

    "Mi piace"

  4. iole

    Mi sono persa…
    Mi fa piacere per Sissi, visto che lo desiderava fortemente,magari riuscirete a trascorrere dei giorni con educata sopportazione, chissa’.
    Spero tanto che aiuti a riflette, a comunicare!
    Anzi, ne sono sicura,tvb.

    "Mi piace"

  5. dani

    Beh.. come suol dirsi, avevi proprio perso le cosiddette staffe.
    In effetti, per quanto io sia fra quelli che hanno pensato, e anche detto, che sei sempre stata troppo comprensiva riguardo alle esigenze della tua “bimba”… mmhh.. mi sa che hai un pò esagerato con quel “odio tuo padre”.
    Come giustamente dice Martina, devi pretendere che lei capisca ma, se possibile, senza arrivare ad utilizzare certi termini.
    Sì, decisamente condivido quanto dice Martina “i figli sanno essere egoisti”.. lo sono tutti e lo siamo stati (e probabilmente ancora lo siamo) anche noi. Ma giustamente dopo un pò deve assolutamente scattare un qualcosa che porti alla comprensione degli altri in genere, e quindi anche delle persone più vicine da cui invece si pretende solo..
    E’ una forma di insicurezza che tutti abbiamo, un bisogno di “misurare” l’amore che desideriamo ricevere.. ma poi bisogna crescere e bisogna capire.
    Ma non tutti ci riescono.. ci sono adulti che rimangono eterni adolescenti da questo punto di vista.
    Avete figli più piccoli di me.. è un consiglio affettuoso.. “pretendete” la comprensione sin d’adesso…

    "Mi piace"

  6. Non chiederti se tornerai. Chiediti SE TORNERA’ LUI!

    "Mi piace"

  7. cavaliereerrante

    Ohibò, Ser @Aquilaprevidente !
    Temi dunque per l’ Unno ?

    Ps. ehm….. effettivamente, se i poteri “reincarnatori di fantasmi” di Queen @Ifi dovessero rimanifestarsi mentre legge “Genesi di Polifemo” e lascia Attila ‘da solo’ squagliandosela alla chetichella, temo anch’ io per il poverino, il Ciclope non lo risparmierà !

    "Mi piace"

Che ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: